Parte ottava IL VERO SEGRETO SUL FUTURO DELL’UNIVERSO E DEGLI UOMINI ?

0
2214

Parte ottava IL VERO SEGRETO SUL FUTURO DELL’UNIVERSO E DEGLI UOMINI ?    "Nessuno vi inganni in alcun modo! Prima infatti dovrà avvenirel’apostasia e dovrà essere rivelato l’uomo iniquo,il figlio della perdizione, colui che si contrapponee s’innalza sopra ogni essere che viene detto Dioo è oggetto di culto, fino a sedere nel tempio di Dio,additando se stesso come Dio…Il mistero dell’iniquitàè già in atto, ma è necessario che sia tolto di mezzochi finora lo trattiene. Solo allora sarà rivelato l’empioe il Signore Gesù lo distruggerà con il soffio dellasua bocca e lo annienterà all’apparire della sua venutal’iniquo, la cui venuta avverrà nella potenza di satana,con ogni specie portenti e segni e prodigi menzogneri,e con ogni sorta di empio inganno per quelli che vannoin rovina perché non hanno accolto l’amore dellaverità per essere salvi. E per questo Dio invia lorouna potenza d’inganno perché essi credano alla menzogna, e così sianocondannati tutti quelli che non hanno creduto alla verità, ma hannoacconsentito all’iniquità". (Seconda lettera di San Paolo ai Tessalonicesi,capitolo 2, versetti 3-11). "E vidi  nella mano destra di Colui che era assiso sul trono un libroa forma di rotolo, scritto sul lato interno e su quello esterno, sigillatocon sette sigilli… uno dei vegliardi di disse:"Non piangere più; ha vinto il leone della tribù di Giuda, il Germoglio di Davide,e aprirà il libro e i suo sette sigilli". (Apocalisse 5, 1-5) I cristiani affermano che La Sacra Scrittura dice chiaramente senza possibilità di equivoci e senza dare spazio a "interpretazioni" o ragionamenti contorti che l’Anticristo vero e proprio non è una filosofia, una dottrina, un credo, un modo di pensare, agire, una religione diversa da quella cristiana, ma un uomo in carne ed ossa. Una persona fisica. La Seconda Lettera dell’apostolo Paolo agli abitanti di Tessalonica non dà alcuna possibilità di "dibattito" ai teologi, esegeti e intellettuali, pur anche cristiani. Qui veramente nessuno può dire "ma potrebbe essere così", oppure "potrebbe essere colà", come si usa fare tra gli studiosi. Comunque, "Prima della venuta di Cristo, la Chiesa deve passare attraverso una prova finale che scuoterà la fede di molti credenti (cfr Vangelo di Luca 18,8; Vangelo di Matteo 24,12). La persecuzione che accompagna il suo pellegrinaggio sulla terra svelerà il "Mistero di iniquità", sotto la forma di una impostura religiosa che offre agli uomini una soluzione apparente ai loro problemi (vedi l’attuale, dilagante fenomeno della magia in tutti i suoi aspetti N.D.A), al prezzo dell’apostasia dalla verità. La massima impostura religiosa è quella dell’anticristo, cioè di uno pseudo-messianismo in cui l’uomo glorifica se stesso al posto di Dio (vedi la New Age N.D.A.) e del suo Messia venuto nella carne. (Catechismo della Chiesa Cattolica, paragrafo 675).La fine del mondo attuale, comunque, non è affidata agli uomini ma a Dio. Non sarà un evento umano a far scattare l’ora X, (Annunciamo la Tua morte Signore e proclamiamo la tua Resurrezione, in attesa della Tua venuta), anche se vi saranno una serie inevitabile e abbastanza ben definita di fatti, ma l’apertura del rotolo sigillato con sette sigilli, che ha in mano Gesù Cristo."Non amate né il mondo, né le cose del mondo! Se uno ama il mondo, l’amore del padre non è in lui; perché tutto quello che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo. E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno! Figlioli, questa è l’ultima ora. Come avete udito deve venire l’anticristo, di atto ora molti anticristi sono apparsi. Da questo conosciamo che è l’ultima ora…Chi è il menzognero se nn colui che nega che Gesù è il cristo? L’anticristo è colui che nega il Padre e il Figlio. Chiunque nega il Figlio, non possiede nemmeno il Padre; chi professa la sua fede nel Figlio possiede anche il Padre…" (Prima lettera di Giovanni, capitolo 2, versetti 15-23)."Carissimi, non prestate fede a ogni ispirazione, ma mettete alla prova le ispirazioni, per saggiare se provengono veramente da Dio, perché molti falsi profeti sono comparsi nel mondo. Da questo potete riconoscere lo spirito di Dio: ogni spirito che riconosce che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; ogni spirito che non riconosce Gesù non è da Dio. Questo è lo spirito dell’anticristo che, come avete udito, viene, anzi è già nel mondo. Voi siete da Dio, figlioli, e avete vinto questi falsi profeti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. Costoro sono del mondo, perciò insegnano cose del mondo e il mondo li ascolta. Noi siamo da Dio. Chi conosce Dio ascolta noi; chi non è da Dio non ci ascolta. Da ciò noi distinguiamo lo spirito della verità e lo spirito dell’errore." (Prima lettera di Giovanni, capitolo 4, versetti 1-6)."Sappiamo che siamo da Dio, mentre tutto il mondo giace sotto il potere del maligno. Sappiamo anche che il Figlio di Dio è venuto e ci ha dato l’intelligenza per conoscere il vero Dio. E noi siamo nel vero Dio e nel Figlio suo Gesù Cristo: egli è il vero Dio e la vita eterna. Figlioli, guardatevi dai falsi dei". (Pria lettera di Giovanni, capitolo 5, versetti 19-21)."Poiché molti sono i seduttori che sono apparsi nel mondo, i quali non riconoscono Gesù venuto nella carne. Ecco il seduttore e l’anticristo! Chi va oltre e non si attiene alla dottrina, possiede il Padre e il Figlio. Se qualcuno viene a voi e non porta questo insegnamento, non ricevetelo n casa e non salutatelo; poiché chi lo saluta partecipa alle sue opere perverse" (Seconda lettera di  Giovanni,  versetti 7- 10).Il libro dell’Apocalisse, si compone di 22 capitoli. E’ la rivelazione di Gesù Cristo come Egli è: il vero Re vittorioso dell’Universo, vittorioso sulla morte, sul peccato, sulla malattia, e in primo luogo vincitore contro colui che su tutti questi mali aveva il potere, cioè il diavolo, il nemico dell’uomo. Secondo alcuni esegeti è stato scritto dall’apostolo Giovanni nel 95 dopo Cristo, circa, quando si trovava in esilio nell’isola di Patmos. Si tratta del libro che completa le informazioni profetiche in riferimento al piano di Dio e descrive in maniera molto dettagliata gli eventi futuri dell’umanità. Vi sono diverse esegesi, anche molto discordi tra loro occorre  comunque comprendere che diversi fatti descritti nel libro sono già accaduti, altri sono in corso, altri ancora si devono verificare. Dunque non si tratta di prendere per oro colato quello che andrò per scrivere in riferimento alle interpretazioni o esegesi. Solo la Parola di Dio va presa per come è. Io faccio dei riferimenti o riporto delle citazioni di esegesi che secondo il mio punto di vista condivido. Dico subito n breve quello che poi cercherò di sviluppare seguendo comunque il criterio della sintesi:Nella notte dei tempi vi fu una ribellione di Lucifero e di almeno un terzo degli angeli creati da Dio. Una ribellione alle leggi stabilite. Lucifero diventa satana e comincia la sfida verso il Creatore, tentando di ergersi ad autorità suprema, ritenendosi ed essendo ritenuto da quelli che lo hanno seguito (ora demoni), una persona la pari di Dio. Il diavolo e i suoi "angeli" sono destinati alla separazione eterna, perché pur conoscendo a fondo l’amore di Dio lo hanno rifiutato. Dio ha poi creato la Terra, con l’uomo e la donna, i quali tentati dal diavolo, hanno ceduto alle sue seduzioni. Il diavolo si è montato subito la testa perché ha visto che altre creature hanno preferito lui a Dio. L’uomo fin dall’inizio si è allontanato da Dio e solo Noè con la sua famiglia e alcuni capi di bestiame di ogni specie, giusta davanti a Dio, si è salvata dal diluvio universale. Il Signore ha quindi deciso  di non punire più l’umanità corrotta con castighi come quello, ma stabilì una prima alleanza e quindi attraverso alcuni Profeti scelti nel popolo eletto Israele, Dio ha fatto in modo che l’uomo potesse conoscere e riconoscere il Suo piano salvifico. E’ quindi nato Gesù, Dio fatto uomo, er opera dello Spirito Santo, nel seno della Vergine Maria. Gesù nuovo Adamo. Maria nuova Eva. Manifestando l’amore e la potenza del Padre Gesù Cristo dopo essere stato messo a morte, per non essere stato riconosciuto dai capi del suo popolo risuscitò e fondò la sua Chiesa, che dura ancora oggi. Quella che lui ha definito sua Sposa, che compirà la sua missione sulla Terra fino al "rapimento in cielo" . Questo evento può accadere in qualsiasi momento:"…il Signore stesso, a un ordine, alla voce dell’arcangelo e al suono della tromba di Dio, discenderà dal cielo. E prima risorgeranno i morti in Cristo; quindi noi, i vivi, i superstiti, saremo rapiti insieme con loro tra le nuvole, per andare incontro al Signore nell’aria, e così saremo sempre con il Signore. Confortatevi dunque a vicenda con queste parole". (Prima lettera di San Paolo ai Tessalonicesi, capitolo 4, versetti 15-17). Dunque il cristiano deve attendere questo evento con gioia. Se non lo attende con gioia, vuol dire che qualcosa non va nella sua vita. Nessun timore! Dobbiamo toglierci dalla testa che Dio è solo il Dio del "dopo morte". Nella stessa lettera San Paolo scrive chiaramente al capitolo 5, versetti 1- 11:"Riguardo poi ai tempi e ai momenti, fratelli, non avete bisogno che ve ne scriva; infatti voi ben sapete che come un ladro di notte, così verrà il giorno del Signore. E quando si dirà: <<Pace e sicurezza>>, allora d’improvviso li colpirà la rovina, come le doglie una donna incinta; e nessuno scamperà. Ma voi, fratelli, non siete nelle tenebre, così che quel giorno possa sorprendervi come un ladro: voi tutti infatti siete figli della luce e figli del giorno; noi non siamo della notte, né delle tenebre. Non dormiamo dunque come gli altri, ma restiamo svegli e siamo sobri. Quelli che dormono, infatti, dormono di notte; quelli che si ubriacano, sono ubriachi di notte. Noi invece, che siamo del giorno, dobbiamo essere sobri, rivestiti con la corazza della fede e della carità e avendo come elmo la speranza della salvezza. Poiché Dio non ci ha destinati alla sua collera ma all’acquisto della salvezza per mezzo del Signor nostro Gesù Cristo, il quale è morto per noi, perché sia ce vegliamo sia che dormiamo, viviamo insieme con lui. Perciò confortatevi a vicenda edificandovi gli uni gli altri, come già fate".Avvenuto il rapimento della Chiesa, dopo un breve periodo, dieci governi del mondo che sono nell’area geografica dove si sviluppava l’Impero Romano, vedranno sorgere un capo abile in stratagemmi e dalla capacità molto sviluppate nel conquistare la simpatia dei popoli, che farà leva sul desiderio di pace e di sicurezza dell’umanità, il quale sbaraglierà tre di questi 10 governi e si avvantaggerà dell’appoggio di una organizzazione religiosa su scala mondiale. Stabilirà un patto con Israele della durata di 7 anni, garantirà la pace dando seguito e consolidando i  patti stipulati in passato e che implicherà la ricostruzione del tempio di Gerusalemme. In quel tempo verranno ristabiliti il sacerdozio e il sacrificio. Ma dopo tre anni e mezzo dalla firma di questo patto Gesù Cristo comincia a rivelarsi apertamente. Il patto con Israele verrà rotto da quel capo politico che è l’anticristo vero e proprio, il quale avvalendosi della collaborazione di un nuovo personaggio "religioso", definito dalla Bibbia Il Falso Profeta, profanerà il ricostruito Tempio di Gerusalemme, distruggerà l’organizzazione della "religione mondiale" che aveva instaurato, imporrà agli uomini di scegliere tra Dio e satana obbligando tutti ad essere marchiati con il numero "666" per poter vendere e comprare. Nei tre anni e mezzo successivi si susseguono i giudizi e Israele avrà una persecuzione come mai prima nella storia. Un enorme esercito si raduna per fare la guerra al popolo di Dio fino alla battaglia di Harmaghedon, nella pianura di Megiddo, il luogo dove Gesù Cristo apparirà nella gloria con i suoi santi (tutti i veri cristiani) per liberare il suo popolo e distruggere i suoi nemici. A questo punto segue la parte più controversa dell’interpretazione del libro dell’Apocalisse. Secondo alcuni esegeti, passeranno 75 giorni dopo di che avrebbe inizio il regno di Gesù sulla terra della durata di mille anni. L’anticristo e il falso profeta con tutti quelli che avranno accettato il marchio "666" saranno stati condannati immediatamente e gettati nello stagno di zolfo e di fuoco, insieme a tutti i mentitori, i fattucchieri, gli operatori dell’occulto ed esoterici. Satana verrà legato durante questi 1000 anni. Sulla terra vivrebbero i santi della Chiesa, i credenti dell’Antico Testamento, i santi della Tribolazione di 7 anni (tremende persecuzioni contro i cristiani) e quelli che avranno scelto di lottare contro l’anticristo e saranno stati viventi all’apparizione di Gesù nella gloria. Tutti i salvati, dunque, regnano con Cristo ed Israele avrà finalmente quel ruolo di guida per i popoli di cui si parla nell’Antico Testamento. Ora comprendete perché gli spiriti malvagi che guidano certi uomini vogliono cancellare Israele, vogliono combatterlo con tutti i mezzi, dando vita addirittura stati le cui pretese di esistere non stanno né in cielo né in terrà?! Dagli uomini e dalle donne sopravvissute nasceranno altri uomini e donne e vivranno sulla Terra nella pace, governata da Gesù, fino al momento in cui satana verrà slegato per sedurre nuovamente le nazioni, ma ad un certo punto Dio distruggerà con il fuoco i popoli che si saranno radunati contro di Lui. A questo punto vi sarà il giudizio universale e la "seconda morte" per tutti quelli ce in tutte le epoche hanno vissuto rifiutando la salvezza di Dio (Leggete il capitolo 13 e il capitolo 25 del vangelo di Matteo). Quindi saranno instaurati  "Cieli nuovi e terra nuova", la nuova Gerusalemme scenderà dal cielo e tutti i credenti di tutte le epoche vivranno per l’eternità insieme al Signore: "Ecco la dimora di Dio con gli uomini! Egli dimorerà tra di loro ed essi saranno suo popolo, ed egli sarà il  "Dio con loro". Egli tergerà ogni lacrima dai loro occhi, non ci sarà più la morte, né lutto, né lamento, né affanno, perché le cose di prima sono passate"…(Apocalisse 21, 3-4)."Ecco sono compiute! Io sono l’Alfa e l’Omega, il Principio e la Fine. A colui che ha sete darò gratuitamente acqua della fonte della vita. Chi sarà vittorioso erediterà questi beni; io sarò il suo Dio ed egli sarà mio figlio. Ma per gli increduli, gli abietti e gli omicidi, gl’immorali, i fattucchieri, gli idolatri e per tutti i mentitori è riservato lo stagno ardente di fuoco e di zolfo. E questa è la seconda morte". (Apocalisse 21, 6-8)."E non vi sarà più maledizione. IL trono di Dio e dell’Agnello sarà in mezzo a lei e i suoi servi lo adoreranno; vedranno la sua faccia e porteranno il suo nome sulla fronte. Non vi sarà più notte e non avranno più bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli. (Apocalisse 22, 3-5). Quando? Presto! Lo dice Gesù Cristo. Non dice tardi. Dice presto: "Ecco, io verrò presto e porteròcon me il mio salario, per renderea ciascuno secondo le sue opere.Io sono l’Alfa e l’Omega, il Primoe l’Ultimo, il principio e la fine.Beati coloro che lavano le loro vesti:avranno parte all’albero della vitae potranno entrare per le portenella città. Fuori i cani, i fattucchieri,gli immorali, gli omicidi, gli idolatrie chiunque ama e pratica la menzogna!"(Apocalisse 22, 12-15) Lo Spirito e la Sposa dicono: "Vieni!" E chi ascolta ripeta: "Vieni!""Sì, verrò presto!" Amen, vieni Signore Gesù". Maranathà!(Ap. 22, 16-20) Secondo quanto descritto, ad esempio, nel sito Internet cristiano "Apocalypse soon", siamo alle soglie di una serie di avvenimenti profetici che sconvolgeranno il mondo, non solo guerre e rumori di guerre, cambiamenti climatici, catastrofi naturali e provocate dall’uomo, guerre e carestie, terremoti, ma l’introduzione tra gli uomini di falsi profeti, false teorie e dottrine, deviamenti dalla vera fede, nuovi e seducenti movimenti religiosi e spiritualità, dilagare dell’iniquità, massiccio ritorno alle pratiche magiche, occultistiche, omaggio ai demoni come nel caso eclatante, ma sottovalutato di Halloween,  mentre l’orologio profetico marcia in avanti, la storia si avvia verso la sua inevitabile fine. La profezia biblica, amorevolmente dataci da Nostro Signore, è l’unico faro di luce nelle tenebre spirituali che incompassano l’età presente…la profezia biblica ha sempre avuto come sua asse portante ed obiettivo Israele. Dal 1948, dopo un esilio di circa 2000 anni, è stata ristabilita come nazione, un caso più unico che raro nella storia degli uomini. Questo evento era stato largamente previsto dai profeti dell’Antico Testamento, e costituisce di per sé, il più importante singolo evento degli ultimi giorni, poiché permette la realizzazione delle successive profezie".Secondo questo sito il prossimo evento che l’umanità, molto probabilmente vedrà verificarsi, sarà l’attacco di Israele da parte delle coalizioni degli stati Arabi ed ex Sovietici. Tale assalto è descritto in maniera dettagliata dal profeta Ezechiele nei capitolo 38 e 39. Egli identifica queste nazioni come Gog del paese di Magog, di Rosh, Mesec e Tubal (questa area corrisponde a parti dell’ex Unione Sovietica); Persia (Iran); Cush (Etiopia): Put (Libia); Gomer (Parte della Turchia orientale ed Ucraina) e la Casa di Togarma  (Turchia meridionale). Secondo diversi esegeti la Bibbia predice espressamente che queste nazioni saranno sconfitte e distrutte da un intervento diretto da parte di Dio stesso, sia gli eserciti che marceranno contro Israele, sia i loro paesi di origine. Questo metterà fine all’espansione dell’Islam e del fondamentalismo musulmano. Allo stesso tempo Israele sarà al centro dell’attenzione mondiale. Sarà ricostruito il suo Tempio e sperimenterà una rinascita spirituale, preludio della sua conversione finale a Gesù Cristo. Il tempio deve essere ricostruito, poiché è fondamentale al periodo della Grande Tribolazione. Infatti l’Anticristo lo utilizzerà. Insomma Israele, è e rimane il popolo eletto da Dio e inevitabilmente è a questo orologio che dobbiamo guardare.Nel libro di Ezechiele della Bibbia di Gerusalemme (interpretazione cattolica), i capitoli 38 e 39 parlano di Gog e Magog e le note così riportano: <Il paese di Magog è una creazione artificiosa: il nome stesso significa: "paese di Gog". Quanto a Gog sembra inutile cercare di identificarlo, attingendo forse tratti da diversi personaggi del tempo, qui è presentato come il tipo di conquistatore barbaro che in un avvenire lontano e impreciso, (gli ultimi tempi N.D.A), deve recare a Israele le ultime prove>. Le note della stessa Bibbia relative al capitolo 20, versetto 8 dell’Apocalisse, sembrano un po’ più chiare: "…si tratta di Gog, re di Magog". Qui i due nomi rappresentano le nazioni pagane coalizzate contro la chiesa alla fine dei tempi. Comunque sia l’Anticristo descritto nel libro dell’Apocalisse è un uomo anche se un certo modo di pensare e agire è spirito di anticristo. Ma in realtà il vero anticristo sarà un uomo e come tale viene giudicato da Dio e gettato nell’inferno. L’anticristo è un capo politico mentre il falso profeta  (La Bestia) è un capo religioso. Saranno gettati vivi all’inferno insieme al diavolo che è loro dio. Essi si alleano ma alla fine: "…il diavolo, che li aveva sedotti fu gettato nello stagno di fuoco e zolfo, dove sono anche la bestia e il falso profeta: saranno tormentati giorno e notte per i secoli dei secoli" (Apocalisse 20, 10) Tutte le vicissitudini sono descritte nell’Apocalisse di Giovanni, quindi è consigliabile procurarsi una Bibbia (è consigliabile quella di Gerusalemme o la Bibbia CEI). L’avvento del capo politico mondiale, che descriverò più chiaramente citando una esegesi estremamente verosimile, dovrebbe avvenire subito dopo il "rapimento della Chiesa", di cui parlerò più avanti, attraverso una serie di stratagemmi, senza usare la forza, ed egli è simboleggiato nella Bibbia da un cavaliere su un cavallo bianco (primo sigillo nella prima serie di giudizi di Dio che alcuni esegeti presumono che dovrebbero durare 21 mesi). Il suo periodo di governo sarebbe diviso in due fasi, complessivamente 3 anni e mezzo. Sarà già stata instaurata una "religione" mondiale, (e da questo punto di vista vi sono già i presupposti), che dopo un lungo periodo di guerra come quello appena iniziato, che non "offenda" la sensibilità altrui. Oggi in fondo che si dice? E anche un certo ecumenismo dove si fonda? "Tutte le fedi hanno gli stessi meriti, vediamo ciò che ci unisce non ciò che ci divide, il Dio degli Indù è lo stesso Dio dei cristiani e dei musulmani. Alla fine arriveremo ad avere un dio che include tutto e tutti, un dio a misura d’uomo che nulla a che vedere con il vero Dio, con il Dio biblico, con il Dio dei cristiani, dei cattolici. Ci siamo? Andiamo avanti.Nella prima fase l’anticristo è investito da n forte potere spirituale da satana, mentre nella seconda fase il diavolo in persona prende il controllo della situazione. Dalla lettura del capitolo 13, sembrerebbe che l’anticristo muoia e risusciti in quanto satana entra in lui dandogli nuovamente la vita. Questa potenza satanica irrompe sulla terra dopo tre anni e mezzo, come descritto nel capitolo 12, versetto 9 dell’Apocalisse: "Scoppiò quindi una guerra nel cielo: Michele e i suoi angeli combattevano contro il drago. Il drago combatteva insieme con i suoi angeli, ma non prevalsero e non ci fu più posto per essi nel cielo. Il grande drago, il serpente antico, colui che chiamiamo il diavolo e satana e che seduce tutta la terra, fu precipitato sulla terra e con lui furono precipitati anche i suoi angeli".A questo punto dovrebbero verificarsi una serie di eventi che segnano l’inizio della Grande Tribolazione. Viene profanato il ricostruito Tempio di Gerusalemme, con l’abominio della desolazione di cui parla il capitolo 24 del Vangelo di Matteo. Dunque verrebbe rotto un patto stipulato all’inizio di questa tribolazione, tra l’anticristo e lo Stato di Israele dopo il rapimento della Chiesa (i cristiani sono dunque esonerati da queste vicissitudini). Dunque viene distrutta e depredata del suo potere e dei suoi averi la Babilonia spirituale costituita dall’insieme di tutte le religioni del mondo, a cui ho fatto cenno sopra, che hanno reso se stesse l’oggetto di culto sostituendosi a Dio. E qui desidero aprire una breve parentesi, nel Vangelo di Giovanni, al capitolo 4, versetti 22-24 si legge: "Voi adorate quel che nn conoscete, noi adoriamo quello che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. Ma è giunto il momento, ed è questo, in cui i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; perché il Padre cerca tali adoratori. Dio è spirito e quelli che lo adorano devono adorarlo in spirito e verità".  Fermiamoci un attimo: adoriamo Dio in spirito e verità o solo attraverso formali ritualismo "religiosi"? La nostra è una spiritualità autentica o religiosità che attinge dalle sub-culture popolari? Com’è il nostro rapporto personale con il Dio vivente, Gesù Cristo?Quando l’anticristo prenderà il potere il mondo sarà così "stressato", (già siamo a buon punto), che accetterà questo astuto e viscido personaggio, addirittura scambiandolo per il "vero" messia. Gesù Cristo lo ha predetto: "Io sono venuto nel nome del Padre mio e voi non mi ricevete; se un altro venisse nel proprio nome, lo ricevereste" (Vangelo di Giovanni, capitolo 5, versetto 43). La gente avrà già in fronte il marchio 666 (sotto pelle) senza il quale non si potrà nè vendere né comprare e attraverso il quale l’anticristo potrà trasmettere in tempo reale la sua capacità persuasiva, con una traduzione simultanea, catalogare ogni mossa. La perversione sarà infiltrata ad ogni livello e strato della società tanto che Gesù ebbe a dire: "Il Figlio dell’uomo, quando verrà, troverà la fede sulla terra"? (Vangelo di Luca, capitolo 18, versetto 8).