Problema Rifiuti: L’UE bacchetta l’Italia

0
1005
rifiuti.jpg

Il belpaese non ha seguito le indicazioni comunitarie in materia di smaltimento

Bruxelles mette in guardia l’Italia sull’emergenza rifuti. "Seguiamo molto da vicino la situazione in Campania, e nei prossimi giorni valuteremo se prendere nuove decisioni, adottando nuove misure", ha ammonito la portavoce del commissario Ue all’ambiente, Stavros Dimas.

La commissione lo scorso  giugno era rimasta sbigottita dalle immagini televisive che mostrano tre quarti del Sud sporco, in particolare a Napoli. Far vedere all’Europa intera gruppi di improvvisati piromani che davano fuoco all’immondizia, non è stata certo un’immagine che ha fatto onore al nostro paese, già ripreso più volte per svariate ragioni. Da qui, l’accusa mossa alle nostre istituzioni: incapacità di gestione delle questioni interne, nonché di salvaguardia della salute pubblica. Per questo, l’Unione Europea ha in animo sanzioni verso il Paese, e consiglia un immediato riassetto con le regole comunitarie previste dai trattati. Nonostante ciò, da sei mesi Bruxelles langue in un’aspettativa a partoriente, per ora negata. Tutto tace, sul fronte dello Stivale. La speranza e la ripresa auspicate da Romano Prodi e dal Presidente della Repubblica Napolitano sembrano ad oggi quanto di più lontano dalla realtà interna. C’è un continente intero a ricordarcelo.

 

 

LEAVE A REPLY