La nostra Mascot…la tartaruga

0
2934

Perchè proprio una tartaruga?

Perchè rispecchia molto la personalità dell’ideatore dell’Italoeuropeo: la tartaruga ha una corazza dove si nasconde e vive una sua vita interiorere, un pò come il nostro fondatore che spesso si chiude per leggere e interpretare il suo mondo interiore.

La tartaruga è lenta, ma non si fa abbattere facilmente, è testarda, pacifica, va in letargo per rigenerarsi….e non per perdere tempo….così come il nostro fondatore che dopo tanto creare, a volte si deve rigenerare e lo fa mettendosi in stretta comunione con la natura, libri, musica e la  poesie.

Le testuggini hanno  un senso dell’orientamento molto preciso: se vengono spostate qualche centinaio di metri dal territorio al quale sono molto legate ci ritorneranno in breve tempo, così il nostro ideatore, che mantiene sempre il giusto orientamento nella vita.

La tartaruga, perchè è lenta, e in un mondo dove ormai tutto corre, tutto sfugge, la tartaruga è lì con la sua lentezza ad insegnarci che chi va piano va sano e lontano….molto lontato….

Le testuggini vivono molto allungo…ed è quello che si augura il nostro fondatore per L’italoeuropeo…

Una piccola STORIA GRECA …..

Il paradosso di Achille e della Tartaruga
Achille fa una gara di corsa con una tartaruga. Poiché Achille è velocissimo e la tartaruga è lentissima decide di darle 1 metro di vantaggio.
In questo modo Achille non riuscirà mai a raggiungere la tartaruga infatti:

  1. per raggiungere la tartaruga Achille dovrà percorrere 1 metro, ma nel frattempo la tartaruga avrà percorso 10 cm e quindi sarà ancora in vantaggio…
  2. per raggiungere la tartaruga Achille dovrà percorrere 10 cm, ma nel frattempo la tartaruga avrà percorso 1 cm e quindi sarà ancora in vantaggio…
  3. per raggiungere la tartaruga Achille dovrà percorrere 1 cm, ma nel frattempo la tartaruga avrà percorso 1 mm e quindi sarà ancora in vantaggio…
  4. per raggiungere la tartaruga Achille dovrà percorrere 1 mm, ma nel frattempo la tartaruga avrà percorso 0,1 mm e quindi sarà ancora in vantaggio…

Poiché questa situazione si ripete all’infinito, Achille, il corridore più veloce della Grecia, non raggiungerà mai la tartaruga.