ALBELICE SCRIVE AL COMITATO DI PRESIDENZA DEL PDL E DENUNCIA L’ALLARME BROGLI

0
1087

COMPRAVENDITA PLICHI ELETTORALI IN EUROPA-Salvatore Albelice, candidato alla Camera per il PDL nella Circoscrizione Europa, lancia l’allarme brogli.

COMPRAVENDITA PLICHI ELETTORALI IN EUROPA:


Salvatore Albelice, candidato alla Camera per il PDL nella
Circoscrizione Europa, lancia l’allarme brogli. In una
lettera inviata nei giorni scorsi al Comitato di Presidenza
del Popolo delle Libertà, Albelice denuncia lo scandalo
che da giorni si sta verificando in paesi come Belgio,
Francia e Germania. Furti all’interno delle cassette delle
poste, tutto come due anni fa, anche quando i plichi, e non
ci si spiega come, in paesi come il Belgio e altri
dovrebbero essere consegnati per raccomandata al legittimo
destinatario. In Belgio infatti la locale ambasciata ha
deciso di inviare a propria discrezione i plichi attraverso
raccomandate. Tantissime le segnalazioni di elettori che
infatti dichiarano di aver aperto le proprie buste
"raccomandate" senza averle però mai firmate. Mistero dei
misteri. Sotto accusa quindi anche i postini che
lascerebbero nelle cassette le raccomandate anche quando il
destinatario non è presente, senza quindi presentargli
alcun avviso. Inoltre nei bar e nei centri di aggregazione
italiana succede l’incredibile – sostiene ancora Albelice:
una vera e propria compravendita delle buste. Da 5 euro in
su. Un mercato nero gestito da malavitosi al quale Albelice
chiede di porre fine con controlli severi da parte dei
vertici di tutti i Partiti.

Albelice sottolinea in un video appello che qui vi
proponiamo anche agli stessi cittadini italiani in Europa di
intervenire e di vigilare. «Basta con la vendita dei
plichi, fermiamo questo scempio. Non è possibile vendere
il proprio Paese per 5 o 7 euro. E’ per il nostro bene che
dobbiamo farlo. Per noi, per i nostri figli.
Indipendentemente da chi voterete dovete infatti scegliere
persone che avranno a cuore i vostri interessi, al di là
del colore politico, persone che da anni si occupano dei
problemi dell’emigrazione italiana all’estero e non persone
che andranno al Governo solo per il proprio tornaconto.
Scegliete solo chi da anni vive con voi e si batte per voi,
ne va del vostro e del nostro futuro».

Ecco la video denuncia di Albelice che potete trovare su
youtube al seguente link:

http://www.youtube.com/watch?v=GZgHdBc57lE

Il video è anche presente sul sito di Salvatore Albelice
nella sezione VIDEO:

http://www.salvatorealbelice.eu/video.html

Ecco invece la lettera inviata al Comitato di Presidenza del
Popolo delle Libertà nei giorni scorsi.

Cari amici del Popolo delle Libertà,

A pochi giorni dal voto in tutta Europa sta succedendo di
nuovo quello che accadde due anni fa. Una situazione
allarmante, che definire scabrosa è un eufemismo.
Mi riferisco non solo ai temuti furti dei plichi elettorali
direttamente nelle cassette delle poste ma anche ad una vera
e propria compravendita delle schede, un mercato nero che
rischia di condizionare l’esito finale del risultato
politico.
Da cittadino italiano in Belgio non posso non riconoscere
che qui da noi le cose vanno leggermente meglio rispetto
agli altri paesi della Circoscrizione Europa, vedi Francia e
Germania, grazie soprattutto all’impegno dell’Ambasciatore
Sandro Maria Siggia. I plichi infatti sono stati spediti il
giorno 26 per raccomandata e vengono consegnati, o almeno
dovrebbe essere cosi, direttamente nelle mani del
destinatario. Spesso però può anche accadere, e c’è
gente che l’ha osservato con i propri occhi, che i postini
anzichè lasciare l’avviso quando il destinatario è
assente mettono ugualmente la busta nella cassetta. Allora
è facile, per chi è stato incaricato di prelevare i
plichi, che sono molti grandi e riconoscibili perchè di
colore bianco, prelevarli. In ogni Paese la situazione è
diversa ma l’allarme è ugualmente alto. Raccontarlo, cari
amici, fa male. Ma dobbiamo intervenire. Evitare che succeda
quello che è successo due anni fa. Lo sappiamo bene che il
Centro Destra non ha Patronati, a parte l’Enas. Il resto
sono tutti di Centro Sinistra. Devo aggiungere altro?
Insomma che fine hanno fatto i Comites e il Cgie. Non
dovevano essere loro, in primo luogo, insieme ad ambasciate
e consolati, a vigilare sulla regolarità del voto? Invece
la politica, una politica di sinistra, ha finito con lo
svilire il ruolo di queste istituzioni che vanno quindi
riformate. Tra l’altro sono tra quelli che ritiene
addirittura utile la cancellazione del CGIE.
Ma vado avanti amici miei, non è finita qui.
In Europa, in America Meridionale, in Australia, i brogli ci
sono stati e rischiano di esserci. In ogni territorio c’è
un metodo diverso. La finalità è la stessa. Pilotare il
voto. Sappiamo bene quello che sta accadendo in Sudamerica
con i misteriosi 120mila plichi stampati in più. Perciò
ha ragione Cambiano, candidato dell’UDC in Europa per il
Senato quando dice che molti si stanno già organizzando
per manovrare la propria vittoria elettorale. Quello che
dice Cambiano è la pura verità. In Europa c’è già
una compravendita di plichi elettorali. La quota di una
busta inizialmente era data erroneamente a 500 euro, sembra
però che il prezzo sia da 5 in su. Insomma c’è un giro
di malavitosi che come accadde nel 2006, quando non può
prelevare i plichi dalle buste li compra direttamente dalle
mani di chi li ha già ricevuti. 5 euro o di più? Questo
non lo so, non posso quantificarlo, sono certo però che
tutto questo è sotto i nostri occhi. Dobbiamo fare
qualcosa. Se vogliamo davvero che l’Italia volti pagina
dobbiamo impedire questo scempio. Non è giusto che il voto
sia falsato in questa maniera. Insieme possiamo evitarlo.
Ancora adesso amici siamo in tempo per organizzarci.
Possiamo inviare persone a vigilare, osservatori incaricati
direttamente, come è accaduto in altri Paesi di
controllare la regolarità del voto.

In fede,
Salvatore Albelice
Candidato per il PDL nella Circoscrizione Europa
Bruxelles