ELEZIONI 2008: HA VINTO SILVIO BERLUSCONI

0
1498
images

VELTRONI HA CHIAMATO BERLUSCONI PER DARGLI ATTO DELLA VITTORIA. Il leader del Pd: gli auguro buon lavoro.

Le proiezioni mostrano una vittoria del Pdl sia alla Camera sia al Senato. La coalizione di Berlusconi, secondo Consortium per la Rai ha 164 seggi al Senato, contro i 139 di Pd-Idv e i 3 dell’Udc. Per la Camera: 340 a Pdl-Lega-Mpa, 241 al Pd-Idv. Crolla la Sinistra Arcobaleno: Bertinotti lascia:. Bossi: siamo forti. Casini: ora opposizione costruttiva. Telefonata Berlusconi-Fini: profonda soddisfazione.

Netta vittoria di Silvio Berlusconi alle elezioni. Mentre procede lo spoglio delle schede, il vantaggio del Pdl appare largo sia al Senato, dove il risultato sembrava più incerto, che alla Camera dove i sondaggi accreditavano una larga vittoria alla coalizione di Berlusconi. Forte e determinante avanzata della Lega, ferma intorno al 5% l’Udc, disastro per la Sinistra Arcobaleno, che resterebbe fuori dalla Camera, dove il numero dei partiti si riduce drasticamente: entrano infati solo Pdl e Lega, Pd e Idv, e Udc.

L’alleanza formata da Pdl, Lega e Mpa conquisterebbe al Senato 164 seggi (46,7%), contro i 139 di Pd e Idv (38,6%). Una maggioranza chiara (oltre 8 punti percentuali quando sono state scrutinate oltre due terzi delle sezioni) che, se i risultati verranno confermati, consentirà a Berlusconi di formare un nuovo governo con un margine di tutta sicurezza anche al Senato. Alla Camera Pdl-Lega-Mp, secondo la terza proiezione Consortium, conquisterebbero invece senza difficoltà il premio di maggioranza di 340 deputati con il 45,2% dei voti, quasi sei punti davanti a Pd e Idv, fermi al 39,1% (241 seggi). L’Udc si attesterebbe al 5,3% (34 seggi). Fuori da Montecitorio invece la Sinistra, ferma al 3,4%, e la Destra al 2,8%.

«Aspettiamo i dati definitivi ma per ora sono convergenti su un distacco notevole, difficile da colmare», ha detto il responsabile comunicazione del Pd Ermete Realacci, ammettendo la sconfitta del partito, ma sottolineando anche che «la crescita dei Democratici c’è stata».

Esulta soprattutto Umberto Bossi, che vede la sua Lega accrescere fortemente il suo peso. «La Lega sarà l’arbitro di questo governo», ha commentato Antonello Soro del Pd. Esce invece a pezzi dalle urne la Sinistra Arcobaleno, che potrebbe restare fuori alla Camera, dove sembra non aver ragiunto la soglia del 4%. L’Udc al Senato si ferma invece intorno al 5% alla Camera e al 5,6% al Senato.

In leggero calo l’affluenza che scende all’80% dall’83% della consultazione precedente.

Veltroni: «Ho telefonato al leader del Pdl per dargli atto della vittoria»

ROMA – «Come è prassi in tutte le democrazie occidentali, ho telefonato a Berlusconi per dargli atto della vittoria ed esprimergli l’augurio di un buon lavoro». Sono le prime parole del leader del Pd Walter Veltroni per commentare l’esito del voto.

«Il Pdl ha visto calare i propri consensi rispetto alle forze che lo compongono, mentre c’è un rafforzamento della Lega» ha aggiunto il leader del Pd. «Ora si apre una stagione di opposizione nei confronti di una maggioranza che avrà difficoltà a tenere insieme ciò che è. Non sappiamo quanto durerà, perchè le differenze programmatiche permangono» ha aggiunto il leader del Pd. «Penso che il Pdl sia chiamato a sciogliere la contraddizione se è una alleanza elettorale o un partito» ha detto ancora Veltroni. L’ex sindaco di Roma ha anche affermato che «il Pdl dovrà presto sciogliere il nodo se essere un partito o rimanere un semplice cartello elettorale». «Confermo la nostra piena disponibilità ad affrontare insieme al Pdl le riforme istituzionali e la riforma elettorale» ha comunque aggiunto Veltroni.

«Il Paese ha ribadito con forza il proprio rapporto con la democrazia e le istituzioni. Non condivido – ha aggiunto Veltroni – i toni usati da alcuni sull’affluenza alle urne. Anche se c’è stato un calo del 3% si sono comunque recati alle urne l’80% dei cittadini» ha spiegato Veltroni. 

Bertinotti: ”Lascio la direzione”. Giordano (Prc): la casa della sinistra va ricostruita

"Dobbiamo ripartire ricostruendo una casa per la sinistra". Cosi’ il segretario del Prc Franco Giordano ha commentato, ospite di Bianca berlinguer nello speciale elettorale del Tg3, il risultato de La Sinistra L’Arcobaleno, negativo oltre ogni previsione dal momento che secondo i dati disponibili finora la nova formazione politica potrebbe non superare la soglia di sbarramento ne’ al Senato ne’ alla Camera.

Anche Boselli ha dichiarato che intende ritirarsi dalla politica.