Il Papa incontra alcuni esemplari di animali australiani

0
1182
papa.jpg

Benedetto XVI ha incontrato questo mercoledì alcuni ospiti speciali, tra cui un koala, un wallaby e altri animali australiani, al Kenthurst Study Centre.

“Volevamo offrire al Santo Padre l’opportunità di vedere una parte della fauna australiana, e siamo stati entusiasti quando i nostri partner del Taronga Zoo si sono offerti di aiutarci”, ha detto p. Mark Podesta, portavoce della GMG08.

“Il Santo Padre ha affermato che voleva vedere alcuni dei nostri animali tipici, per cui siamo stati più che felici di offrirgli questa esperienza”, ha rivelato.

Il sacerdote ha detto che lo staff dello zoo è stato molto professionale e ha mostrato grande amore nei confronti degli animali di cui si prende cura, tra un cui koala, un wallaby, un pitone, una lucertola, un coccodrillo e un echidna. Il Papa ha accarezzato gli animali e ha ringraziato la squadra del Taronga Zoo.

Prima di incontrare gli animali, il Papa ha inviato il suo sms quotidiano: “Lo Spirito Santo ha dato agli Apostoli & dà a voi il potere di proclamare con coraggio che Cristo è risorto! – BXVI".

Intorno a Sydney, i pellegrini hanno ricevuto un vero trattamento australiano quando in più di 200 luoghi sono state offerte oltre 220.000 fette di pane con salsicce e salsa di pomodoro.

L’ambasciatore della Giornata Mondiale della Gioventù Jared Crouch ha servito salsicce ai pellegrini all’Università di Notre Dame, Broadway.

Se le 220.000 fette di pane venissero allineate attraverserebbero il Sydney Harbour Bridge 21 volte.

Le catechesi di questo mercoledì si sono concentrate sulla chiamata a vivere nello Spirito Santo. Le isole Wallis e Fortuna, una delle Nazioni più piccole che partecipano alla GMG, sono state rappresentate dal Vescovo locale De Rasille, che ha parlato in francese nella parrocchia di St Joseph a Oyster Bay.

Per questo mercoledì sono previsti in tutta Sydney più di 150 eventi del Festival della Gioventù. Dalle 14.00 alle 22.00 sono state organizzate danze tradizionali di Figi, Samoa, Tonga, Polinesia e degli aborigeni australiani.

La band cristiana italiana di heavy metal Metatrone si esibirà al Tumbalong Park. Il sacerdote rapper del Bronx Stan Fortuna riunirà una grande folla nei suoi concerti alla Royal Hall of Industries, al Moore Park e a Bondi Beach.

Un grande raduno di cattolici italiani si svolgerà al Sydney Convention and Exhibition Centre e verrà trasmesso in Italia dalle 16.30 alle 18.30. All’evento parteciperà Richard Campbell, con esibizioni di Gary Pinto e dei Metatrone. Sarà presente anche l’ambasciatore italiano in Australia.

Questo giovedì sarà il “Super Holy Thursday”: il Papa visiterà il santuario di Mary MacKillop e poi attraverserà il porto di Sydney in nave prima di ricevere il benvenuto a Barangaroo.

Il suo ultimo evento sarà un corteo ufficiale da Barangaroo alla Cattedrale di St Mary.


Il Premier australiano sottolinea il rapporto fede-ragione

Dà il benvenuto ai giovani in Australia

SYDNEY, mercoledì, 16 luglio 2008 (ZENIT.org).- Il Primo Ministro australiano ha dato il benvenuto ai partecipanti alla Giornata Mondiale della Gioventù nel suo Paese, affermando che fede e ragione sono “grandi partner” nella storia e lo saranno in futuro.

Il premier Kevin Rudd ha parlato ai giovani riuniti a Sydney per la XXIII GMG prima della Messa di apertura dell’evento, celebrata dal Cardinale George Pell.

“L’Australia dà il benvenuto ai giovani del mondo a Sydney. Dà il benvenuto ai giovani del mondo a questa celebrazione di fede e di vita. Come Primo Ministro australiano, do il benvenuto a voi che provenite da ogni Paese, ogni sentiero, ogni continente su questo nostro pianeta”, ha affermato.

Il leader ha detto ai giovani che sono la “luce del mondo in un momento in cui nel mondo c’è tanta oscurità”.

“Troppo spesso nella storia quando i giovani hanno viaggiato in grandi numeri verso altre parti del pianeta lo hanno fatto a causa della guerra, ma voi che siete qui oggi siete pellegrini di pace”, ha osservato.

Il Primo Ministro ha anche parlato del ruolo della fede nel mondo odierno e nella storia.

“Alcuni dicono che non c’è posto per la fede nel XXI secolo. Io dico che sbagliano. Alcuni sostengono che la fede è nemica della ragione. Secondo me sbagliano anche loro, perché fede e ragione sono grandi partner nella nostra storia umana e nel futuro dell’umanità. Ricchi in umanità, ricchi nel progresso scientifico”.

“Certe persone dicono solo ciò che ritengono sbagliato nel cristianesimo e nella Chiesa. Io dico: ‘Lasciateci parlare anche di ciò che è giusto’”.

Rudd ha sottolineato che la Chiesa ha avviato le prime scuole e i primi ospedali per i poveri, commentando che “il cristianesimo è stato una forza schiacciante per il bene nel mondo”.

“L’Australia è una terra di grande libertà, di molte culture, di molte fedi”, ha continuato, “ma anche un Paese profondamente modellato dalla sua eredità e dal suo futuro cristiano, dei quali siamo orgogliosi. E in questa grande eredità cristiana, rispettiamo profondamente la grande eredità cattolica dell’Australia”.

Il cattolicesimo è la tradizione religiosa con il più alto numero di fedeli in Australia, circa il 26% dei 20 milioni di abitanti.

“Voi venite qui come giovani pellegrini del mondo”, ha concluso Rudd. “Vi dico, come Primo Ministro australiano, che siete ospiti benvenuti nella nostra terra. Possa ciascuno di voi uscire arricchito dal suo soggiorno qui tra noi in Australia come voi arricchite il Paese nella vostra permanenza. Benvenuti in Australia”.