Uragano e inondazioni a Haiti

0
1375

Dichiarazione di Massimiliano Cosci, capo missione di MSF da Raboteau, bidonville della città di Gonaives, nella parte nord-occidentale del paese Port-au-Prince / Roma, 5 settembre 2008 (ore 18.00)
“Da ieri abbiamo attivato un pronto soccorso e abbiamo iniziato le consultazioni mediche a Raboteau dove tutte le strutture sanitarie esistenti sono state devastate dalle inondazioni e la situazione è drammatica. Da stamattina abbiamo iniziato le operazioni urgenti. La nostra equipe è composta di cinque operatori sanitari, tra cui un chirurgo, e 2 logisti. Sarebbero già 400 le persone con sintomi acuti respiratori e intestinali. Sono 250mila le persone colpite dalle inondazioni che vivono in quest’area. Iniziano ad affiorare i primi cadaveri. Le priorità in questo momento sono l’acqua e il cibo. Ieri abbiamo trasportato fin qui una tonnellata di materiale medico. Siamo in attesa di un elicottero per raggiungere un villaggio dove 4mila persone sono rimaste completamente isolate”