Coppa Davis – La Spagna in finale con l’Argentina

0
1125

Sesta finale di Coppa Davis per gli iberici che se la vedranno controla difficile Argentina In finale la Spagna affronterà l’Argentina che ha battuto la Russia 3-2 a Buenos Aires. Nicolay Davydenko è riuscito a mantenere viva la sfida battendoDavid Nalbandian per 6-3, 3-6, 7-6, 6-0 e portando il punteggio sul 2-2, ma nel singolare decisivo Juan Martin Del Potro non ha avuto nessun problema a superare Igor Andreev 6-4 6-2 6-1.
Andy Roddick non sarà un fenomeno sulla terra battuta ma è comunque un top ten che è stato anche al vertice della classifica mondiale. Contro il numero 1 di adesso Rafael Nadal, l’ex kid del Nebraska non è riuscito a conquistare più di otto giochi in tre set (6-4 6-0 6-4) eppure non si può nemmeno dire che lo statunitense abbia giocato male. Semplicemente, il maiorchino ha giocato in modo incredibile.
A caricare il mancino di Maiorca sarà stato lo scenario battagliero della Plaza de Toros gremita di 21000 spettatori oppure il ricordo dell’unico precedente disputato contro A-Rod, che risale a quattro anni fa, sempre in Coppa Davis, quando a Siviglia contro gli Stati Uniti la Spagna conquistò la seconda insalatiera della sua storia.
Dopo oltre un’ora e mezza di ritardo a causa della pioggia, è iniziato il match che Nadal ha dominato dall’inizio alla fine, mettendo a segno ben 60 vincenti (contro i 39 dell’americano). "Oggi sono stato praticamente perfetto – ha detto Nadal – mi sono stupito anch’io per alcuni punti che ho messo a segno". Andy Roddick ha preso la sconfitta con filosofia e sportivamente al termine dell’incontro ha elogiato il suo avversario: "Quando gioca così è il più forte tennista sulla terra battuta di tutti i tempi".