IMPORTANTE APPELLO per dare voce al grido dei cittadini della Val di SERCHIO

0
1000

 
Egregi Giornalisti

Faccio appello al vostro professionalismo dato che il Comune di Barga e la Provincia di Lucca ed il PAI/PTC con il loro potere politico commettono errori e marginano il diritto del cittadino ed il giusto sviluppo della Valle del Serchio.

 

Il soggietto e’ la VARIANTE Urbanistica del Comune di Barga nella quale si commette infrazioni gravissime chiedendo riclassificazione di terreni qualificati allo sviluppo socio economico del paese, queste richieste vengono proposte  per proteggere errori commesi nel passato.

 

Per proporre un cambiamento al piano edile e urbanistico, per esercitare una VARIANTE, deve esistere una richiesta,  un’osservazione,  che sia di un ente publlico o di un privato, la dove il richiedente deve assumere la responsabilita ed essere noto.

 

Nel caso della VARIIANTE proposta e’ piu di due anni che richiediamo questa informazione al Comune di Barga ed alla Provincia di Lucca. ma non abbiamo mai ricevuto una risposta coerente.

 

Al contrario di quello che viene pubblicato dove si dichiara chiarezza delle definizioni e coerenza alla partecipazione con il cittadino, il sistema politico decide,  procede e esegue commetento inregolarita per proteggere scielte e decisioni sbagliate del passato.

 

Dal novembre 2007 abbiamo inviato oseervazioni al Comune di Barga, ed alla Provincia di Lucca. e nessuna di esse e stata pubblicata sul sito del Comune,

 

Faccio appello alla S.V gent’mo Assesore Antonio Da Prato, vedi annotazione e promesse sul sito del Comune Di Barga sotto Avvisi e Communicazione. Sub-title Communicazione dell’Ass.Da Prato,

vedi Avviso partecipazione formazione ps del Sindaco l’onorevole Umberto Sereni

Sotto Valutazione Intrgrata ,

Vedi Il Garante della communicazione Resp. Dott. Clarice Poggi.

 

Nessuno di voi ha eseguito nel nostro caso la trasparenza all’ informazione,  la GARANTE: garantisce, la COMUNICAZIONE: comunica e transmette, la PARTECIPAZIONE: invita, quanti nel Comune di Barga, non politici ma cittadini sono a conoscienza delle osservazioni che vi abbiamo fornito dato che non sono mai state pubblicate, come puo il cittadino intervenire sulle decisioni collettive se le Autorita Governativa nasconde l’informazione,.

 

Non solo una volta o due ma ripetutamente dentro il periodo di ormai due anni, al contrario di quello che pubblicate nelle vostre risposte tutte le volte che mio fratello Giovanni Lenzi personalmente vi incontra non avete risposta alle nostre richieste trovandovi imbarazzati ed a disagio consapevoli di essere in errore  lontani dalle realta dei fatti nelle vostre decisioni.

 

Invito il Comune di Barga ad una conferenza stampa, nellla quale mio fratello Giovanni Lenzi puo attendere per rappresentare I proprietari dei terreni in soggietto, io saro’ piu che lieto di partecipare via phone conference o nei migliori dei casi con collegamento internet  in tal caso si  puo esaminare la moltitudine di dati che ho estratto per chiarire ancora una volta quanto e valida  e sostenibile la nostra richiesta di mantenere questi terreni a PN, Produttive Nuove.

 

Non si curano sbagli con ulteriori errori che dannegiano l’ambiente e l’interesse pubblico non e giustificabile, ne valido esercitare politiche che dannegiano la comunita.

 

Per chiarire, i proprietari dei terreni presso la Stazione Barga Gallicano non solo contestano la reale adequatezza dei vincoli ambientali imposti con lo strumento di pianificazione provinciale ma rilevano la mancata attenzione nel processo edile ed evolutivo di questi ultimi anni.

 

Nel 2007 ebbi una grande opportunita di inserire un complesso Statunitense di technologia avanzata che avrebbe creato incredibile opportunita di impiego professionale per I giovani della Valle del Serchio portando un allaciamento tecnico globale  ma con la VARIANTE il Comune ci chiuse la porta in faccia.

 

Se le proposte di questa VARIANTE, dove si esebisce la richiesta di cambiare  la zona da PN edificabile a VF  ed il focus e di garantire il rispetto della salvaguardia ambientale imposte dal PTC,  nella coerenza  del nuovo Piano Urbanistico,  quando questa VARIANTE viene stabilita ed esercitata si deve fermare lo sviluppo della localita Frascone e Ghitarrino per mancanza di adesione agli stessi vincoli paesaggisti ed ambientali, 

 

Quando il nuovo Piano Edile verra adattato lo sviluppo della PIP dovra essere completamente riesaminato data la mancanza di adesione alle nuove norme ambientali imposte dal PAI ed il PTC trasmesse nel sistema esecutivo della VARIANTE..

 

Ne faro un caso personale di coinvolgere la Regione Toscana e la Comunita Europea dato che essi sono stati uno strumento fondamentale per lo sviluppo con finanziamenti DOCUP.

 

Per il rinnuovo del Piano Urbanistico si deve esaminare tutta la zona coerente, il piano di direzione include tutte le localita che fanno parte del complesso del Piano.

 

Nel presente, sul sito Web del Comune esiste una chiarissima mancanza di dati technici e cartine/mappali,  e quelli che esistono sono frantumati rappresentando solo in parte il territorio.

 

Questo puo solo inviare un messagio chiarissimo la mancanza di analisi, i Professionisti assunti per arrivare alla concretezza degli studi e risultati oneri devono esaminare la completezza dei dati altrimenti I risultati non sono validi, quanto pieni di assunzioni ed incertezze, questo e un fatto serio e cruciale non si puo effetuare studi parziale per raggiungere decisioni importantissime sul futuro della Valle e dei suoi cittadini

 

Di nuovo presento la realta aderente agli scopi., la localita Frascone non solo e vincolata dalla pertinenza fluviale e paesaggistica ma dalla fragilita franosa, e dato che sono a conoscienza della realta ambientale perche sono cresciuto, vissuto per 18 anni al Colomabia sul terreno esiste una sorgente, una grande risorsa idrica  che a norma di legge doveva essere destinata alla protezione art. 94 del D.lgs 152/06 chs delimita lo sviluppo edile.

 

Vedi sotto estratto dalla linea guida della Variante del Comune di Barga.

 

 

 

In una Email che inviero’ nei prossimi giorni in risposta ad una corrispondenza che ho ricevuto dall’ Arch. Signora Francesca Lazzari “ Dipartimento Infrastutture Urbanistica Provincia di Lucca. prot. no, RT2061/N7C1 inviata in data 11 Novembre 2008. si noti esattamente quasi un anno dalle (4) quattro richieste via Email che inviai al Presidente della Provincia di Lucca Signor Baccelli  (24 novembre 2007, la prima , seguita dal 4, 13, e 14 dicembre 2004) e dalla lettera raccomandata (Registered USA Mail) con Messa in Mora pervenuta alla provincia in data 23 gennaio 2008,   

 

Questa nostra corrispondenza  richiedeva chiarificazioni del contenuto,  dato che la documentazione che ho raccolto e mantenuto non verifica il contenuto di molte sinteci  dove l’ Arch. Francesca Lazzari afferma che non si tratta di vincoli ma una precisa disposizione vigente dell’anno 2000 allo scopo di salvaguardare le risorse ambientali del territorio. 

 

Prenda nota, che contradizione massiccia, anno 2000, allora e chiaro e semplice ed evidente, si e consetito lo sviluppo ignorando le norme su altre zone ed adesso per protezione si cerca sfogo commetendo ulteriori violazioni,  paralizzando un centro dinamico alla competenza dell’applicazione produttiva eliminando la capacita di sviluppo produttivo.

 

Le Autorita dirigenti del Comune di Barga e della Provincia ingiustificatamente ci accusano, noi I proprietari di non aver agito nel tempo opportune..

 

Di nuovo facciamo presente che nel 2004 un Progetto di Piano Attuativo per Insediamenti Produttivi fu elaborato a presentato al Comune di Barga dallo Studio Technico Professionale Ing, Renzo Luvisi,  collaboratori Geometra Marco Parducci e Geometra Giovanni Chiocchetti protocollo 20164/15327.

 

Dove l’opposizione dell’ente Amministrativo con varie richieste distrusse la proposta legittima e legale perche basata sul rispetto e l’equilibrio dell’ambiente in coerenza con I vingoli esistenti.

 

Nello stesso periodo il Comune di Barga richiedeva assistenza finanziaria alla Regione Toscana e la Comunita Europea allo scopo di assistere I privati con fondi economici del piano DOCUP, fondi di finanziamento ricevuti. 

 

Credo doveva agire con la stessa disciplina verso il Professionista Luvisi.

 

Non vogliamo piu sentire il commento che non abbiamo agito nel tempo previsto, questa e’ una falsa dichiarazione considerando anche che dal 2007 abbiamo inviato una moltitudine di richieste ed di interessati ai quali il Comune di Barga ha rivolto no interesse,

 

Continuando in questa sbadata direttiva, non solo si crea una falsa situazione ambientale ed una dislocazzione alle norme edili  ma si descrimina verso il diritto dei cittadini proprietari dei terreni in esame presso la Stazione Barga Gallicano, le faccio noto che essi hanno gli stessi diritti dei proprietari della localita Frascone, gli stessi diritti dei politici che devono rappresentarli con la massima integrita morale,

 

Si vive nel 2009 e nessuno ha piu potere delle leggi e del loro contenuto, il favoritismo e la descriminazione e un atto che viene punito severamente da ogni forma di governo democratico, ogni cittadino fa parte del tessuto integrale nei sistemi democratici e verso co lui che opera e vive nel completo rispetto delle leggi che sia religione diversa o di nazionalita diversa va mantenuto ed esercitato il diritto di uguaglianza,

 

Costituzione Italiana

 Art. 2

 Art. 3

 

Costituzione Europea

Art. I-45___Principio Uguaglianza Democratica

Art. I-46___Principio Della Democrazia Rappresentativa

Art  I-47___Principio Della Democrazia Partecipativa

 

Nel mio caso perche sono cittadino Americano

 

United States Constitution

The 5th   Amendement

The 14th Amrndement

 

 

Ribadiamo la nostra fondata convinsione che un corretto sviluppo dell’area non andrebbe a incidere sull’equilibrio idrologico della zona.  Questo in relazione anche all’inquinamento delle acque, in quanto una parte dei terreni resta permiabile e quindi capace di autodepurazione.

 

Inoltre il traffico veicolare sarebbe sicuramente di dimensioni redotte e le attivita’ che vi protebbero essere sviluppate e’ ovvio che seguirebbero le normative volte alla tutela ambientale. inoltre l’area non dovrebbe subire mutamenti morfologici profondi, essendo praticamente pianeggiante.

 

Ma ci sono altri fattori da considerare in relazione all’idoneita’ per il suo sviluppo.  L’area e’ situata in una posizione logistica ideale sia per l’efficace collegamento viario, ulteriormente migliorato con l’apertura del nuovo ponte sul fiume Serchio, sia perche’ e’ adiacente alla Stazione Barga Gallicano la linea ferroviaria Lucca-Aulla.  Sono anni che viene proposto ed e’ ormai emminente il suo utilissimo potenziamento per il trasporto passegeri e merci.

 

Lo riteniamo un aspetto chiave per lo sviluppo della Valle del Srechio, da un lato questo inciderebbe in modo significativo sui costi dei trasporti stessi. (questo aspetto e ritenuto fondamentale dal PTC medesimo all’art.13 “obbiettivi per la valle del Serchio–ai punti B1 e B2),  ma anche da un altro punto fondamentale la salvaguardia dell’ambiente,  altrimenti l’unica alternativa rimane un ulteriore aggravio dell’intensificarsi del traffico su gomma, leggero e pesante con evidenti ripercussioni sull’inquinamento sia atmosferico che idrico e del suolo.

 

Non solo ma obligherebbe ad ulteriori ampliamenti della rete viaria con impatti notevoli proprio sull’equilibrio ambientale e idrologico della Valle del Fiume Serchio.  E’ fin troppo evidente quanto cio’ sia inevitabile anzi migliorabile con un rapido sviluppo della linea ferroviaria.

 

E’ in questa ottica che riteniamo primaria, abbiamo un ulteriore motivo per ritenere la nostra zona idonea per l’impianto di attivita’ produttive.  Nel dire questo non ci riferiamo obbligatoriamente ad attivita’ industriali e artigianali di tipo tradizionale ma anche con caratteristiche technologiche e scientifiche piu’ avanzate,  che sono basilari, sempre nell’ambito di uno sviluppo sostenibile in una realta’ socio-economica moderna.

 

Ribadiamo che cio’ che abbiamo detto e’ volto anche a tutelare i nostri interessi, considerando oltretutto che abbiamo sempre fatto fronte ai nostri doveri,  compresi pesanti oneri finanziari e fiscali che imposte dal comune hanno gravato sulla nostra proprieta dal momento che sono state classificate zona P/N.

 

Invitiamo tutti i Pofessionisti che hanno partecipato agli studi del territorio di analizzare la zona, siamo in posesso di una corrispondenza del Professor Nardi dirigente dell’Autorita del Bacno del Fiume Serchio, dove a contrario di quello che viene pubblicato sulla VARIANTE. dichiara nella sua comunicazione che realizzando opere di  protezione di sicurezza idraulica il territorio puo essere edificato, Relazione che fu fornita al Comune di Barga

 

La variante crea una distorzione della verita degli studi e dei dati reali, si parla di esondazione, data la distanza dal margine del fiume e la caretteristica espansione dei suoi margini in questa zona, questi terreni non sono mai allagati, al contrario di quello che e’ succiesso recentemente al Chitarrino area PIP presso Fornaci di Barga.

 

Inoltre questo territorio risulta notevolmente elevato dal punto di vista morfologico rispetto all’aveo del fiume serchio, visti anche i tempi storici di ritorno degli episodi alluvionali, si puo ritenere un ipotesi remota (raffrontando la zona anche con altre aree urbanizzate e con notevole presenza umana)  un’ esondazione del fiume serchio,

 

Al contrario di quello che sta succiedendo al Ponte di Gallicano come previsto e evidenziata da una delle nostre lettere all’Architetto Lazzari.

 

Richiedo alla vostra rassegna stampa di pubblicare questo articolo nella sua integrita, ed invito politici, cittadini a verificare la concretezza e coerenza di questa corrispondenza, assumo ogni responsabilita del contenuto. consapevole della mia limitata e mediocre capacita di esprimermi nella lingua italiana data la mia lunga assenza dall’italia.

 

Una volta preso atto della mia conunicazione apprezerei moltisimo che mi comunicaste qualsiasi vostra idea, valutazione con intenzione di relazione a cio che vi ho esposto.

 

Vorrei inoltre mettere chiaramente in risalto che quanto ho scritto non ha nessun intento polemico o di attaco verso nessuno al livello individuale ma e’ motivato da un bisogno fondamentale che ogni singolo essere umano di vedere riconosciuti e applicati i principi di equita, imparzialita e giustizia sociale.

 

Per comunicare via Email: georgelenzi@sbcglobal.net

 

Ogni risposta e gradita.

 

George Lenzi

1N341 Richard Ave

Wheaton, Illinois 60188

USA

630 668 7239 Landline

630 390 9860 Mobile

630 779 9007 Mobile alternate