Console Generale di Buenos Aires

0
1072

"Cari connazionali, mi è gradito inviare alla comunità di Buenos Aires i miei più cari auguri di Buon Natale e Felice Anno Nuovo. Ritengo opportuno approfittare di questa occasione per delineare di seguito alcune considerazioni a mo’ di bilancio per l’anno che sta per concludersi". Dai microfoni dì "Radio Tricolore", trasmissione condotta da Franco Arena, il Console italiano a Buenos Aires ha inviato il suo messaggio di auguri alla collettività residente nella circoscrizione affermando, tra l’altro, che "il 2009 ha visto confermato il ruolo e l’importanza della collettività italo-argentina di questa circoscrizione: ciò grazie anche ad una attenta ed efficiente attività consolare che ha saputo valorizzare la presenza italiana in questa città in stretto raccordo con le forze vive della collettività".
Curcio, in particolare, ha sottolineato il raggiungimento di un importante obiettivo e cioè "l’azzeramento delle decine di migliaia di richieste di cittadinanza italiane accumulatesi dopo il 2001", risultato "impensabile fino a qualche tempo fa", soprattutto se si considera che "è stata mantenuta al tempo stesso tutta l’efficienza negli altri settori consolari". E questo risultato, ha aggiunto, "ha rafforzato ancora di più il sostegno e la vicinanza della collettività di Buenos Aires all’istituzione consolare nell’anno in corso, come comprovato, tra l’altro, dalla straordinaria partecipazione di connazionali agli eventi organizzati dal Consolato Generale".
Per Curcio "nel prossimo mese di marzo, grazie anche al fondamentale supporto fornito dall’Amministrazione degli Esteri, sarà completata la ricezione di tutti i circa 60.000 nuclei familiari che avevano fatto domanda di appuntamento per presentare la propria richiesta di ricostruzione di cittadinanza italiana dopo il 2001. E da quel momento – primo Consolato di grande dimensione in Sud America – l’utenza interessata potrà presentare tutti i giorni, senza appuntamenti, turni o contingentamenti, la propria documentazione direttamente in Consolato. Chi lo avrebbe detto fino a qualche tempo fa?". Un risultato così importante per il Console che ha deciso di festeggiare "con una grande festa che stiamo organizzando per metà aprile"