Due volte Drogba e il Chelsea vola

0
913
drga.jpg

 Londra- Un successo esterno che vale l’allungo. Il Chelsea nell’anticipo della 27esima giornata rifila due schiaffi al Wolverhampton e grazie ad una doppietta di Drogba vola a più 4 sul Manchester United.  La squadra di Ancelotti riesce a a confermare il primato affidandosi ancora una volta alle prodezze dell’attaccante ivoriano che, per ben due volte ha bucato la retroguardia arancionera lanciando i Blues in vetta. Lo United, invece, risente delle fatiche di coppa e contro l’Everton rimedia una pesante sconfitta (la squadra di Liverpool alla rete iniziale di Berbatov, risponde con Bilyaletdinov, Gosling e Rodwell facendo perdere terreno alla formazione allenata da Ferguson). L’Arsenal battendo per due a zero il Sunderland accorcia le distanze dalla seconda piazza, come il Tottenham che avendo la meglio sul Wigan aggancia al quarto posto il Manchester City di Roberto Mancini. Il City, in una partita ricca di emozioni ma avara di reti, non riesce a superare il Liverpool di Benitez e davanti al pubblico amico non va oltre lo zero a zero.SPAGNA- Iniesta, Henry, Marquez e Nascimiento rafforzano le ambizioni del Barcellona in testa alla Liga. I catalani schiacciano a suon di gol il Racing di Santander mantendo un vantaggio di due lunghezze dal Real Madrid. I Blancos, in campo un’ora dopo, rispondono con un successo della stessa risonanza: le merengues battendo sei a due il Villareal riuscendo a mantendere il passo dei catalani. In zona Champions Ligue, bene anche il Siviglia, che nella trasferta di Maiorca supera gli isolani per tre a uno (al vantaggio della formazione di casa con Suarez, gli andalusi centrano il bottino pieno grazie a Navas, Dragutinovic e Perotti).ITALIA – L’Inter tra polemiche e veleni, in nove, contro la Sampdoria, porta a casa il terzo pareggio consecutivo. I nerazzurri anche con due uomini in meno riescono a tener testa ai blucerchiati sentendo il fiato sul collo della Roma (-5) e del Milan (-7). Si sfregano le mani, dunque, i giallorossi che con una rete di Vucinic, battono il Catania e sognano il sorpasso in vetta.Notte da ricordare anche per il Milan, che nel posticipo con il Bari al San Nicola, ha la meglio sui pugliesi grazie a due perle di Borriello e Pato. La Juventus, rinvigorita dalla cura Zaccheroni, supera senza troppi affanni il Bologna e ritrova il quarto posto in classifica.Stefano Quintavalle