Italia la prima medaglia d’oro ai Giochi di Vancouver

0
813
razzoli.jpg

Giochi di Vancouver: Giovanni Razzoli vola sulla vetta del mondo….

25 anni Emiliano come Tomba, e ora come Tomba ha vinto dopo 18 anni lo slalom, da Calgary a Vancouver, la leggenda e il suo erede. Concentrato, veloce, aggressivo come un leone ha tenuto sotto controllo la gara fin dalla prima manche. Accarezza la neve Rizzoli, sembra volarci sopra, e conquistare quel sogno da ragazzo. Arriva come una freccia scoccata dalla passione sul traguardo, e il sogno e’ gia storia, un tesoro di 16 centesimi, appare il suo tempo sul tabellone (1’39"32) Razzoli salta e non trattiene la gioia, poi corre ad abbracciare Tomba. Fa commuovere tutti questo ragazzo Emiliano, la dove nessuno ci credeva piu; lui ha piazzato il suo nome e quello dell’Italia sulla vetta del mondo. Ci voleva proprio questo oro, per risollevare il morale di tutti gli azzurri sempre competitivi ma che ultimamente non avevano fatto brillare le loro capacita’. Cade la Kostner e arriva 16_esiama, ma con la voglia di ritornare a vincere. Il gigante femminile, un disatro, ma ora e’ tutto cancellato, perche’ l’Italia c’e’. C’e’ con Rizzoli che riceve una chiamata anche dal presidente della repubblica Napolitano e dal presidente del consiglio, dove una valanga di complimenti investono il giovane. E con la stoffa dei campioni quelli veri, quelli venuti da lontano, dalle fatiche, dalle lotte continue per vincere gli insuccessi, Razzoli vince e conclude:" Sono felice per i miei fan, devo ringraziarli, so che erano tantissimi davanti alla tv, hanno sofferto con me. Ringrazio la mia squadra, la mia famiglia, Tomba che mi ha incitato e che mi fa piacere aver fatto piangere. E’ stata dura, ma oggi è stato semplice sciare davanti a tutti, me la sono presa tranquilla."Semplice come dice lui, una semplicita’ che ha fatto infiammare il cuore di tutti gli italiani e che lo ha consegnato alla storia.

 

articolo. italoeuropeo

foto corriere .