CONTRO ALLERGIE STAGIONALI E NON, L’ACQUA SULFUREA SALSOBROMOIODICA

0
1643

 CONTRO ALLERGIE STAGIONALI E NON, L’ACQUA SULFUREA SALSOBROMOIODICACOME QUELLA DI TERME DI SIRMIONE RIDUCE LE MANIFESTAZIONI ALLERGICHE a cura di Silva Valier Sono circa 10.000.000 gli italiani che soffrono di allergia in Italia (fonte: Federasma Onlus) ; in età pediatrica, ne soffre addirittura 1 bambino su 3 (fonte: V Giornata del bambino allergico, 2010). Numeri in continua crescita che raggiungono il picco nella stagione primaverile, ma che allo stesso tempo profilano ormai dati significativi anche in relazione al resto dell’anno.Uno su tutti riguarda l’aumento esponenziale delle allergie causate da fertilizzanti e diserbanti, che raggiungono il picco nella stagione autunnale e invernale. A questo vanno aggiunti altri agenti scatenanti, quali acari, inquinamento, polveri, il cui habitat di proliferazione è la nostra quotidianità e che quindi possono scatenare in ogni momento reazioni allergiche più o meno acute.Le manifestazioni allergiche sono soprattutto a carico delle vie respiratorie: non solo riniti, ma anche asma – di cui le allergie rappresentano ben il 90% delle cause nei bambini e del 50% nei pazienti adulti – e bronchiti, cui vanno affiancate le manifestazioni a carico della pelle (dermatiti).“Stiamo assistendo a una vera e propria dilatazione della stagionalità delle allergie, che arriva oramai a coprire quasi tutto l’arco dell’anno. Mai come negli ultimi anni, inoltre, abbiamo assistito alla comparsa di manifestazioni allergiche, soprattutto dermatiti, del tutto inusuali, che spesso non vengono riconosciute come tali” commenta il dott. Valerio Boschi, medico idrologo e Direttore Sanitario di Terme di Sirmione.Per potere stabilire cure ottimali è quindi fondamentale effettuare una diagnosi corretta con test e una visita allergologica specifica, ma sono altrettanto importanti le cure preventive per impedire ricadute e migliorare la qualità della vita.La terapia termale costituisce un’ottima forma di prevenzione nelle crisi allergiche, comprovata da numerosi studi scientifici: uno o due trattamenti all’anno con acqua sulfurea salsobromoiodica come quella di Terme di Sirmione, in periodo di quiescenza sintomatologica, sono fondamentali. Infatti, “riducono la frequenza e la gravità dei sintomi, hanno azione fluidificante sulle secrezioni bronchiali alterate, sono in grado di migliorare la Clearance mucociliare, aumentano le difese immunologiche locali e sono blandamente ipoallergizzanti” dichiara il dr. Franco Denti, specialista in malattie respiratorie e responsabile del Centro di Broncopneumologia di Terme di Sirmione.Marzo è uno dei periodi ideali per effettuare un ciclo di cure termali ad azione preventiva: così anche qualora le crisi allergiche dovessero manifestarsi, risulteranno meno intense si potrà quindi ridurre l’uso di farmaci.Terme di Sirmione S.p.A. da 120 anni è una delle più importanti realtà termali in Europa con due Centri Termali, il Centro Benessere Termale Aquaria, 3 alberghi termali, il 5 stelle Grand Hotel Terme, il 4 stelle Hotel Sirmione e il 3 stelle Hotel Fonte Boiola.All’avanguardia nella cura delle patologie dell’apparato respiratorio, Terme di Sirmione è rinomata, inoltre, per il trattamento delle affezioni reumatiche e la riabilitazione motoria. La società termale è la sede del primo Centro Sordità Rinogena in Italia e di un importante Centro di Broncopneumologia. Le cure termali sono convenzionate con il S.S.N.Aquaria offre oltre 10.000 mq di struttura fra piscine termali, idromassaggi, lettini effervescenti, docce aromocromatiche, percorso vascolare, cabine benessere e palestra.L’azienda nel 2008, con un fatturato di 25,7 milioni di euro, ha impiegato oltre 455 dipendenti, accolto su oltre 600.000 presenze e ha effettuato 1.000.000 trattamenti.