Terremoto in Cina

0
1644

 Un potente terremoto che alle ore 1:49 (ora italiana) ha colpito la contea di Yushu, provincia di Qinghai nella Cina nordoccidentale.

 Centinaia sono le vittime, migliaia i feriti. Caritas Italiana si unisce alla preghiera per le vittime e rilancia l’appello alla solidarietà. Nonostante le difficoltà del contesto cinese, aggravate dalla peculiarità dell’evento, si è subito attivata. Le informazioni giunte finora parlano di vie di comunicazione interrotte praticamente in tutta l’area. La situazione è ulteriormente complicata dal fatto che la zona colpita si trova ad un’altitudine di circa 4.000 m. I sopravvissuti sono stati radunati in zone aperte, allo scopo di scongiurare i rischi derivanti dal ripetersi delle scosse. Intenso è il lavoro delle forze armate a supporto della popolazione.

I referenti in loco si stanno mobilitando per intervenire in maniera rapida – per quanto possibile, date le difficili condizioni – a sostegno dei bisogni prioritari delle popolazioni colpite. Sono in corso gli accertamenti e le verifiche necessarie per avviare aiuti d’urgenza, ma soprattutto si potranno poi concordare progetti di riabilitazione. Caritas Italiana era già intervenuta dopo il terremoto nel Sichuan del maggio 2008, che ha causato più di 70.000 vittime. È così riuscita ad offrire sostegno ai partner cinesi attivi in loco, organismi con i quali da anni vengono condotti progetti di emergenza e di sviluppo, in accordo con le autorità locali. Un primo intervento è consistito nella fornitura di un migliaio di tende alle popolazioni delle aree più montagnose del Sichuan. Si è inoltre collaborato alla riattivazione di un piccolo ospedale nel villaggio di Xinchun e in questa fase si stavano valutando interventi nel settore educativo e nella riattivazione delle capacità produttive delle famiglie.Per sostenere gli interventi in corso si possono inviare offerte a Caritas Italiana tramite C/C POSTALE N. 347013 specificando nella causale: terremoto Cina. Offerte sono possibili anche tramite altri canali, tra cui: UniCredit Banca di Roma Spa, via Taranto 49, Roma – Iban: IT 50 H 03002 05206 000011063119 Intesa Sanpaolo, via Aurelia 796, Roma – Iban: IT 95 M 03069 05098 100000005384 Banca Popolare Etica, via Parigi 17, Roma – Iban: IT 29 U 05018 03200 000000011113 CartaSi e Diners telefonando a Caritas Italiana tel. 06 66177001 (orario d’ufficio).