Vladimir Putin e Berlusconi firmano memorandum sul nucleare in Italia

0
1330

 Stima, amicizia e affetto legano il presidente del consiglio a Putin il quale stanziera’ 7,2 milioni di euro per contribuire alla ristrutturazione di Palazzo Ardinghelli e della chiesa di San Gregorio Magno all’Aquila

. Fin qui tutto bene apparentemente. Ma l’occasione vera dell’incontro e’ stata un’altra, cioe’ quella di parlare di Nucleare, in particolare centrali nucleari in Italia. La scusa e’ sempre la solita, cercare di miglioare il futuro del paese e dell’energia in Italia, renderla competitiva con gli altri paesi e per questo, assicura il presidente del consiglio non c’e da preoccuparsi, i lavori per la prima centrale nucleare in Italia «saranno iniziati entro tre anni» e ha assicurato che il ministro Scajola è intenzionato a far partire i lavori entro questa legislatura. Ora per chi non e’ del mestiere e non vuole interessarsi alla cosa tutto sembrera’ come un grande passo avanti verso nuovi scenari di sviluppo economico e di benessere.

berlusconi putinIn realta’ non e’ proprio cosi. E’ giusto che gli italiani sappiano del pericolo che li attende e che si ha ad avere una centrale nucleare in casa propria. Una centrale nucleare, la si puo’ vedere, come una grande pentola a pressione con acqua all’interno che bolle continuamente, e una volta acceso il fuoco e’ molto difficile spengerlo. Crero che una centrale nucleare genera Energia, questo per una legge della fisica e’ senza dubbio un dato di fatto, ed e’ anche una alternativa ad altre forme di energia, certamente, anzi porta molti soldi, ma bisogna vedere in quale tasche. Ma quello che non e’ stato detto nell’incontro tra i capi di stato e che forse era di maggior interessere per gli italiani, e’ dove vanno a finire le scorie di una centrale nucleare, in altre parole la spazzatura emessa da un reattore nucleare dove va a finire? Come ci si libera di quell’inquinamento prodotto in aria da una centrale nucleare?Da fisico quale sono, posso dire che non c’e’ ancora oggi un modo del tutto efficace di contrallare i rifiuti di una centrale nucleare, li respiriamo e basta.

 

Chernobyl Disaster.jpgCostruire una centrale, ormai e’ semplice, si sceglie un posto, si cola del cimento, si porta l’Uranio, si accende la miccia e si ha l’energia. Gia ma il difficile e’ per chi vivie intorno alle centrali. Vorrei ricordare, anche se pur dovuto ad una errore umano, quello che accade a Chernoby nel 1986. Dopo che sono morte centinai di persone, e altre rimaste colpite negli anni, ancora oggi il nucleo centrale del reattore non e’ ancora spento e amana ancora scorie, sappiamo tutti le conseguenze che ha avuto tale disastro per i bambini e sulla genetica delle generazioni post- disastro.Quello che voglio dire e’ che per creare energia non ci sono solo le centrali o il petrolio, sappiamo bene che questi non sono altro che modi per fare arricchire i grandi capi delle nazioni, sappiamo bene che dietro a certi sorrisi e strette di mano scorrono fiumi di soldi, che mai andranno ad arrichiere la povera gente. Gli italiani non sono stupidi, non lo sono mai stati, capiscono bene che aprire nuove centrali significa mettersi una bomba sotto il culo.Si creano posti di lavoro, qualcuno puo’ dire, si, ma si creano anche situazioni che con il lungo andare possono sfiorare tragedie o quanto meno pericoli per le persone. E poi lo sanno tutti che fare una centrale nucleare, anche se ci sono trattati di pace ecc, e’ come avere un fucile in casa, un arma che prima o poi la si usa non a favore dell’umanita, ma sempre contro. E l’ambiente? Non ci si preoccupa di cosa respiriamo? Certo, si puo’ dire che nulla accadra’ , tanto il clima e’ gia inquinato, una centrale in piu’ o in meno cosa vuoi che cambi nel clima sulla terra. Poveri illusi. Cambia e come, fare una centrale nucleare non e’ bello, non porta nulla di sano, anche se il tutto e’ progettato per creare e non per distruggere, come lo era per la bomba H e gli esperimenti su di essa, durante la seconda guerra mondiale. Gli scienziati assicuravano che sarebbe stato solo un esperimento e poi le conseguenze le sabbiamo, l’unico che ci aveva visto bene e che aveva messo tutti in allerta fu Einstan.Certo i tempi sono cambiati, li cera una guerra in corso, oggi siamo in pace, tutti nella pace, ed e’ per questo che bisogna rovinarla costruendo un reattore.Creare energia, fonti rinnovabili per un miglior futuro, non ci credo, non e’ con una centrale che il nostro futuro migliora, io non vedo miglior futuro quando vedo i camini delle centrali nucleari che sputano fumo bianco in atmosfera, che non so dove vanno i rifiuti tossici, che non so’ a che pericolo viene messa la mia salute e quella degli altri o dei miei figli.Il nucleare e’ senza dubbio un passo avanti della scienza,ma e’ come un coltello, puo essere usato per tagliare il pane o per uccidere, e a me con tutti questi sorrisi e abbracci, strette di mano, per dare un bel ricordo in una fotografia, mi sa’ tanto che il coltello sia gia’ pronto per uccidere piuttosto che sfamare. Non sono cosi convinto che delle centrali nucleari in italia come in altri paesi, portino dei benefici, anzi sono convinto che porteranno solo confusione tra le persone alle quali daranno a bere sempre le solite cose, ecco perche’ invito tutti ad una accurata e approfondita informazione su cosa sia una centrale nucleare. Tutti noi possiamo capire,da soli, e non per sentito dire, cosa provoca una centrale nucleare e soprattuto scoprire il mistero di dove vengono messi i rifiuti che essa genera.