LONDON- Istituto di Cultura apre le porte al teatro

0
1204

 

Il teatro, una tradizione che all’Istituto Culturale Italiano si cerca di mantenere e valorizzare,  nel corso della Settimana dell’Emilia Romagna a Londra ha fatto la parte del protagonista regalando al pubblico intervenuto una piece teatrale “ Quello della Radio – Marconi la storia dell’uomo che ha cambiato il mondo”  grazie  a Giorgio Comaschi, giornalista, attore di teatro e regista. Insieme ad Alessandro Pilloni, seduto ad un tavolino con camice, intento a manipolare strane apparecchiature, Comaschi ci ha raccontato, in un copione da lui scritto dopo aver raccolto una vasta serie di notizie e ricordi, la storia di Guglielmo Marconi, l’uomo che ha messo in contatto il mondo inventando la radio. Nelle quasi due ore del recital i presenti hanno potuto conoscere un Marconi diverso forse da quello presentato dai libri di storia, un bambino “strano” con una mamma all’avanguardia, che con la sua comprensione e la sua lungimiranza ha fatto si che questo ragazzino potesse dare sfogo alla sua curiosita’ con esperimenti e fondare quindi le basi per un futuro pieno di onori e scoperte.

 

 

Sono stati raccontati i primi successi, visto come stranezze dai vicini di casa, il trasferimento a Londra e poi man mano le varie tappe della vita di questo brillante inventore, che nonostante fosse senza neanche un diploma, e’ riuscito a conquistare, con la sua determinazione, la sua curiosita’, traguardi ritenuti impossibili, come la comunicazione senza fili intercontinentale.

Il tutto coadiuvato da fotografie  proiettate sullo schermo durante la rappresentazione e con un supporto audio per sottolineare alcuni passaggi. Giorgio Comaschi, in maniera brillante e’ passato dall’infanzia alla giovinezza fino alla morte di questo grande uomo, mentre Alessandro Pilloni e’ stato un perfetto Guglielmo Marconi interagendo con il narratore, calandosi perfettamente nella parte, il viso impassibile e compunto come forse era il grande Marconi, la cui fisionomia e’ nota a noi tramite foto dell’epoca.

Inutile dire che l’applauso e’ arrivato sincero e forte per questi due interpreti che hanno dato agli ospiti dell’Istituto Culturale Italiano, una interpretazione brillante e commovente. Un grazie al Dottor Carlo Presenti che sta organizzando una serie di eventi uno piu’ bello dell’altro in questa storica sede in Belgrave Square, grazie al dottor Romeo Broglia della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel mondo ed alla signora Christa Collina per averci portato questo splendido spettacolo. Ovviamente non dimentichiamo Giorgio Comaschi ed Alessandro Pilloni per averci fatto conoscere un grande uomo, ma con un’occhiata al suo lato umano fatto anche di difetti.

Questo spettacolo verra’ replicato sabato 8 maggio al Bishop Douglass School alle 16, in Hamilton Road zona East Finchley, in italiano. Per chi non fosse stato presente alla serata e’ un invito ad andare a vedere questa rappresentazione, magari insieme ai piu’ giovani che ora usano con tanta disinvoltura il telefono cellulare, ma se non fosse stato per Guglielmo Marconi, non avremmo avuto tutta questa facilita’ di comunicazione nel mondo.