Comprare casa in inghilterra

0
10058
casauk

 Il boom dei prezzi nei dieci quartieri londinesi di Westminster, Kensington&Chelsea, Wandsworth,Barnet,Camden,Richmond,Ealing,Bromley,Hammersmith&Fulham e Lambeth è in netto contrasto con il calo registrato in altre regioni britanniche colpite dalla crisi .Nonostante la situazione finanziaria globale i prezzi delle case nei quartieri londinesi di Belgravia ,Chelsea,Kensington,Knightsbridge e Mayfair sono aumentati del 23% in seguito al precedente picco del marzo 2008. Le121.600 abitazioni del centralissimo quartiere di Westminster , ad esempio , valgono 95 miliardi di sterline , più del doppio del valore totale degli immobili di tutta Edimburgo e tre volte il valore degli immobili di Bristol . Ma che cosa realmente troviamo sul mercato immobiliare Londinese .

 

Il diritto inglese relativo alla compravendita d’immobili può intimorire un investiture straniero in quanto radicalmente diverso dal diritto di compravendita immobiliare in altri ordinamenti. Per questo motivo , ci proponiamo di riassumere brevemente le diverse tipologie di diritto di proprietà relativo all’acquisto di un immobile ad uso residenziale in Inghilterra. Le proprieta’ immobiliari in Inghilterra si acquistano come Leasehold, Freehold o Share of Freehold Il Leasehold (L/H o LH) è’ la forma più tipica a Londra, specialmente nelle zone centrali.Chi acquista il leasehold si chiama leaseholder, mentre chi vende tale diritto è il freeholder.Si tratta di un contratto con il quale il freeholder vende il diritto a disporre dell’abitazione per un lungo periodo in maniera esclusiva; il freeholder mantiene la proprietà della terra su cui risiede la casa, ma non può cancellare il diritto di LH concesso. Più breve è il periodo residuo nel leasehold meno vale sul mercato la casa a cui si riferisce il diritto. Per fare un esempio un appartamento di due camere con un Lease al disotto dei 40 anni è in vendita a Pimlico vicino Victoria Station per £ 350,000.

Un appartamento simile ma con un Lease di circa 100 anni è stato venduto a Dicembre per £ 650,000. Il leaseholder ha il diritto di chiedere il rinnovo del contratto dopo due anni dall’acquisto del leasehold originario e pagherà una somma tanto minore quanto più alto è il numero di anni residui. Il LH, trattandosi di un contratto, potrebbe contenere specifici doveri e alcune limitazioni. Il leaseholder in genere deve pagare un “service charge”, un po’ come il condominio, per la gestione di certi servizi come le luci, le pulizie delle parti comuni e generalmente poche sterline l’anno per il c.d. “ground rent” (affitto della terra). Il freeholder dal canto suo rimane responsabile per il buono stato di certe parti comuni come il tetto, l’ascensore, le scale ecc e in genere deve mantenere una specie di fondo in contanti per le esigenze del fabbricato. E’ sempre il Freeholder ad essere responsabile per l’assicurazione dell’immobile (obbligatoria per legge), ma chiede poi indietro la spesa ai leaseholders. Il Freehold (F/H o FO) E’ la proprietà di un bene immobiliare (terra e costruzioni connesse) senza limitazioni di tempo. Se si possiede una casa indipendente come un immobile da terra a tetto allora molto probabilmente si avrà la piana proprietà che in Inghilterra corrisponde al Freehold. Il vantaggio di possedere la proprietà esclusiva, rispetto ad avere una quota in piena proprietà di un immobile è che si ha il totale controllo ,per ciò che accade con la costruzione nel corso degli anni, nel caso di eventuali riparazioni o spese. Questo tipo di diritto è raro a Londra e più costoso.Nella stessa zona presa ad esempio per il leasehold è stato venduto in dicembre un immobile indipendente terra/tetto in Freehold composto da tre camere da letto e due bagni per £ 1,650,000. Lo Share of Freehold (SOF) è raro, ma non quanto il freehold e il prezzo delle case SOF è più alto di quelle leasehold.In Pimlico un appartamento in Share of Freehold di composizione simile a quella dell’ esempio riportato per il Leasehold è stato venduto per £ 880,000 Con l’acquisto di una SOF si diventa comproprietari delle parti comuni di una proprietà immobiliare insieme a tutti gli altri shareholders (comproprietari). Ogni shareholder ha inoltre il leasehold esclusivo del proprio appartamento, che in questo caso è rinnovabile gratuitamente a scadenza. Non essendoci un unico freeholder tenuto a mantenere il buono stato delle parti comuni, queste ultime vanno gestite congiuntamente di comune accordo o date in gestione ad un’apposita società di servizi, che spesso risulta più cara di quanto chiederebbe il freeholder in caso di proprietà LH. Può capitare pertanto che gli shareholders condividano a rotazione attività come per esempio pulire le scale per evitare spese extra.