Qbic Hotel: quando “Less is more”

0
1648
qbic-hotel-london-city2.w

Una nuova forma per alloggiare in maniera economica a Londra, il QBIC.

“We offer top-class basics for budget prices.” (offriamo il meglio del basic per budget economici), questo è il motto di Qbic Hotel London City, nato ad Amsterdam nel 2007 ed arrivato nella capitale inglese nell’ottobre 2013.
Posizionato tra la City e Brick Lane, è la soluzione ideale per il viaggiatore d’affari e per chi voglia immergersi nell’alternativo East Land londinese, il paradiso degli appassionati di street art e mercatini vintage. Tra le attrazioni della zona la Whitechapel Art Gallery, , Petticoat Lane market e Spitalfields Market.

L’etica di Qbic si basa sulla sostenibilità e la fede nel ri-uso. Lo stesso edificio era un vecchio immobile che stato riqualificato e trasformato in un hotel in modo rapido e con un impatto minimo sull’ambiente.

Tempio del minimal, se Qbic avesse una Bibbia potrebbe intitolarsi “Less is More” e tra i comandamenti reciterebbe:

1. pulizia immacolata e letto comodo
Ci sono quattro tipi di camere: vista strada, vista cortile, vista sul parco e senza vista. L’architettura delle 171 camere è costituita da un sistema modulare, con il letto al centro, gli interruttori ai lati, il bagno dietro e la TV davanti. Nonostante questo le camere non sono claustrofobiche come ci si potrebbe aspettare ed alcune arrivano addirittura a 27 metri quadrati.

2. colazione inclusa
Appendete un sacchetto di carta fuori della camera prima di andare a dormire e la mattina ci troverete dentro un succo, una barretta proteica e un frutto. Se avete ancora appetito, aggiungendo 7,50 £ potete gustare la colazione continentale servita a piano terra.
Ogni sera potrete poi assaggiare gratuitamente la zuppa offerta da Food Cycle, un’iniziativa locale che unisce volontariato e formazione per i disoccupati aspiranti cuochi, per produrre piatti appetitosi e nutrienti.

3. meno staff
Qbic punta a ridurre al minimo i costi del personale, promuovendo un approccio il più possibile self-service. In altre parole, all’arrivo fate il check-in in autonomia presso i terminali touch-screen e vi viene assegnata una keycard in modo che possiate andare direttamente nella vostra stanza senza bisogno di assistenza. Niente Reception quindi, ma un portiere resta sempre nei paraggi in caso di bisogno.
4. no cash
In questo hotel i contanti non servono: non solo si paga la camera con la carta, ma anche i distributori automatici che offrono snack e bevande provenienti da fornitori locali.

Quanto costa? Le tariffe partono da 59 £ a notte, ma ogni mese vengono messe in palio 100 camere ad 1£. Per partecipare basta iscriversi alla newsletter, aspettare l’invio del link del concorso e sperare di essere tra i fortunati vincitori.
Io mi sono appena iscritta e voi?

 

LEAVE A REPLY