IMMIGRAZIONE ITALIANA A LONDRA: UNA CIFRA CHE TENDE AD AUMENTARE GIORNO DOPO GIORNO.

0
522

London- I dati Istat del 2014 mostrano che nell’ultimo anno il numero di italiani immigrati a Londra è aumentato di circa un migliaio rispetto al 2013, numero che probabilmente è destinato ad aumentare ancora a causa delle pessime condizione dell’economia italiana.

La popolazione italiana a Londra, che conta circa 500.000 persone tra iscritti negli schedari A.I.R.E. e non, è rappresentata per il 55% da uomini e per la restante parte da donne.
La maggior parte di questi ha età compresa tra 18 e 34 anni. Si registra un cospicuo numero di laureati, circa il 37%, mentre solo l’11% è rappresentato da studenti che hanno terminato la loro carriera con la scuola d’obbligo.
Le regioni italiane che registrano il maggior numero di “fuga di cervelli” sono quelle del Nord – Lombardia, Veneto, Lazio ed Emilia, tra le posizioni più alte in classifica -, mentre il numero va via via decrescendo spostandosi al Sud dove il numero minore di giovani proviene da Basilicata, Molise e Valle d’Aosta.

I lavori maggiormente richiesti nelle piccole e grandi aziende inglesi sono quelli di ricercatore e ingegnere, ma non dimentichiamo che la gavetta inglese molto spesso inizia dietro ad un bancone, tra i fornelli o con uno straccio tra le mani per pulire i tavoli del McDonald.

Tutti coloro che decidono di trasferirsi a Londra sanno bene che l’ambiente non è dei più facili, che bisogna tener duro, che bisognerà fare tanti sacrifici svolgendo i lavori più “umili”, che all’inizio non sarà facile comunicare, ma sanno anche che, con costanza, forza di volontà e pazienza le soddisfazioni arrivano.

Fortunatamente, una realtà immensa come Londra, al contrario di altre città italiane, offre tante possibilità in qualsiasi campo, dal campo artistico al campo culinario. Sembra assurdo che il paese dell’arte per eccellenza non aiuti, finanzi e sostenga tanti talenti, che poi vengono scoperti all’estero. Sarebbe bello sentir dire “Vado a studiare fotografia in Italia” o “Sono entrata nel Balletto Nazionale”.

Da un paese meraviglioso come l’Italia, gli italiani sono costretti a scappare e forse a ritornarci, facendo tesoro delle proprie esperienze.
Chissà, magari dovremmo prendere spunto da quella stessa città che chiede tanto ma allo stesso tempo ripaga.

 


articoli correlati

2. La storia di Alessandro “La mia Londra”(news a Londra)… a Londra e si impatta con un flusso di immigrazione, e lo immortala con la sua macchina fotografica, che diventera’ il suo progetto, il suo sogno… fotografare i volti degli immigrati.   “….L’unica …

GLI ITALIANI IN INGHILTERRA E GALLES: I DATI DEL CONSOLATO GENERALE DI LONDRA(Economia news)LONDRA- Al 16 dicembre 2014, erano 234.084 gli italiani iscritti negli schedari AIRE del Consolato generale d’Italia a Londra, la maggior parte uomini (53% maschi; 47% femmine). Il 52% dei connazionali …

 

Talented Young Italians Award(Welcome Italia)… Time Ferdinando Giugliano, e il volto italiano di Aljazeera  Barbara Serra che ha lavorato per i piu prestigiosi giornali italiani, e ha lavorato per la BBC ed ora e’ presentatrice televisiva d Aljazeera ..

LEAVE A REPLY