Intervista Gianni Leone, Country Manager Uk di Alitalia

0
1733

Il futuro dell’Alitalia, il presente con il nuovo Brand, i passi importanti fatti nel mondo e quelli che fara’ Alitalia. Quanto costa un biglietto Roma-  Londra, e altro nell’intervista fatta a Gianni Leone, Country Manager Uk di Alitalia

 – RISPONDENDO A UNA  DOMANDE SI POSSONO VINCERE BIGLIETTI GRATUITI ALITALIA PER L’EXPO DI MILANO FINO AL 31 OTTOBRE …. solo con italoeuropeo e LondonONEradio.

[vedi qui come ] 

 

Ci Racconti della nuova veste di Alitalia. In cosa è cambiata la compagnia?
Il 4 giugno c’è stata a Roma una grande presentazione del nuovo brand Alitalia, alla presenza del presidente della compagnia, Luca Cordero di Montezemolo, dei CEO di Alitalia ed Etihad, e alla presenza del primo ministro Matteo Renzi. Durante la cerimonia è stato presentato il nuovo branding di Alitalia, che è ispirato ad elementi tradizionali della penisola e dell’italianità. E’ stata presentata, poi, anche la nuova livrea degli aeromobili della compagnia, che mantiene, però, alcuni dei suoi simboli storici: si pensi, per esempio, alla “A”, che da sempre marchia i timoni dei nostri aeromobili e che ora va a coprire l’intero timone. Nel belly dell’aeromobile è stata aggiunta, poi, una scritta con il nome della compagnia; e, ancora, è stata rimossa la tradizionale linea verde – che Alitalia aveva ormai da quarantasei anni –, sostituita da alcune linee di un bianco perlato, che conferiscono un senso di velocità, di dinamicità.

Questa nuova veste racconta un nuovo futuro della compagnia?
Assolutamente sì. Il progetto è quello di fare di Alitalia una delle migliori linee aeree in Europa, e addirittura la migliore. Il progetto è di natura globale: così come è stata cambiata la livrea, sono stati cambiati gli interni degli aeromobili e il 4 giugno è stata presentata la nuova visual identity della compagnia e le nuove Business Class ed Economy Class.

 

Avete già avuto dei riscontri in merito alla nuova linea della compagnia?
Il completamento del progetto si concluderà nel maggio 2017. Al momento siamo partiti con il refurbishment degli aeromobili di lungo raggio – che sarà completato nel marzo del 2016 – e proseguiremo con gli altri. A settembre lanceremo le nuove uniformi del personale di volo e a dicembre un nuovo concetto di Vip Lounge. I cambiamenti riguarderanno anche la qualità e la varietà dei pasti offerti a bordo – ispirati alla grande tradizione della cucina italiana –, nonché l’offerta di intrattenimento, giacché tutti gli aeromobili saranno dotati di un sistema di connettività wifi. Nella nuova Business Class, fiore all’occhiello di Alitalia, i viaggiatori vivranno un’esperienza all’insegna del comfort: le poltrone, rivestite in pelle e firmate, come le coperte e cuscini, da aziende italiane, saranno completamente reclinabili.

 

Cosa può dirci a riguardo dello sciopero che ha bloccato milioni di italiani?
In realtà Alitalia ritiene inconsistenti le ragioni utilizzate che hanno motivato questo sciopero. C’era stato un incontro ed era stato firmato un accordo il 22 luglio, pochi giorni prima. I disagi, in realtà, sono stati limitati e si è ritornati rapidamente alla normalità. Il 95% dei nostri piloti e degli assistenti di volo risultava regolarmente in servizio.

Perché ancora molti italiani si affidano a compagnie low cost? Alitalia potrà diventare una compagnia low cost?
In moltissimi casi non si sceglie Alitalia perché molti dei viaggi spesso avvengono su scali regionali: le compagnie low cost sono in grado di offrire traffico su molti punti, nella nostra penisola. Alitalia ha scelto di focalizzare il traffico sui propri hub, dunque negli aeroporti di Fiumicino, Malpensa e Linate. Questa è la prima ragione. Poi, per certo, esiste una percezione di Alitalia come di un vettore che costa di più dei low cost. Ciononostante la compagnia, con sicurezza, sta controbbattendo l’aggressività dei vettori low cost, evolvendo continuamente il proprio offerto anche in termini di prodotti tariffari: il 15 luglio, per esempio, abbiamo lanciato delle tariffe con il solo bagaglio a mano, le cosiddette tariffe light, già vendibili.

Quanto può costare Roma-Londra con questa tariffa?
Dunque, con la tariffa light si può viaggiare da Londra a Roma con 93 sterline, andata e ritorno. Un prezzo tra i più bassi che Alitalia ha offerto dal mercato inglese. Questa tariffa offre la possibilità di partire dai maggiori aeroporti italiani e internazionali con un bagaglio a mano. A bordo è possibile, poi, anche portare un laptop case. Previsti snack e bevande a bordo, la possibilità di fare check-in on line o il fast check-in in aeroporto, l’accumulo delle miglia e – diversamente da quanto accade per le compagnie low cost – anche l’assegnazione gratuita del posto. Non ultimo, il costo di un altro bagaglio, nel caso si volesse aggiungerlo anche in un momento successivo, è di soli quindici euro per tratta.
Credo che questa sia un’importante innovazione della compagnia, che ci consentirà di allineare i nostri prodotti tariffari a quelli di British Airways, che offre già da qualche mese questi prodotti tariffari. Va detto che Alitalia, nell’ultimo anno, sul mercato UK, si è posizionata in modo molto più competitivo. La domanda è incrementata e Alitalia è stata in grado di assorbirla.

L’Alitalia potrà tornare ad essere una compagnia tutta italiana?
Il trasporto aereo ha subito un’evoluzione drammatica nell’ultimo ventennio. Tutte le grandi compagnie fanno parte di alleanze globali e questa industria si sta muovendo in una direzione globale. Credo, pertanto, che sarà molto difficile che Alitalia torni ad essere al cento per cento italiana, almeno per quanto riguarda l’assetto azionario. Alitalia rimane invece profondamente italiana nella propria natura e nell’approccio al cliente ed al mercato.

 

Alitalia banner

Alitalia ed Expo. Ci dice qualcosa di più?
Alitalia ed Etihad Airways sono i vettori ufficiali di Expo 2015. Alitalia si è impegnata a promuovere e facilitare la partecipazione di milioni di persone da tutto il mondo ad Expo. Siamo in grado, assieme ad Etihad e agli altri partners, di offrire una connettività su Milano da 560 destinazioni worldwide. E’ stato creato anche un padiglione Alitalia – Etihad all’interno di Expo. Ci sono addirittura due simulatori di volo al suo interno e, vista la grandissima domanda, suggerisco a chi volesse di prenotare sul sito. All’interno del nostro stand ci sono, poi, delle cookery demonstrations con i più grandi cuochi d’Italia.

Per volare, c’è bisogno di aeroporti. I problemi di Fiumicino, Malpensa potranno essere risolti, col tempo, per accogliere un numero maggiore di passeggeri?
Gli aeroporti italiani devono diventare degli aeroporti world class, a livello dei migliori aeroporti mondiali. Credo sia nell’interesse di tutti che vengano fatti investimenti adeguati perché gli aeroporti italiano siano in linea con i migliori aeroporti internazionali. L’indotto di un aeroporto è enorme: nei grandi aeroporti viene generato business, c’è la possibilità di un’offerta di posti di lavoro, non solo nell’aeroporto stesso, ma in tutto l’universo che ci gravita intorno.

 

Parliamo del rilancio di Alitalia. Dell’accordo con Etihad, per esempio.
Quello tra Alitalia ed Etihad è un accordo molto importante. L’investimento di Etihad in Alitalia è un investimento di 1758 milioni di euro. Alitalia, per certo, avrà un futuro luminoso: oggi è un partner globale, non solo per gli accordi con Etihad ed i partner di quest’ultima, ma anche perché membro dell’alleanza SkyTeam, grazie alla quale è in grado di servire 1052 aeroporti worldwide. La compagnia è, inoltre, destinata, nel breve termine, ad espandere la gamma di destinazioni: il 4 giugno abbiamo lanciato Seul, in Corea, e a novembre ci apprestiamo a lanciare Pechino. Non ultimo, tra il 2016 e il 2017 è previsto anche il lancio di Santiago del Cile, Città del Messico, San Francisco e probabilmente altre destinazioni.

 

 – RISPONDENDO A UNA  DOMANDE SI POSSONO VINCERE BIGLIETTI GRATUITI ALITALIA PER L’EXPO DI MILANO FINO AL 31 OTTOBRE 

…. solo con italoeuropeo e LondonONEradio.

[vedi qui come ] 

 


 

articoli correlati

Il lancio del nuovo brand di Alitalia pr…

Il lancio del nuovo brand di Alitalia preannuncia un futuro luminoso   per l’aviazione italiana

La compagnia di bandiera Alitalia ha avviato una nuova fase del proprio processo di rinnovamento pre… READ MORE

 

 

LEAVE A REPLY