Evento 23 Febbraio sulla promozione e valorizzazione d’olio extravergine di Calabria

0
1425

Londra – Promozione e Valorizzazione Olio extravergine di Calabria, autentica eccellenza ( presto IGP), sui Mercati Interni e Internazionali.
L’olio extravergine di Calabria, uno degli elementi cardine del mangiar sano e della dieta mediterranea, sbarca finalmente a Londra. Martedi 23 febbraio dalle 18,30 alle 21,00 si svolgera’ presso il ristorante Fratelli La Bufala di Knightsbridge l’evento “L’ulivo emblema di qualita’e di eccellenza della agricoltura”.

La manifestazione, curata dall’ OP. Associazione l’Olivicola Cosentina Scarl di Cosenza in collaborazione con Sagitter One, agenzia di consulenza operante nel settore della ristorazione con sede a Londra, ha l’obiettivo di diffondere tecniche colturali per salvaguardare l’ambiente e da garantire e la produzione di un olio extra vergine di oliva di qualità eccellente.

L’iniziativa si inserisce lungo il percorso di riconoscimento della IGP “Olio di Calabria” che, secondo il Presidente del Comitato Promotore Massimino Magliocchi, rappresenta “un concreto sostegno ad una delle nostre produzioni di eccellenza, che è da promuovere e sostenere sui mercati nazionali e internazionali”. Magliocchi sottolinea che “C’è la piena consapevolezza del pregio, utilità e valore strategico nell’imminente riconoscimento dell’IGP ( Indicazione Geografica Protetta) “Olio di Calabria”, un marchio che coinciderà con la nostra identità territoriale e che sia in grado di valorizzare la qualità e la specificità del nostro prodotto”.

All’evento prenderanno parte oltre all’Organizzazione di Produttori Olivicoli rappresentata da Magliocchi, l’ARSAC- Regione Calabria, con la presenza del D.G.

Italo Antonucci ed il Dirigente del settore Amministrativo Bruno Maiolo, la Federazione Italiana Cuochi-Calabria e l’Istituto Professionale Servizi per l’Enogastronomia e l’Ospitalità Alberghiera “ P.Mancini” di Cosenza.

L’intera attività londinese sarà seguita dalla Troupe TEN –TV Calabria, per il Programma ‘Terra d’Olio’, condotto dal giornalista Enzo Pianelli. Magliocchi si focalizza poi sulla struttura dell’evento osservando che “Daremo corso ad un approccio seminariale – tecnico -divulgativo e degustativo dell’Olio di Calabria, con esperti del settore, ed una portante relazione di base, che è stata affidata ad un Ricercatore di lunga esperienza, già impegnato nell’ambito del CRA – OLI del MiPAAF di Rende (CS), il dr.

Nino Iannotta, che parlerà della ”Valorizzazione del Comparto Olivicolo. L’Ulivo e l’Olio. Storia dell’Ulivo nel Mediterraneo ed in Calabria, qualità dell’Olio prodotto in Calabria e sue proprietà salutistiche”. L’impegno interdisciplinare, come una sorta di ‘Filiera Istituzionale, Culturale e Associativa’, ha fin qui prodotto lusinghieri risultati, per tutto quello che è stato profuso per giungere ad un passo dal definitivo riconoscimento dell’IGP Olio di Calabria da parte della Commissione UE.

Al momento si è nel regime dell’uso transitorio dell’IGP “ Olio di Calabria”. Il lavoro più complesso e importante, non certo facile, è stato quello di riunire ed identificare,sotto un’unica dicitura,un territorio che in realtà è vastissimo e diversificato, nelle sue produzione e nelle sue peculiarità produttive.

“L’ IGP Olio Calabria – aggiunge il Presidente Massimino Magliocchi– una volta approvata, costituirà un baluardo di tutela, sia per i produttori, che con impegno garantiranno la qualità dell’olio calabrese e che potrebbero così affermarsi ulteriormente sui mercati internazionali, sia per i consumatori la cui fiducia sempre più spesso viene tradita.

Il comparto dell’olio vive, per fortuna, anche in Calabria, – sottolinea, ancora, Magliocchi – un periodo di straordinaria attenzione: da un lato, il crescente riconoscimento di una eccellenza che è testimoniata dal prestigio di premi che gli oli calabresi si aggiudicano nei contesti internazionali;dall’altro il sensibile miglioramento nelle tendenze del consumo teso a privilegiare olio extravergine di oliva di alta qualità”.

“Serve, ed è urgente – conclude il Presidente Massimino Magliocchi – definire scelte strategiche comuni per l’olivicoltura calabrese, avendo come obiettivo primario lo strumento dell’innovazione che porti alla razionalizzazione della fase produttiva con la diminuzione dei costi di produzione.

Occorrono,per questo, scelte strategiche e innovative dei produttori. Agiremo nella convinzione di costruire sinergie efficaci tra marketing, realtà aziendali e territoriali, in costante confronto con i competitor europei e in una continua interlocuzione tra Bruxelles e la Calabria”.

Al termine del seminario verra’ servito un buffet che mettera’ in risalto le bonta’ culinarie calabresi.

 

Inoltre la diretta dell’evento e’ trasmessa su LondonONEradio.