Buddybank, il futuro dell’online banking made in Italy

0
3405

Di Valentina Celi

Il nuovo progetto italiano di online banking, Buddybank, si propone di trasformare il nostro modo di intendere la banca, rendendola una vera e propria compagna di vita.

LondonONEradio ha incontrato l’ideatore di Buddybank, Angelo D’Alessandro, ed il suo team a Londra, in quanto ospiti dell’evento “The Future of Digital Banking. The age of digital innovation: defining banking for the next generation”, i cui argomenti hanno caratterizzato la “Marketforce’s 4th Annual Conference” tenutasi al Marriot Hotel di Grosvenor Place.

In questa due giorni dedicata all’approfondimento delle tematiche legate all’online banking, il progetto Buddybank è riuscito ad attirare l’attenzione generale, grazie alle novità dirompenti che si propone di portare sul mercato italiano prima, e mondiale dopo. (in foto l’ideatore di Buddybank, Angelo D’Alessandro)

 

 

Cos’è esattamente Buddybank? Già dal nome si intuisce una maggiore vicinanza all’utente: infatti “buddy” è un appellativo che in inglese è riservato agli amici, ai compagni di avventure; e proprio questo è l’intento primigenio della banca in questione: avvicinare sempre di più i consumatori ad un modo di intendere la banca che sappia più di lifestyle, e meno di coda interminabile davanti ad una cassa. Sarà una nuova tipologia di banca, “molecolare”, progettata esclusivamente per smartphones, che quindi accompagnerà l’utente giorno dopo giorno, grazie ad un servizio attivo 24/7 che consentirà non solo di compiere le normali operazioni bancarie, ma anche e soprattutto di facilitare la vita quotidiana: praticamente un servizio di concierge disponibile via chat e telefono con cui si potranno ad esempio prenotare un tavolo al ristorante o i biglietti per il teatro.

Di cosa si occuperà principalmente Buddybank? Buddybank proporrà inizialmente 3 prodotti finanziari, ossia la scelta fra conto corrente, carta di credito o di debito e un servizio di prestiti personali, e si avvarrà di una tecnologia di riconoscimento avanzato, che autenticherà l’utente in pochi secondi, senza bisogno i digitare codici o rispondere a domande di sicurezza, semplificando notevolmente operazioni tradizionalmente laboriose quali ottenere finanziamenti oppure aprire un nuovo conto corrente.

La particolarità che la contraddistingue dalle altre banche starà nel fatto che, oltre a tutto questo, consentirà al consumatore di risparmiare ponendosi un obiettivo personalizzato; per meglio spiegare questo aspetto, D’Alessandro fa un esempio molto calzante: “Metti di voler partecipare alla maratona di New York; devi allenarti prima di andarci, e devi risparmiare per pagare il viaggio. Usando Buddybank, ad esempio, puoi scegliere di allenarti tutti i giorni e quando corri per 5 Km la banca trasferisce 10€ dal tuo conto o dalla tua carta nel tuo fondo di risparmio fino al raggiungimento della somma desiderata; a te non resta che pensare solo a correre perché a tutto il resto penserà la banca.”

Come si può accedere a Buddybank? Per entrare nel mondo dell’online banking con Buddybank basterà possedere uno smartphone, e scaricarne l’app, creando un profilo con username e password; grazie all’app si accederà sia i servizi finanziari sia a quelli legati al lifestyle, mantenendo sempre alti gli standards qualitativi e di sicurezza dei dati sensibili.

Quando si potrà iniziare ad usare Buddybank? Buddybank sarà lanciata a partire dal 1° Gennaio 2017, grazie alla collaborazione con Unicredit che ha fornito i finanziamenti iniziali, ma si configurerà come una banca totalmente indipendente.
Inoltre Angelo D’Alessandro, ideatore e responsabile, assicura che non si tratterà di una realtà di nicchia, ma prevede un boom come quello di Uber, e si aspetta di raggiungere quota un milione di utenti in Italia nei primi 5 anni, e che ben presto, oltre all’Italia, si lanceranno i servizi Buddybank anche negli Stati Uniti, e poi nel resto d’Europa, con uno sguardo anche ad Oriente.

Sicuramente Buddybank si configura come un progetto creativo, innovativo e market- oriented, ed in un mondo in cui ci si affida sempre di più alla tecnologia per risolvere le incombenze giornaliere, sembra essere la banca giusta per traghettare l’Italia con decisione verso la rivoluzionaria digitalizzazione, racchiudendo l’uso dei servizi bancari e di lifestyle in un’unica, imperdibile app.

 

 

 Ascolta l’estratto della diretta su LondonONEradio – intervista ad Angelo D’Alessandro

Buddybank – ne parliamo con l’ideatore Angelo D’Alessandro