Londra: due milioni di persone a rischio intossicazione alimentare a causa di hamburger poco cotti

0
6928
15min.lt

LONDRA – Secondo una ricerca pubblicata qualche giorno fa dalla Food Standards Agency (FSA), quasi due milioni di persone a Londra sono attualmente a rischio di intossicazione alimentare causata da hamburger al sangue cucinati durante i barbecue nel Bank Holiday. L’FSA sta invitando tutti coloro che, anche durante questo weekend, cucineranno hamburger a cucinarli completamente: questo avvertimento non è casuale, in quanto la ricerca ha mostrato che nonostante molti siano consapevoli dei rischi causati da un’intossicazione alimentare (71% degli intervistati), quasi la metà di essi mangerebbe comunque un hamburger poco cotto; inoltre, il 54% di essi ha ammesso di cucinare hamburger al sangue anche a casa.

L’FSA ha unito le forze con una leggenda del rugby britannico nonché vincitore di Masterchef Phil Vickery, per fornire consigli e mettere in guardia tutti gli amanti del barbecue e permetter loro di godersi i loro hamburger senza correre rischi. Ha sottolineato come sia importante che la gente eviti di cucinare hamburger che devono essere lasciati al sangue o con cottura media in casa: “Alcuni ristoranti possono servirli così perché sono dettagliatamente controllati, nei processi di preparazione e cottura, ma cucinare hamburger in questo modo a casa propria potrebbe seriamente rovinarvi il weekend.” Oltre a dispensare questi utili consigli ha anche rivelato qual è il suo hamburger preferito: lo gradisce cucinato per bene, condito con un po’ di insalata, pomodoro e cheddar inglese.

bassetlaw.gov.uk
bassetlaw.gov.uk

Ciò che preoccupa Steve Wearne, il direttore della pianificazione all’FSA, è lo stato di ignoranza degli abitanti di Londra riguardo alla presenza di batteri negli hamburger. “Gli hamburger non sono come le bistecche. Batteri dannosi possono essere trasportati sulla superficie dei vari tagli di carne. Quando le bistecche vengono cucinate questi batteri vengono uccisi, ma la carne dell’hamburger è macinata, pertanto i batteri che si trovano sulla superficie della carne si spostano verso l’interno. Questi possono restare vivi all’interno dell’hamburger, a meno che esso non sia interamente cucinato, non importa la qualità della carne.” Inoltre, molte persone – circa un terzo degli intervistati a Londra – sono erroneamente convinte che mangiare una bistecca al sangue equivalga al mangiare un hamburger poco cotto in termini di rischio di intossicazione e anche coloro che generalmente non mangerebbero un hamburger “al sangue”, hanno ammesso che ne accetterebbero uno se venisse loro offerto: anche essi sono quindi a rischio di intossicazione nel prossimo weekend.

Il consiglio che Steve Wearne e Phil Vickery danno è quello di prestare molta attenzione e di cucinare gli hamburger fino al loro interno, in modo tale da godersi il weekend evitando cibi poco salutari ed evitare di dover restare a letto la prossima settimana.

LEAVE A REPLY