Bloomsbury Festival

0
1450

London (Federica De Marco) Fino al 23 Ottobre Bloomsbury ospita un festival che prende il nome dall’omonimo quartiere, dimora di importanti nomi della letteratura come Charles Dickens e Virginia Woolf.

La prima edizione risale al 2006 ed ogni anno l’evento è un’occasione per dare spazio alla creatività, alla scienza e alla cultura tra le strade della città.

Tema conduttore di questa edizione è il linguaggio, da quello informatico passando a quello del cibo, della musica e della danza.

Gli eventi si svolgono per le strade, con un programma fitto da mattina a sera, per tutti i gusti e le età. Quello di punta sarà Step out Store Street, un party notturno in cui una serie di ballerini ed artisti insegneranno i passi delle danze di tutto il mondo, da quella di Bollywood alla break dance, passando per lo Swing e la Line Dance.

La manifestazione prende anche ispirazione dal 100° compleanno della School of Oriental and African Studies (SOAS). La direttrice dell’Istituto, Baronessa Valerie Amos si è detta entusiasta che il tema del linguaggio sia quello prescelto per questa edizione: la SOAS è infatti un posso speciale, con la sua commistione di lingue e culture, nonché un punto di riferimento nella vita culturale e creativa del territorio.

Una piccola curiosità: ogni anno il Bloomsbury Festival indice un concorso, tra gli studenti della Central Saint Martins iscritti al corso in Graphic Coomunication Design, per la realizzazione del logo che accompagnerà l’evento.

Per questa edizione 2016 si è aggiudicato il riconoscimento lo studente dei Paesi Bassi Wies van der Wal che, secondo la giuria, ha perfettamente rappresentato il tema del linguaggio, l’unione della creatività e della gioia tipica della manifestazione.

Al di là di questa kermesse di 5 giorni, gli organizzatori del Bloomsbury Festival rimangono sempre operativi con costanti progetti innovativi come quello di Festival in a Box, che porta gli artisti a contatto con le persone che soffrono di demenza. Una bella iniziativa che ha l’aspirazione di migliorare la vita di chi spesso si trova in situazioni di solitudine o isolamento, attraverso un’esperienza culturale gioiosa.

Per maggiori dettagli sugli eventi in programma visitate il sito bloomsburyfestival.org.uk.