TECNOLOGIA CIBERNETICA – SEX UMANOIDI E IL NUOVO DISPOSITIVO KISSENGER

0
9802

Londra ( Rosita Pirulli ) I ‘Sex Robots’ è una delle ultime notizie che sicuramente fara’ discutere molto. Chi, infatti, non ha ancora sentito parlare del ‘Baciatore a distanza’, il famoso ‘Kissenger’?

Il 19 e 20 dicembre la ‘Goldsmiths University’ di Londra ha ospitato un’esibizione robotica proiettata sul sesso. La stessa è stata annullata in Malaysia perché considerata troppo eccessiva per i loro gusti.

Tuttavia, la conferenza tenutasi nella capitale inglese ha discusso diversi temi: giocattoli cybersex, sofisticati hardware sessuali e robot umanoidi. È stata un’opportunità per i ricercatori e gli studenti per argomentare le loro nuove ricerche e opinioni. Tra loro vi era la Dott.ssa Kate Devlin, autrice de ‘In difesa dei Sex Robot’, che ha commentato: “Credo che i robot potrebbero diventare i nostri amanti nel futuro”.

In effetti, secondo alcuni, il sesso con i robot potrebbe entrare nella normalità entro il 2050, diventando più ‘addictive’ che mai. I robot potranno essere programmati, assecondando le necessità di uomini e donne, ma soprattutto non potranno dire di no a causa di comuni mal di testa. Un’altra teoria riguarda il miglioramento delle tattiche sessuali praticate dai robot.

Altre opinioni sono giunte dal sessuologo Gurpreet Singh: “Chi siamo noi per giudicare persone che vogliono avere sesso con robot? Lasciamo divertire le persone con essi – funzioneranno come alcune coppie che introducono sextoys nella relazione sessuale. E se entrambe le parti sono d’accordo, non vedo niente di male”.

Ciò stimolerebbe a sostituire del tutto gli umani?

Il Dott. Singh ha affermato di non ritenere opportuno la totale sostituzione del rapporto umano con quello robotico perché: “Assume un significato del tutto diverso se sono (i robot) usati a causa di una paura di intimità […]”

A riguardo la Dott.ssa Kate Devlin risponderebbe: “L’amore non deve essere reciproco per esser valido?” in questo caso non si tratterebbe solo di fattori psicologici, come cercava di menzionare il Dott. Singh, ma entrerebbero in gioco anche fattori etici e legali.

Quali potrebbero essere le conseguenze relative ad umanoidi pensanti e non solo utili a scopi sessuali?

Risposte a riguardo non sono state ancora presentate, ma diverse aspettative riguardano altri risultati che gli attuali sex robot possono offrire. Uno tra questi sarebbe la sostituzione della prostituzione, dove gli umanoidi non avranno bisogno di fingere come le comuni prostitute e ciò migliorerebbe i legami affettivi con i clienti – Dott. John Danaher, docente nel dipartimento Business  presso l’università irlandese ‘NUI Galway’.

Tuttavia il loro costo potrebbe differire da quello richiesto dalle loro, a breve, rivali. Attualmente gli umanoidi in vendita richiedono circa £6000 ma ricercatori, per la felicità di molti uomini e donne, affermano che la somma diminuirà.

Per chi, invece, è curioso di provare tali dispositivi già da ora, quello attualmente facile da acquistare è il ‘Kissenger’ (Kiss+Messenger), prima menzionato. È una cover per smartphones con un cuscinetto di gomma su cui inviare baci al vostro partner tramite videochiamate. Il dispositivo prevede al momento il solo utilizzo delle labbra ed è stato idealizzato da Emma Yann Zhang – studentessa in ‘Computer Science’ presso ‘City University’ –  per relazioni  a distanza.

La ragazza crede che l’uomo abbia oggi più intimità con l’intelligenza artificiale e un simile progetto significherebbe rafforzare questo legame, ma non cercherebbe di concludere se sia eticamente accettabile avere rapporti con i robot, come ha affermato in un report.

Kissenger è un mezzo capace di inviare baci con la stessa pressione labiale di quelli reali, grazie allo studio della pressione sanguigna e del cuore di alcune persone sottoposte ad alcuni test.

Il prossimo obbiettivo Kissenger è permettere la realizzazione del profumo della persona che si vuol baciare.

È possibile notare il continuo sviluppo delle tecnologie cibernetiche. In effetti, l’era robotica vista solitamente in un film sta emergendo sempre di più nel mondo reale, marcando lo sviluppo e le multifunzionalità umane. Ora ciò che ci si aspetta è che non abbia gli stessi e comuni esiti fantascientifici.

 

LEAVE A REPLY