DONALD TRUMP, THERESA MAY E IL TRIDENTE

0
4700
Theresa May e DonaldTrump

by Rosita Pirulli

Il prossimo venerdì, Theresa May incontrerà Donald Trump presso la Casa Bianca, Washington DC.

Il meeting, già accennato sulla press inglese, sarà utile per discutere sulle future trattative commerciali, dopo la Brexit.

Theresa May pare molto interessata nell’approfondire le relazioni con l’America dopo l’uscita dall’ EU, nonostante si sono appena avvertite opposizioni. I laburisti, infatti, avvertono pericoli su norme ambientali e di sicurezza alimentare.

Ad alimentare preoccupazioni, è stata l’evidente manifestazione, indetta sabato contro Trump, che ha coinvolto circa 80,000 persone a Londra. A riguardo Theresa May ha dichiarato di aver ritenuto inaccettabili alcuni commenti sulle donne espressi dal neo Presidente degli USA.

Per ridurre ed evitare rabbie o dure critiche sul prossimo incontro, la May ha infatti rilasciato: “La più grande dichiarazione che sarà fatta sul ruolo delle donne è che io sarò lì come primo ministro donna, a parlare direttamente con lui sugli interessi che condividiamo”.

A riguardo figure come Jerymin Corbyn ha consigliato al Primo Ministro di sfidare la misoginia e la retorica sui mussulmani da lui espressa, e stare molto attenta nel pianificare trattative con l’America.

Tuttavia tra gli obbiettivi del Primo Ministro inglese emergono: tagliare i costi sugli esistenti accordi tra i due Paesi; facilitare lo spostamento tra America e Inghilterra per i lavoratori, e dunque costruire un rapporto speciale che possa unire e far collaborare efficientemente le due nazioni.

Discussioni anche sulla Nato sono previste. La Nato è considerato dalla May baluardo di sicurezza sia per l’ Inghilterra che per l’ Europa. È un aspetto importante per il Regno Unito, quale figura per poterla difendere dal terrorismo e dai cyber attacchi.

Al momento, invece, un altro tema che lega le due nazioni è l’esplosione del missile nucleare Tridente avvenuto ieri. Theresa May ha dichiarato che era già a conoscenza del fallimento del test, dopo aver rifiutato di rispondere in un’ ultima intervista trasmessa la scorsa domenica.

Intanto un ufficiale americano ha assicurato che il Tridente non era armato di bomba nucleare e che si sia auto esploso sulla costa della Florida. La ragione risiede nell’aver scoperto, dopo la fuori rotta, un errore durante il test.

Theresa May e Michael Fallon (membro del Consiglio nazionale di sicurezza), hanno considerato l’evento come un fattore che potrebbe violare la sicurezza nazionale. Ci si aspetta pertanto che l’incontro tra i due diplomati possa fornire soluzioni per evitare futuri e simili fallimenti.