Real Madrid campione d’Europa 1 – 4 . Una Juve imbarazzante davanti ai campini

0
5491

Londra – ( Matteo Cipriani)

Il Real ancora una vota e’ campione d’Europa. La partita e’ stata vista da 160 milioni di persone e stata trasmessa da 200 paesi. Numeri da capo giro, ma quello che conta e’ il risultato finale 1-4  che vede i Galácticos vincere con onore la Coppa. La Juve sparisce dopo l ripresa dopo un inizio caparbio, poi non si capisce come nel secondo tempo delude e parecchio. Buffon in ginocchio e la squadra non riesce a conclude gli schemi.

Il primo tempo: e’ stato subito uno studio reciproco, le gambe correvano dietro al pallone e nei primi minuti e’ la Juventus che si fa capire subito,  cross senza pretese di Mandzukic che viene liberato senza problemi dalla difesa. Al quarto minuto, prima conclusione della partita, di marca juventina: Higuain alla conclusione e Navas blocca in due tempi.
Al 12’ l’arbitro non esita tira fuori il cartellino  giallo,  Dybala ferma in modo irregolare Kroos e’ il primo giallo della partita.

Poi Cristiano Ronaldo, alla sua quinta finale di Champions League, porta in vantaggio il Real Madrid al primo affondo: 0-1. Ronaldo non perdona nessuno nemmeno il portiere miglio al mondo Gigi Buffon che si deve rassegnare davanti a un tiro capolavoro del fuori classe Ronaldo.

La Juve non ci sta, parte con un cotropiede, e dopo 7′  e arriva il pareggio  con un’acrobazia di Mandzukic su assist di Higuain, stupisce tutti persino il capo dello stato Mattarella che in un Twitter dice:«Le meraviglie del croato»

 Lo stadio pieno di juventini venuti da tutto il mondo e da spagnoli , esulta con un boato che riecheggia nello stadio Millennium Stadium di Cardiff che per motivi di sicurezza e’ stato completamente coperto. L’arbitro fischia la fine del primo tempo fermo a 1-1, un primo tempo denso di azioni e tenzioni sia in campo che in tantissimi pub Londinesi, dove migliaia di persone si sono riuniti per vedere insieme la partita.

Sencondo tempo:  Batte il Real Madrid, la palla schizza subito sulla fascia laterale, e  gli spagnoli si fanno pericolosi con Isco smarcato  tenta la conclusione ma  viene però chiuso da Bonucci, con il naso dolorante per una pallonata . Un gol di Casimiro al 61esimo riporta in vantaggio il Real Madrid. Questo rimette tensione alla Juve che prova a sfondare, ma trova una difesa molto compata con schemi molto precisi. La palla fa fatica ad entrare.

Infatti il secondo goal stordisce la Juve che sembra sia entrata nel pallone piu’ che trovarlo e calciarlo, infatti e’ proprio qui ancora Ronaldo,  al 64’ firma il terzo gol: palla rubata da Modric sulla trequarti, tocco sul primo palo per il portoghese che anticipa Bonucci e fredda Buffon. 1-3 e il risultato inzia a far male e preoccupare, ma il tifo Juventino si fa sentire, ma pare non bastare.

 La formazione Juventina 4-2-3-1 sembra resistere bene alla formazione  4-3-3, ma a questo punto e’ un Juve preoccupata e il margine di sbagliare e’ alto infatti si innervosisce troppo e l’arbrito non perdona e alza 3 gialli.

Scene di panico tra i tifosi della Juventus, a Torino, da piazza San Carlo qualcosa o qualcuno spaventa le migliaia di persone riunite a vedere la finale di Champions Leagu. Non è chiaro che cosa abbia scatenato la paura della gente. Molti sono rimasti travolti dalla calca della gente.

Fa discutere l’espulsione di Cuadato al 84′, nel tentativo di rimettere in moto il gioco in modo piu’ veloce.

 Real cinico, non perdona ne si arresta su una Juve strapazzata e stanca, e infatti ecco che  arriva il quarto goal firmato Asensio  il gol dell’1-4, una specie di rigore in movimento che decreta quanto era già ipotizzabile. Ed e’ finita, il real ha fatto la storia . Zidane alla seconda Champions consecutiva. Ronaldo vicino al pallone d’oro.

Juventus affaticata, delusa, esce dal campo, sotto la festa del Real. Un risultato pesante, una partita da dimenticare per i bianco neri. La macchina tritaerba del Real si conferma la squadra piu’ forte in Europa e nel mondo.

LEAVE A REPLY