Transport for London: eliminiamo il “ladies and gentlemen” e abbracciamo il gender-neutral

0
2400

Londra ( di Grazia Losole) “L’espressione «ladies and gentlemen» è cortese, ma appartiene a ieri”. Questa la motivazione che ha spinto gli attivisti LGBTQ+ a lanciare un appello al sindaco di Londra Sadiq Khan: l’obiettivo è quello di svecchiare il sistema dei cosiddetti “tannoy announcements” dell’ente responsabile dei trasporti pubblici della capitale.

I dirigenti dell’ente Transport of London hanno caldamente invitato il loro intero staff ad utilizzare espressioni quali “hello everyone” o “all passengers for…”, in sostituzione a frasi che non rispettano i canoni del gender-neutral. Anche tutti gli annunci pre-registrati dovrebbero essere presto sostituiti da nuove formule che non discriminino in alcun modo i passeggeri in base al loro sesso.

Il responsabile delle strategie per i clienti ha tenuto a precisare che la missione del TfL è quella di “far sentire tutti come i benvenuti sulla nostra rete di trasporti”. L’obiettivo è quello di far sentire tutti i cittadini inclusi all’interno degli annunci, di modo da riflettere a pieno la grande diversità che caratterizza la città metropolitana di Londra.

Svecchiare il sistema è essenziale a fronte dell’ampio spettro di identità di genere che abita la capitale e al quale stanno ormai stretti i consueti “ladies and gentlemen” e “sir and madam” che risuonano notte e giorno sui mezzi di trasporto pubblici. “Amo viaggiare per Londra, ma non siamo più nel diciannovesimo secolo” osserva la diciannovenne Aimee Challoner, che ha suggerito un briefing da inserire nel regolamento del TfL “viviamo nel ventunesimo secolo e non è possibile continuare ad ascoltare questi annunci”.

Mayor of London Sadiq Khan poses for the media on a Victoria line tube train carriage at Brixton Underground station in London during the launch of London’s Night Tube Saturday, Aug. 20, 2016. The London Underground introduced limited overnight service Saturday, a move city leaders hope will make the British capital a truly 24-hour city and bolster the local economy. (Yui Mok/PA via AP)

L’intera comunità LGBTQ+ è molto attenta ai dettagli ed un setting gender-neutral dei tannoy announcements rappresenterebbe un considerevole passo in avanti in tema integrazione.

Londra è una città che da sempre fa della diversità uno dei suoi maggiori punti di forza, dunque quasi l’intera comunità londinese si aspetta che l’appello degli attivisti venga accolto. Non mancano gli scettici, qualcuno non è riuscito a risparmiarsi un “get a life”, ma è innegabile che la dinamicità della metropoli tenda sempre ad aprire le porte e non a chiuderle.

Ci si aspetta che questo importante cambiamento venga messo in pratica, per quanto ad alcuni possa sembrare una richiesta superflua ed eccessiva. C’è chi la definisce “una cosa da poco”, ma sono proprio i dettagli a fare la differenza e a rendere migliore lo stile di vita delle persone.

LEAVE A REPLY