Jeremy Corbyn – Leader, politico e amico dei cittadini

0
3588
jeremy corbyn

Londra (Emilia Marchigiani) – Jeremy Corbyn, politico britannico e leader laburista, mercoledì 27 settembre, ha tenuto un discorso all’annuale congresso dell’omonimo partito, rendendo protagonisti soprattutto i cittadini.

Tra i temi trattati sono emersi in modo particolare: le riforme sull’economia, l’importanza del partito dopo le scorse elezioni, la Brexit e l’impatto sulle trattative, il conseguente destino degli oltre 3 milioni di europei residenti nel paese ma anche la robotizzazione, con l’idea del “robo-tax” che automatizzerebbe le aziende e i loro rispettivi processi produttivi, tuttavia, una tematica non del tutto nuova, visto il caso dei tanti lavoratori sostituiti da questi umanoidi digitali.

Ha enunciato “un nuovo aspetto del socialismo” ideato da Margaret Thatcher e fallito successivamente, un nuovo modo di fare politica dove il potere non sarà più concentrato interamente nelle mani del parlamento di Westminster ma distribuito in modo equo fra comunità e cittadini, protagonisti principali del programma del suo partito. Secondo le parole del leader britannico, parte di questo suo progetto è sicuramente quello di conquistare nuovi consensi anche e soprattutto tra i suoi non sostenitori e di diffondere i suoi programmi al di fuori del confine britannico.

Ha poi terminato il suo discorso rispondendo alla frase del suo predecessore “Si dice che le elezioni si vincono al centro dello schieramento”, ribattendo che “il centro politico di un paese si muove in automatico al bisogno dei cittadini e delle loro aspettative” e che sicuramente non è simile a quello degli anni precedenti che con la crisi del 2008 si è sicuramente spostato di baricentro portandolo, attualmente, a focalizzarsi su un qualcosa di diverso e dalle aspettative migliori.

Foto: bbc.co.uk

LEAVE A REPLY