ATTENZIONE a quelle mail A.I.R.E non vengono dal Consolato ma e’ abuso politico

0
3159

Londra ( Philip Baglini Olland) – Da due giorni stanno arrivando delle mail con in oggetto : Comunicato Bille a Iscritti A.I.R.E. oppure Comunicato agli iscritti A.I.R.E. e come sono arrivate a me sono arrivate a molti italiani a Londra.

Inizialmente mi sembrava un’errore, roba da spam, o una mail fake, invece no e’ un puro abuso usando all’insaputa del Consolato italiano il nome A.I.R.E., infatto proprio quest’ultimo nel sito ufficiale denuncia il fatto e si dissocia da quanto accaduto:

AVVISO IMPORTANTE – PROPAGANDA ELETTORALE ELEZIONI POLITICHE 4 MARZO 2018 -14Data: 14/02/2018

Con riferimento ad alcune segnalazioni qui pervenute in relazione a comunicazioni di posta elettronica a contenuto propagandistico apparentemente provenienti da un indirizzo denominato “A.I.R.E.”, il Consolato Generale d’Italia a Londra ricorda a tutti gli elettori presenti nella circoscrizione di riferimento che IN NESSUN CASO il Consolato invia agli elettori materiale di propaganda elettorale.

Eventuali messaggi di posta elettronica a contenuto propagandistico che siano pervenuti agli indirizzi e-mail dei connazionali qui residenti NON provengono dall’Ufficio AIRE/Elettorale del Consolato Generale.

Questo Consolato Generale si dissocia da qualsiasi azione di propaganda elettorale e assicura il rispetto della normativa vigente, in piena trasparenza, in un regime di imparzialità.

Si invitano inoltre i connazionali a segnalare tempestivamente, all’indirizzo consolato.londra@esteri.it, criticità analoghe a quella citata in apertura.

Essattamente cosa contengono queste mail? Riporto quelle che ho ricevuto io :

A.I.R.E. ******@massimilianocodoro.eu tramite mail119.wdc01.mcdlv.net 

13 feb (2 giorni fa)

Poi mi e’ arriva una seconda mail da non confondere con la prima

Comunicato Bille a Iscritti A.I.R.E. in GB

Inbox x

Luigi Bille presidente MIE <luigibille@mieuropa.it>

00:28 (23 hours ago)
to Luigi

Carissimi Amici,

Da domani arriveranno i plichi elettorali e ho deciso di ricordare il mio supporto al Dr. MAURIZIO BRAGAGNI candidato al SENATO con la lista NOI CON L’ITALIA. Per vostra informazione, vi invio nuovamente il suo programma elettorale consapevole che anche voi darete il vostro voto a Maurizio. Ci tengo a ricordare che nostre elezioni devono essere una dichiarazione di fiducia per il nostro sistema democratico e per il sistema Italia all’estero. Si può non essere d’accordo al 100% con un partito o l’altro ma tutti possono concordare il personaggio giusto con cui sono più in sintonia e votarlo, e in tal senso sono convinto che Maurizio sia la persona giusta in virtu` del fatto che risiede a Londra e ha famiglia, interessi e amici qui in Gran Bretagna. Leggete il suo programma se ancora avete dei dubbi e votate Maurizio al senato.

Se avete dei dubbi o richiedete chiarimenti, non esitate a contattarmi.

Un caro saluto a tutti e speriamo di vedere assieme Maurizio Bragagni eletto al senato.

Luigi Billè Presidente MIE

Queste mail apparentemente simili, in realta’ sono diverse, una ( la prima) abusa del nome A.I.R.E, la seconda invece e’ rivolta agli iscritti A.I.R.E. cosi ci ha spiegato lo stesso Luigi Bille, e in effetti e’ proprio cosi in una seconda lettura. In sostanza la prima e’ mascherata, la seconda e’ diretta agli iscritti A.I.R.E., anche se in prima visione puo’ trarre in inganno.

A questo punto l’angioletto (quello buono) sulla spalla sinistra mi suggerisce che sia stata una svista, che non e’ possibile che candidati del centro destra, possono usare A.I.R.E, per diffondere un messaggio politico. Non e’ possibile che qualcuno si sia preso la briga di far recapitare agli indirizzi di tutti gli italiani iscritti all’A.I.R.E del consolato ( facendo credere che il consolato era a conoscenza) una mail per fare campagna. Non c’e’ nulla di male, pero il Consolato non era a conoscenza infatti ha scritto la nota di diffida.

Sull’altra spalla il diavoletto rosso molto cattivo, mi dice all’orecchio che qualcuno vuole prendere in giro gli italiani facendoli credere che le mail vengono dal Consolato e quindi uffciali e regolari.

Tengo a precisare che il Consolato Italiano a Londra e’ al di sopra delle parti e non farebbe mail una cosa del genere, ( che credo sia illegale). Allora perche’ Farla? Perche’ rischiare? Forse perche’ e’ una cosa innoqua, gli italiani a Londra sono tanti e credono a tutto, come nei primi 10 secondi ci ho creduto io nella fretta e nella frenesia di una giornata di lavoro.

Perche’ arrivare a mettere di mezzo un Consolato per fare promozione? La risposta e’ gia’ stata detta, per dare piu’ credibilita’ e valore alla mail e ai candidati, che forse, sono ignari, forse.

La campagna di tutti i candidati all’Estero, in particolare di Londra, sta andando bene, non credo che ci sia  bisogno di questi raggiri,  sono tutte persone intelligenti per scivolare in queste sciocchezze, eppure e’ accaduto.  Spero tanto che ci diano una risposta intanto una risposta e’ stata data dal Consolato che si e’ visto parte di una mail di cui ignorava l’esistenza se non fossero state alcune segnalazioni di italiani, sarebbe passato tutto.

Comunque si sa, in campagna elettorare si ha il coltello tra i denti, e ogni mezzo e’ valido ( anche quelli meno validi) pur di far arrivare il messaggio e prendere dei voti. Io aspetto la smentita di tutti e che davvero siano state delle fake mail all’insaputa di tutti. Pero il diavoletto rosso e arrabbiato non ci crede, e non si da pace.


Riportiamo Le repliche di Raffaele Fantetti Candidato al Senato (forza italia)

Egregio Direttore,
con riferimento al vostro articolo sulle due emails ricevute da alcuni iscritti AIRE residenti in UK, Le confermo circa la prima che si è trattato di un errore subito corretto con la nuova dizione “Elezioni 2018”. Circa la seconda, pur apprezzando lo sforzo di sofisticato ragionamento politico alla base delle indicazioni di voto spedite dall’arch. Bille’ agli iscritti AIRE, non posso sinceramente concordare con le sue conclusioni.
Cordialmente, Raffaele Fantetti
Italoeuropeo magazine in London La risposta: Gentile Fantetti, la ringraziamo per la replica, che abbiamo incluso nell’articolo per dovere di cronaca. Anche noi non possiamo sinceramente concordare che sia avvenuto per uno sbaglio il recapito di mail anche perche’ sono pervenute in giorni diversi e senza nessuna correzione e in mail diverse, almeno fino ad ieri . Ma appreziamo la correzione che avete fatto e che spero possiate far presente anche al console. Cordialmente la direzione.

LEAVE A REPLY