Il Festival della Letteratura Italiana a Londra torna a Notting Hill

0
587
illibraio.it

Londra (Giulia Faloia) – A Notting Hill torna il Festival della Letteratura Italiana a Londra, una seconda edizione che promette di replicare il successo della prima, grazie ad un ricco programma e ad una magnifica location.

Infatti quello che era nato come un piccolo festival gestito da un gruppo di volontari ha riscosso un successo eccezionale ed un enorme apprezzamento da un pubblico multietnico nella splendida cornice del teatro Cornet.

Il Festival della letteratura italiana a Londra (FILL) nasce da un’idea di un gruppo indipendente di autori, giornalisti, traduttori e accademici italiani con sede a Londra ed è organizzato in collaborazione con l’Istituto Italiano di Cultura a Londra.

FILL è un festival di letteratura che si concentra particolarmente su politica, migrazione e cultura contemporanea, riunendo autori e pensatori di background diversi: italiani, britannici e internazionali. 

Tra gli ospiti del programma dello scorso anno c’è stata Helena Janeczek – proprio sul punto di vincere il premio Strega – e il programma di quest’anno, che è appena stato svelato, promette un’impressionante line-up di voci e nuovi talenti premiati.

FILL 2018 si svolgerà dal 27 al 28 ottobre e comprenderà tavole rotonde sulla politica della traduzione, la vita a Londra, i pericoli del nazionalismo in Italia e in Europa, una straordinaria performance poetica e molto altro.

Il gruppo organizzativo è coordinato da Marco Mancassola (autore) e comprende Claudia Durastanti (autrice e traduttrice), Marco Magini (autore), Giorgia Tolfo (editore), Barbara Barbieri (agente letterario), Livia Franchini (autrice e traduttrice), Leonardo Clausi (giornalista e traduttore), Paolo Nelli (autore), Stefano Jossa (Royal Holloway University di Londra), Angelo Boccato (giornalista), Ilaria Albani (libraio), Severino Antonelli (direttore), Gianluca Didino (critico culturale), Arianna Manzin ( diritti editoriali professionali), Gemma Trevisani (scout letteraria), Olga Campofreda (University College London), Eleonora Sammartino (King’s College London).

I consulenti del festival sono Sarah Braybrooke (Scribe), Beatrice Finauro (stratega digitale), Anna Viola Sborgi (King’s College London), Rebecca Servadio (scout letteraria), Andrea Lissoni (Tate Modern) insieme ad una straordinaria rete di amici ed energie, sia a Londra che in Italia, che altrove.

LEAVE A REPLY