Brexit un No Deal porterebbe al crollo della sterlina -25%

0
2259

Londra ( Samira la Torre) – Ormai e’ confermato che 11 Dicembre si decidera’ in parlamento inglese le sorti interne della Gran Bretagna, che potrebbe essere da un lato abbastanza positive, dall’altro una catastrofe.

Ad oggi  il primo ministro Theresa May , fatica ad avere una maggioranza che faccia passare l’accordo trovato con l’UE, la quale, ha accettato quest’ultimo come uno dei migliori che si poteva fare.

La Banca d’Inghilterra (Bank of England, BoE) annuncia che se non ci sarà un accordo sulla Brexit per la sterlina sarà “un disastro”  e hanno calcolato la possibilita’ di un crollo della sterlina fino al 25% e un’impennata dell’inflazione.

La catastrofe piu’ brutta per l’economia di un paese, il quale per risalire dal buoi economico non basterebbero 30 anni, secondo alcune statistiche fatte sempre dalla (Bank of England, BoE). La Brexit, se il parlamento non si decise compatto ( o almeno la maggioranza) a votare questo accordo sara’ la spada di Re Artù che tagliera’ per sempre la nazione in piu’ parti.

Tutti fanno fiducia nel buon senso e nella responsabilita’ storica che ha il parlamento inglese. Altrimenti si rischia che la storia ricordi la Gran Bretagna per la bella nazione che era e non come potrebbe essere.

LEAVE A REPLY