Imperial College Business School: ‘I libri di viaggio sull’Italia’

0
2619
Credit - Rosita Dagh

Rosita Dagh (Londra) – Per smorzare la tensione Brexit, ecco un bel connubio tra italia e Uk . Il Consolato Generale d’Italia a Londra ha organizzato l’evento ‘I libri di viaggio sull’Italia’  presso l’Imperial College Business School. 

Un’occasione per unire ancora inglesi e italiani all’insegna della cultura del Bel Paese che continua ad affascinare il territorio britannico. La serata ha presentato una nuova casa editrice, Historica Publishing, “un ramo inglese”, come definito dall’Editore Francesco Giubilei, di Storiche Edizioni.

Historica, pubblica libri di viaggio e cultura sull’Italia, scritti in inglese. “Il nostro obbiettivo” – spiega l’Editore Giubilei –  “è cercare di esportare all’estero in lingua inglese quelle che sono le peculiarità, le caratteristiche, l’identità italiana, il viaggio e la cultura”. Un modo, quindi, per avvicinare sempre di piu’  il resto del mondo alle bellezze italiane, utilizzando in questo caso la lettura.

I primi due titoli pubblicati da Historica Publishing e  presentati anche all’evento sono ‘Italy’s Hidden Corners” di Claudio Venturelli  e “The Secrets of Tuscan Cuisine” del giornalista e autore Stefano Andrini.

Entrambi gli autori hanno anticipato al pubblico la trama dei loro libri che vedono i luoghi e la cucina italiana protagonisti.

Il libro di Andrini  si concentra sulla cucina italiana, una cucina povera, nata nel periodo della fame che oggi invece è nella lista di menù d’alto livello. La cucina di Andrini fa emergere profumi e gusti toscani creati da grandi chef che hanno imparato il loro mestiere da grandi donne, le loro nonne.

Claudio Venturelli, invece, fa viaggiare il lettore per i borghi e gli angoli nascosti di alcune regioni come Abbruzzo, Puglia o Lazio lasciando “vivere delle emozioni, facendo vedere tante cose belle, ma soprattutto per ricordarle per il piacere che ci hanno lasciato”, come spiega lo stesso Venturelli.

“I libri di viaggio sull’Italia”, però, non è il primo e unico evento culturale, anzi, rappresenta l’inizio di una serie che prenderanno luogo a Londra. Il console, Marco Villani, ha infatti aggiunto che ci saranno ulteriori serate dedite alla cultura che rappresenteranno l’identita’ dell’Italia  in toto.

Gli eventi saranno anche un’occasione di unione tra le comunita’, italiana e inglese, soprattutto in un momento di tensione come quello della Brexit.

LEAVE A REPLY