Londra ( lorenzo pappardella) –  Le parole sono belle ma i fatti ancora di piu’. E il fatto e’ che Boris nel suo partito ha solo un voto di maggioranza, infatti nelle elezioni suppletive a Brecon e Radnorshire vincono i Lib Bdem,13.826 voti contro i 12.401 dei Tories.

Questo fatto, portera’ delle conseguenze importanti, forse non basterà a garantire al premier l’appoggio di cui ha bisogno nel difficile percorso della Brexit.

In termini numerici abbiamo che gli elettori in galles, con una popolazione di circa 66.000 persone, hanno  punito i conservatori, che avevano avuto alle ultime elezioni un vantaggio di 8.000 voti. Cambio di rotta e di idee, perche’?

E’ difficile dirlo, ma questo risultato ricadra’ proprio sulla decisione della Brexit.

I rapporti inglesi con la Scozia, come sappiamo non sono mai stati idilliaci, tuttavia questo voto in meno cade come una mannaia sul tavolo del nuovo primo ministro, proprio sui conti e le carte che vedono una situzione della Gran Bretagna molto pericolosa : sterlina a picco, posti di lavoro in pericolo, aziende pronte ad andarsene, carenza di cibo e medicinali.

Tutto questo potrebbe  portare ad elezioni generali anticipalte? Probabile, certo e’ che la situazione complicata sulla brexit, ora si complica ancora di piu’. Anche il gruppo delle emergenze potiche inglesi, e’ preoccuapato, anche se non lo da a vedere.

«La riduzione della maggioranza di Boris Johnson – ha detto la leader dei Lib Dem Jo Swinson – chiarisce che non ha il mandato di farci uscire dall’Ue. Come leader dei liberaldemocratici, farò qualsiasi cosa per fermare la Brexit. La Gran Bretagna merita e chiede meglio di ciò che possono dare i vecchi e stanchi partiti».

LEAVE A REPLY