Emmanuel Macron: “Rimuovere Il backstop irlandese? Te lo puoi anche sognare, Johnson”

0
7810

Londra (Rosita Dagh) –  Boris Johnson non ha l’appoggio francese: Emmanuel Macron rifiuta l’idea di trovare una soluzione al backstop irlandese in soli 30 giorni. 

Quest’oggi il Primo Ministro inglese si è recato a Parigi per chiedere la rinegoziazione dell’accordo di recesso, per rimuovere il backstop irlandese – una polizza assicurativa per fermare un duro confine sull’isola d’Irlanda. 

Emmanuel Macron è contrario alla proposta e ha dichiarato: “Non penso troveremo un nuovo accordo di recesso” entro un mese “molto diverso da quello esistente”.

Macron desidera sapere con maggior certezza cosa vuole il Regno Unito in in 30 giorni, ma ribadisce che la parte fondamentale dell’attuale accordo noto come backstop irlandese è “indispensabile”. 

Inoltre Macron ricorda a Boris che se vuole avere dei rapporti pacifici con il resto degli Stati Membri, deve mantenere il suo troppo entusiasmo perche non può: “uscire dall’UE e dire: “ Saremo più forti , diventando il partner degli Stati Uniti “.

Dopo l’incontro “costruttivo e positivo” avuto  ieri con la cancelliera tedesca Merkel, Johnson si trova spiazzato davanti alla freddezza della Francia. 

La Merkel almeno avevo dato cenni di speranza sulla richiesta di rinegozazioni, nonostante abbia dato un timeline molto breve, di soli 30 giorni, per trovare una soluzione che funzioni per entrambi: Regno Unito e UE. 

Tuttavia, nonostante il “freddo” benvenuto di Macron, Boris  non rinuncia al suo ottimismo dicendo che “dove c’è una volontà, c’è un modo di ottenere le cose” e promette che in caso  di una Brexit No Deal, il Regno Unito sarà pronto a fronteggiarlo, cercando di attenuare le negative conseguenze che molti di noi si aspettano. 

Si prevede che questo pomeriggio entrambi i leader terranno colloqui privati ​​per poco più di un’ora. 

LEAVE A REPLY