Boris congela gli Erasmus. Polemiche in parlamento

0
339

London (Serena Bonamici) Una notizia che ha generato molte polemiche. Ieri il Parlamento britannico ha votato – 344 a 254  contro l’emendamento “New Clause 10” del disegno di legge, presentato dalle opposizioni, che, qualora fosse passato, avrebbe imposto al governo di continuare a negoziare la piena appartenenza nel Regno Unito al programma Erasmus+ anche dopo il 2020.  Il grande storico britannico Simon Schama su Twitter: “Una decisione miserabile, un furto alle giovani e future generazioni”

Migliaia di giovani ogni anno lasciano l’Italia per faer una esperienza all’estero con l’Erasmus, per formarsi e crescere. Ora pare che sia tutto bloccato, o concelato almeno.#

Anche se pare che il governo britannico non  voglia dare l’addio definitivo all’Erasmus, almeno per ora. Il sottosegretario all’Istruzione e parlamentare conservatore Chris Skidmore ha sottolineato oggi che “il voto di ieri era non significa la fine della partecipazione del Regno Unito al programma Erasmus+ dopo che avremmo lasciato l’Ue.

Tutto e’ davere piu’ che disperare. Certo e’ che notizie mirano a confondere ancora di piu’ le acque e  la situazione della Brexit.

Speriamo che l’Erasmus non venga contagiato dai negoziati, sarebbe una perdita enorme per la Gran Bretagna e per molti studenti assetati di avventure culturali.