Il governo britannico ha messo a disposizione una guida per accedere all’Universal Credit e agli altri benefit previsti per fronteggiare l’emergenza coronavirus. Qui il link della guida in lingua inglese.

Per agevolare la comprensione del testo e fornire assistenza in questo momento di emergenza, la redazione de L’ItaloEuropeo e di LondonONEradio ha provveduto a redigere la traduzione in lingua italiana::

Coronavirus e benefici

Se siete al lavoro e non state chiedendo indennità

Se non potete lavorare a causa del coronavirus e avete diritto alla Statutory Sick Pay, la riceverete dal primo giorno, piuttosto che dal quarto giorno della vostra malattia. DWP intende legiferare in modo che questa misura si applichi retroattivamente dal 13 marzo 2020.

La Statutory Sick Pay sarà pagabile se resterete a casa su consiglio del governo, non solo se siete infettati dal coronavirus. Questa misura si applicherà a partire dal 13 marzo 2020.

Se sei un lavoratore a tempo pieno e/o con un contratto a zero ore, potresti avere diritto all’indennità di malattia. Verifica la tua idoneità all’indennità di malattia prevista dalla legge.

Se avete bisogno di fornire al vostro datore di lavoro la prova che dovete rimanere a casa a causa dei sintomi del coronavirus, potete ottenere una Nota di Isolamento dal NHS 111 online. Se vivete con qualcuno che ha dei sintomi, una Nota d’Isolamento può essere ottenuta dal sito web dell’NHS.

Se non avete diritto a ricevere lo stipendio per malattia potete richiedere il Credito Universale e/o richiedere il New Style Employment and Support Allowance

Potete richiederli anche se siete impossibilitati a lavorare a causa di un rischio per la salute pubblica.

Se avete già richiesto le prestazioni

Modifiche agli appuntamenti dei centri di lavoro

Le persone che ricevono le prestazioni non devono partecipare agli appuntamenti dei centri per l’impiego per tre mesi, a partire da giovedì 19 marzo 2020.

Le persone continueranno a ricevere i loro benefici come di consueto, ma tutti i requisiti per frequentare di persona il centro per l’impiego sono sospesi.

Le persone possono comunque presentare domanda di sussidio online se ne hanno diritto.

I centri per l’impiego rimangono aperti e continueranno a sostenere le persone che non sono in grado di usare il telefono e online, compresi i senzatetto.

Se state già chiedendo il Credito Universale e pensate di essere stati colpiti da coronavirus, contattate il vostro coach del lavoro il prima possibile. Potete farlo:

  1. utilizzando il vostro diario online, oppure
  2. chiamando la linea di assistenza del Credito Universale

Modifiche alle valutazioni

Alla luce dell’attuale epidemia di coronavirus, il Dipartimento per il lavoro e le pensioni ha preso la decisione precauzionale di sospendere temporaneamente tutte le valutazioni faccia a faccia per i benefici legati alla salute e alla disabilità. L’obiettivo è quello di ridurre il rischio di esposizione al coronavirus e di salvaguardare la salute degli individui che richiedono prestazioni sanitarie e di invalidità, molti dei quali sono probabilmente più a rischio a causa delle loro condizioni di salute preesistenti.

Se avete già fissato un appuntamento per la valutazione, non è necessario partecipare. Il vostro fornitore di servizi di valutazione vi contatterà per discutere l’appuntamento e spiegarvi i passi successivi.

Se avete presentato una richiesta di pagamento per l’indipendenza personale (PIP), Employment and Support Allowance (ESA), Universal Credit o Industrial Injuries Disablement Benefit (IIDB), ma non avete una data per un appuntamento di valutazione, non dovete fare nulla. Sarete contattati a breve per telefono o per lettera per farvi sapere cosa succederà in seguito.

Se state già ricevendo PIP, ESA, Credito Universale o IIDB, continuerete a ricevere i vostri pagamenti correnti come al solito.

Se avete presentato un nuovo reclamo o desiderate presentare un nuovo reclamo, DWP continuerà ad accettare richieste di risarcimento per tutti i benefici.

Modifiche alle indennità

Dal 6 aprile il governo aumenta per un anno l’indennità standard nel Credito Universale e l’elemento di base nel Working Tax Credit. Entrambi aumenteranno di 20 sterline a settimana oltre all’aumento annuale previsto. Questo si applicherà a tutti i richiedenti di Credito Universale nuovi ed esistenti e ai richiedenti di Credito d’Imposta sul Lavoro esistenti.

Ciò significa che per un singolo richiedente di Credito Universale (dai 25 anni in su), l’indennità standard aumenterà da £317,82 a £409,89 al mese.

A partire da aprile, i tassi dell’indennità di alloggio locale saranno aumentati al 30 per cento degli affitti di mercato. Questo si applicherà a tutti gli affittuari privati che hanno diritto all’elemento abitativo del Credito Universale, nuovo o già esistente, e a quelli che hanno diritto all’indennità di alloggio.

Se sei un lavoratore autonomo

Se siete lavoratori autonomi e richiedete il Credito Universale, e siete obbligati a rimanere a casa o siete malati a causa di coronavirus, il Livello di Reddito Minimo (un livello di reddito presunto) non sarà applicato per un periodo di tempo mentre siete interessati.

A partire dal 6 aprile i requisiti della soglia di reddito minimo saranno temporaneamente allentati. Questa modifica si applicherà a tutti i richiedenti del Credito Universale e durerà per tutta la durata dell’epidemia. I nuovi richiedenti non avranno bisogno di frequentare il centro per l’impiego per dimostrare un lavoro autonomo retribuito.

Modifiche al vostro salario

Se siete al lavoro e avete già richiesto il Credito Universale, e state a casa su consiglio del Governo, dovreste segnalarlo nel solito modo tramite il vostro giornale online. Se questo significa che lavorate meno ore, l’importo del Credito Universale che ricevete si adeguerà al variare dei vostri guadagni.

Se state facendo una nuova richiesta di credito

Non ritardare la richiesta di prestazioni, anche se pensi di poter essere colpito da coronavirus.

Potete richiedere il Credito Universale online. Se avete bisogno di fissare un appuntamento, chiamate il numero che vi viene dato al momento della presentazione della domanda e spiegate la situazione. Il personale del Jobcentre Plus è pronto a sostenervi se vi viene richiesto di rimanere a casa.

Se avete bisogno di richiedere il Credito Universale o l’Indennità per l’Occupazione e l’Assistenza (ESA) a causa del coronavirus, non vi sarà richiesto di produrre una Fit Note.

Se siete affetti da coronavirus, potrete richiedere il Credito Universale e potrete ricevere fino a un mese di anticipo senza dovervi recare fisicamente in un centro di lavoro.

Se siete affetti da coronavirus o siete obbligati a rimanere a casa e volete fare domanda per l’ESA, i soliti 7 giorni di attesa per i nuovi richiedenti non si applicheranno. L’ESA sarà pagabile dal primo giorno.

Se avete lavorato negli ultimi 2 o 3 anni e avete pagato e/o siete stati accreditati con sufficienti contributi dell’assicurazione nazionale, potreste richiedere il New Style Jobseeker’s Allowance (JSA).

Il New Style JSA può essere rivendicato da solo o contemporaneamente al Credito Universale. I vostri risparmi e il vostro capitale (o i risparmi, il capitale e il reddito del vostro partner) non sono presi in considerazione quando richiedete il New Style JSA.

Se siete lavoratori autonomi e state presentando una nuova domanda per il Credito Universale, non avrete bisogno di frequentare il centro per l’impiego per dimostrare un lavoro autonomo retribuito.

Se siete un datore di lavoro

C’è una serie di supporti disponibili per aiutare i datori di lavoro ad affrontare le conseguenze dell’epidemia di coronavirus.

Il governo ha annunciato un ampio pacchetto di misure finanziarie, tra cui il Job Retention Scheme, un pacchetto di sgravi fiscali per le piccole e medie imprese e il pagamento differito dell’IVA e dell’imposta sul reddito.

E se si hanno meno di 250 dipendenti, si potrà richiedere il rimborso dell’indennità di malattia prevista dalla legge per i dipendenti che non possono lavorare a causa del coronavirus. Questo rimborso sarà per un massimo di 2 settimane per dipendente.

Se assumete persone, siete invitati ad usare la vostra discrezione su quali prove, se ve ne sono, chiedete quando prendete decisioni in merito alla retribuzione per malattia. Se è richiesta una prova, i dipendenti possono ottenere una Nota di Isolamento dall’NHS 111 online se hanno dei sintomi, o il sito web dell’NHS se vivono con qualcuno che ha dei sintomi.

Per quelle aziende che si trovano a dover aumentare la loro forza lavoro a seguito dell’epidemia, come quelle che si occupano di logistica alimentare, preparazione e vendita al dettaglio, ricordate di pubblicare i posti vacanti su Find a Job.

Potrebbe interessarti anche: COVID-19, guida per i dipendenti (in italiano); Guida per datori di lavoro e le imprese (in italiano)

Ti possono interessare anche altri approfondimenti sul tema coronavirus ecco la nostra sezione dedicata

clicca