Londra (Milena Galasso) Sulla scia della pandemia di coronavirus, il governo ha annunciato una serie di misure per aiutare le imprese e i lavoratori autonomi nel suo bilancio. A ciò ha fatto seguito, il 17 marzo, l’annuncio di un ulteriore sostegno, tra cui la creazione di uno schema di prestiti garantiti dal Governo fino a 330 miliardi di sterline.

Nel frattempo, esaminiamo diversi passi pratici che potreste essere in grado di attuare per ridurre al minimo l’impatto dell’epidemia di COVID-19.

Rimanete in contatto con i vostri clienti

In ogni crisi i clienti, grandi o piccoli, cercano rassicurazioni. Un’e-mail veloce, o meglio ancora, una telefonata per vedere come i vostri clienti stanno gestendo la situazione potrebbe fare una grande differenza per loro, e dimostrare che vi preoccupate veramente. La maggior parte di loro sarà confortata dal fatto che c’è qualcuno che capisce quello che stanno passando.

Rimanere in contatto vi aiuta anche a capire le sfide che i vostri clienti possono trovarsi ad affrontare nella loro attività, il che a sua volta vi aiuta a considerare il probabile impatto sul vostro fatturato attuale e futuro. Più tempo avrete a disposizione per esaminare questo impatto e reagire, meglio sarà.

E un ultimo punto sui clienti – sì, volete continuare a lavorare con loro, ma se ci sono importi dovuti a voi, allora iniziate a cercare di pagare ora per aiutare a sostenere il vostro flusso di cassa.

Rivedete le vostre modalità di lavoro

Sempre più persone dovranno lavorare da casa e le aziende dovranno iniziare ad adattarsi a questa nuova realtà. Tecnologie come Skype, Facetime e Zoom consentono di continuare ad avere incontri virtuali faccia a faccia con i clienti, ma lavorare da casa comporterà un enorme cambiamento per molti. La vostra azienda è pronta a questo? Il vostro personale è pronto a lavorare da casa? Hanno accesso alle apparecchiature informatiche, ai dati, alla velocità di banda larga adeguata, ecc. Alcune aziende potrebbero già avere un piano di continuità aziendale, ma questa sarà una sfida enorme per molti, e potrebbe essere necessario parlare con il supporto IT esterno.

Molte aziende esamineranno inevitabilmente i modi per ridurre i costi del personale e prenderanno in considerazione licenziamenti, riduzione dell’orario di lavoro, ferie non retribuite, ecc. Il governo esorta alla cautela e chiede alle aziende di non reagire in modo eccessivo alla situazione. Questo è difficile da fare quando il reddito è in calo e bisogna proteggere la propria azienda, ma è importante considerare ciò di cui la propria azienda ha bisogno per funzionare, anche a un livello di attività ridotto. Vale anche la pena di tenere a mente i costi e le sfide del reclutamento una volta che la crisi è finita e si sta cercando di tornare alla normalità.

Ma per molti, il controllo dei costi sarà inevitabile e i costi del personale saranno una parte fondamentale di questo. Accordi di lavoro flessibili, come il congedo non retribuito e l’orario ridotto, sono ormai all’ordine del giorno. Se decidete di intraprendere questa azione per proteggere la vostra azienda, assicuratevi di prendere in considerazione il diritto del lavoro e chiedete consiglio in caso di necessità.

Guarda gli accordi di Statutory Sick Pay (SSP)

Il Governo sta introducendo una legislazione per consentire ai dipendenti di richiedere il rimborso della retribuzione statale per malattia (SSP) relativa alle assenze a seguito di COVID-19. Questo rimborso coprirà fino a due settimane di SSP per ogni dipendente idoneo. Il meccanismo di rimborso è ancora in fase di sviluppo da parte del Governo, ma è importante che manteniate un registro di tutte le assenze del personale e dei pagamenti della SSP per assicurarvi di poter richiedere il rimborso quando il sistema è in funzione.

Il tasso attuale della SSP è di 94,25 sterline a settimana. Si noti che la SSP può essere pagata a partire dal primo giorno di assenza.

Vi aggiorneremo con i dettagli su come ottenere il rimborso non appena sarà annunciato dal Governo.

Conoscete i vostri numeri

Capire come sta andando il vostro business è fondamentale in tempi difficili. È probabile che dobbiate prendere decisioni importanti per aiutare a sostenere l’azienda e questo deve essere basato su una visione accurata di dove si trova l’azienda e dove sta andando. Il flusso di cassa sarà fondamentale.

Assicuratevi che i vostri registri contabili siano aggiornati e lavorate con il vostro commercialista. Ora potrebbe essere un buon momento per aggiornare i vostri sistemi e sfruttare alcuni degli strumenti e delle tecnologie disponibili per aiutarvi a capire i numeri e risparmiare tempo e fatica.

Una volta che i vostri dati sono aggiornati, potrete prevedere con maggiore precisione le esigenze del vostro futuro flusso di cassa, prendere decisioni più informate e ottenere un quadro chiaro di ciò di cui la vostra azienda e, cosa ancora più importante, voi e la vostra famiglia potreste aver bisogno nei prossimi mesi.

Flusso di cassa

La maggior parte delle aziende avrà a disposizione un po’ di capitale, ma questo può essere utilizzato rapidamente in tempi difficili. Utilizzate la vostra conoscenza dei vostri numeri e la comprensione delle entrate future, degli ordini, dei costi, degli impegni, ecc. per vedere come voi e la vostra azienda potete far fronte a un calo delle entrate. Chiedete al vostro commercialista di aiutarvi se avete bisogno di supporto per farlo. Considerate come potreste rispondere. Avete bisogno di controllare i costi? C’è bisogno di ulteriori finanziamenti?

Pensate ai finanziamenti disponibili

La vostra banca è probabilmente il vostro primo punto di contatto, poiché conosceranno voi e la vostra attività – molte delle principali banche hanno dichiarato di avere opzioni a cui le aziende possono accedere nel caso in cui dovessero avere dei contrattempi temporanei a causa di COVID-19 che influenzano la loro attività.

Dovreste anche prendere in considerazione prestatori alternativi che potrebbero essere in grado di aiutarvi a breve termine.

Schema di prestito per l’interruzione dell’attività di Coronavirus

Al The Budget dell’11 marzo, il Cancelliere, Rishi Sunak, ha annunciato un ‘Coronavirus Business Interruption Loan Scheme’, per aiutare le aziende in questi tempi difficili.

Questo è stato anticipato e speriamo che questo schema sia disponibile a partire dalla settimana che inizia il 23 marzo 2020.

Il programma sarà erogato dalla British Business Bank e, oltre ai prestiti alle imprese, ci sono molti altri tipi di finanziamento sostenuti dal programma, a seconda del fornitore. Potete scoprire che tipo di finanziamento viene fornito sulla pagina dei partner della British Business Bank.

Tassi d’affari e sovvenzioni in contanti

Per sostenere le aziende nel Regno Unito, i governi di Inghilterra, Scozia, Galles e Irlanda del Nord hanno annunciato una serie di pacchetti Business Rate e Cash Grant per aiutarle a superare l’epidemia di coronavirus.

Parlate con HMRC

Tra la serie di pacchetti di sostegno, il Governo si è impegnato in The Budget, un miglioramento dello schema di accordo ‘Time to Pay’ dell’HMRC per aiutare coloro che con le prossime bollette fiscali pianificano come possono pagare con un piano individuale. A sostegno di questo, ha anche lanciato una linea di assistenza dedicata – 0800 0159 559 559 – con un aumento del personale, per aiutare le imprese e i lavoratori autonomi che sono preoccupati di poter pagare le tasse a causa del coronavirus.

Mettiti in contatto con la Companies House

Se COVID-19 ha influenzato la vostra attività e avete bisogno di più tempo per depositare i vostri conti, dovete agire prima della scadenza del termine di deposito.

Tutte le aziende devono inviare ogni anno i loro conti, i rapporti e gli estratti conto di conferma alla Companies House. Se i conti di una società vengono depositati in ritardo, la legge impone una sanzione automatica.

La vostra azienda deve prendere le misure appropriate per assicurarsi che i vostri conti siano archiviati in tempo.

Se, immediatamente prima della scadenza del termine di deposito, risultasse evidente che i conti non saranno depositati in tempo a causa del fatto che la vostra società è interessata da COVID-19, potete presentare una richiesta per estendere il periodo consentito per il deposito.

Se non richiedete una proroga e i vostri conti sono stati depositati in ritardo, vi verrà imposta una sanzione automatica. Il conservatore del registro ha una discrezione molto limitata per non riscuotere una sanzione.

Ogni ricorso viene trattato caso per caso, e le aziende hanno già delle politiche in vigore per trattare i ricorsi basati su condizioni di salute impreviste. I ricorsi basati su COVID-19 saranno presi in considerazione nell’ambito di queste politiche.

Guardate la vostra copertura assicurativa

Italoeuropeo LondonONEradio la radio unica italiana in UkControllate la vostra polizza assicurativa per vedere se la vostra assicurazione commerciale include la copertura Business Interruption, Supply Chain o Denial of Access. Ciò può includere la copertura nel caso in cui la vostra azienda sia affetta da una “malattia soggetta a notifica”. Il governo britannico e quello scozzese hanno dichiarato che la COVID-19 è una malattia soggetta a notifica.

Se ritenete di avere una qualche forma di copertura, parlate con il vostro fornitore di assicurazione o con il vostro broker e chiedete loro come ciò potrebbe funzionare nelle vostre particolari circostanze.

Regolamenti aziendali

È inevitabile che il governo prenda in considerazione la possibilità di allentare alcune norme che si applicano alle imprese. Vi terremo aggiornati sui cambiamenti che potrebbero avere un impatto sulla vostra attività.

Il Governo ha già detto che per sostenere l’industria alimentare e aiutare a fornire pasti a persone che hanno bisogno di auto-isolamento, il Governo rilasserà le norme di pianificazione per consentire ai pub e ai ristoranti di iniziare a fornire cibi da asporto senza un’applicazione di pianificazione.