Londra (Milena Galasso) Il cancelliere Rishi Sunak ha iniziato la conferenza stampa quotidiana del governo britannico insieme alla vicedirettrice sanitaria Jenny Harries.
Sunak inizia dicendo che annuncerà “il prossimo passo nella lotta economica” contro la pandemia con un aiuto per i lavoratori autonomi.

Aiuto ai lavoratori autonomi con un massimale di £2.500 al mese

Rishi Sunak dice che i lavoratori autonomi che si trovano in difficoltà finanziarie potranno vedere l’80% del loro salario mensile coperto dal governo. Questo sarà calcolato utilizzando i profitti mensili medi degli ultimi tre anni finanziari. Il sostegno sarà limitato a 2.500 sterline al mese e durerà inizialmente tre mesi.

Sunak: Accesso al programma “entro e non oltre giugno”

Il cancelliere dice che il regime sarà aperto solo a coloro che sono già lavoratori autonomi e che hanno una dichiarazione dei redditi per il 2019.  Si applicherà a coloro che hanno profitti commerciali fino a 50.000 sterline all’anno. Ne beneficerà il 95% di coloro che sono in maggioranza lavoratori autonomi. Dice che spera che le persone possano “accedere” al regime “non più tardi di giugno”.

Supporto “mirato a coloro che ne hanno più bisogno

Sunak afferma che il sostegno del governo ai lavoratori autonomi costituisce un “livello di sostegno senza precedenti”. Dice che i ministri si sono adoperati per far sì che sia “mirato a coloro che ne hanno più bisogno”.  Tuttavia, ha avverte anche che il governo non sarà in grado di “proteggere ogni singolo lavoratore o proteggere ogni singola azienda”.

Sunak: “Regime molto generoso” per i lavoratori autonomi

Laura Kuenssberg della BBC chiede cosa succederà alle persone che non rientrano nel programma.

Rishi Sunak dice che il restante 5% ha un reddito medio di 200.000 sterline, aggiungendo: “E’ un programma molto generoso e li tratta con la stessa parità dei lavoratori dipendenti”.

Harries: Cominciare a vedere l’effetto delle misure di distanziamento sociale

Anche Laura Kuenssberg della BBC dice di essere stata inondata da messaggi di persone che non si sentono sicure sul lavoro.

La vicedirettrice sanitaria Jenny Harries dice che la maggior parte dei datori di lavoro sono stati “straordinariamente solidali” con i lavoratori. Ma invita tutti ad “attenersi ai normali principi di salute sul posto di lavoro”.

La dottoressa Harries non è in grado di prevedere il momento esatto in cui pensa che il virus raggiungerà il suo picco. Dice che stiamo “solo iniziando a vedere un cambiamento” dalle misure di distanziamento sociale, quindi è “troppo presto” per dirlo. Aggiunge: “Stiamo cercando un cambiamento nella pendenza, piuttosto che un cambiamento molto ripido… una crescita più dolce”. “Ma non dobbiamo togliere il piede dal pedale e negli ultimi giorni il pubblico ha capito che è una cosa molto seria e che le sue azioni salveranno delle vite”.

Sunak: Incoerenza fiscale per i lavoratori autonomi

Quando si tratta di persone che hanno appena iniziato a lavorare come lavoratori autonomi, Rishi Sunak dice che esamineranno tutti i conti che hanno a disposizione per definire i loro diritti. Ma per i lavoratori autonomi il governo sa che “non c’è niente che si possa fare”, dicendo loro di guardare al Credito Universale.

Per quanto riguarda le tasse, il cancelliere vuole fare un “punto più ampio della situazione piuttosto che essere troppo specifico sulla futura politica fiscale”.

Dice che c’è “attualmente un’incoerenza” tra ciò che i lavoratori dipendenti e autonomi pagano, nonostante le azioni intraprese “li trattino allo stesso modo”.

Harries: Questo è un evento senza precedenti

La dottoressa Harries dice: “Quello che il pubblico riconoscerà è che si tratta di un evento nuovo di zecca e che ogni singolo paese sta ordinando gli stessi [test] allo stesso tempo.”

“Molti degli articoli utilizzati provengono da un’unica fonte e da fornitori internazionali, anch’essi colpiti [dal virus].”

La vicedirettrice medico capo dice che non c’è stata “una mancanza di premeditazione nella pianificazione di un evento senza precedenti”. Ma dice anche che è “di vitale importanza” essere sicuri che i test che stiamo usando funzionino.

Più tempo libero = più esercizio fisico

C’è una domanda sul sostegno disponibile per i lavoratori autonomi prima che il sostegno – pagato a forfait – arrivi a giugno.

Rishi Sunak dice che anche se il denaro sarà pagato in un’unica soluzione, ci sono anche “molteplici possibilità di sostegno”, tra cui l’aiuto dei consigli e i piani per il differimento del pagamento delle tasse.

C’è anche da chiedersi se dire alle persone di rimanere a casa possa avere un effetto negativo sulla loro salute mentale e fisica. Jenny Harries, dice che i soggetti vulnerabili che si auto-isolano sono stati informati su come ricevere sostegno per la salute mentale. Aggiunge che con “più tempo libero” perché non sono in viaggio verso il lavoro, coloro che lavorano da casa potrebbero essere in grado di fare più esercizio fisico ogni giorno.

Sunak: “La giusta strategia” per difendere il Servizio sanitario nazionale

Le misure messe in atto dal governo faranno “un’enorme differenza”, dice Sunak. Aggiunge che sono state anche elaborate “con incredibile rapidità”. Tuttavia, dice che il governo sta cercando di dare priorità all’aiuto del NHS per far fronte alla situazione, aggiungendo che questa è la “strategia giusta”.

Sunak: Non siete stati dimenticati

Il cancelliere Rishi Sunak conclude la conferenza stampa dicendo: “Oggi si tratta di rassicurare i milioni di persone che lavorano in proprio e che sono preoccupate per la loro sicurezza e il loro sostentamento”. Il pacchetto è “uno dei modi più generosi e completi per sostenere i lavoratori autonomi in qualsiasi parte del mondo”.

E aggiunge: “A tutti i lavoratori autonomi non siete stati dimenticati, non vi lasceremo indietro e ci siamo dentro tutti insieme”.