Il veterano Tom Moore con poche parole e piccoli passi raccoglie 12milioni di sterline

0
2989

Londra (P.B.O) In questo dramma che stiamo vivendo tutti del coronavirus, la storia tenera del veterano comandante Tom Morre 99 anni di Marston Moreteyne (circa 60 km a nord di Londra) e’ la speranza concreta, che con la volonta’ si puo’ fare tutto. Basta volerlo.

Per mostrare la sua gratitudine ai medici dell’NHS, dopo una operazione all’anca, e visto il periodo del coronaviru, ha pensato, di rendersi utile, lanciando una campagna di raccolta fondi di 1000 sterline, promettendo in cambio di fare, grazie a un piccolo deambulatore che lo sorregge, cento volte il giro del suo giardino (circca 25 metri) entro il 30 aprile, il giorno nel quale compira’ 100 anni.

Questo uomo veterano della seconda guerra mondiale, tenace, e’ stato come una carezza su questo inferno del coronavirus. Altro che 1000 sterline, il capitano ha raccolto oltre 12 milioni di sterline.

La sfida era partita da un twiteer : “Sono il Capitano Tom Moore, veterano di guerra di 99 anni (quasi 100) e camminerò per il sistema sanitario nazionale per raccogliere fondi per i nostri eroi”.

Hanno risposto in miglia e da tutto il mondo. In pochi giorno ha raccolto 12 miilioni di sterline, ma lui non si sente un eroe, ha detto che non si fermera’ continuera’ a camminare avanti e indietro.

La volonta’ di quest’uomo e’ diventata il simbolo di forza britanno  in un periodo storico maledetto e importante come quello che stiamo vivendo del coronavirus. La forza di non mollare, la forza della tenerezza che diventa l’amore per una nazione, una riconoscenza al sistema nazione NHS, ultimamente fin troppo criticato, la forza di chi ha fatto una guerra e non si arrende a 100 anni per ricombatterne un’altra. Finche c’e’ vita c’e’ speranza.