Londra (Roberta Chiatti) – La città di Leicester ritorna in lockdown a causa di un forte aumento di casi Covid-19. Il Ministro alla Salute, Matt Hancock, ha confermato che i negozi non essenziali chiuderanno martedì e le scuole chiuderanno per la maggior parte degli alunni giovedì.

L’allentamento delle restrizioni per pub e ristoranti si verificherà in tutto il Regno Unito eccetto per Leicester cosi come l’allentamento delle misure di protezione previste il 6 luglio che consentono a persone vulnerabili di trascorrere più tempo all’aperto. Secondo Hancock, la città ha rappresentato “il 10% di tutti i casi positivi nel paese nell’ultima settimana”.

Per questo motivo, poche ore fa alla Camera dei Comuni, ha dichiarato: “Raccomandiamo alle persone di Leicester, di rimanere a casa il più possibile e raccomandiamo di evitare tutti i viaggi, eccetto quelli essenziali, da e verso Leicester”.

La decisione, emanata questa sera, è stata presa a seguito di un’analisi eseguita da esperti medici che ha dimostrato quanto l’epidemia locale abbia avuto un particolare impatto sui bambini. Agli inizi di giugno, infatti, sono state 5 le scuole che hanno chiuso a causa di una serie di casi di coronavirus.

È giusto quindi far eseguire restrizioni più severe a livello locale che rischiare un ulteriore diffusione del virus nel Paese. Tuttavia il ministro Hancock ha affermato che le nuove misure locali saranno sottoposte a costante revisione e non verranno tenute in atto più del necessario.