Londra (Roberta Chiatti) – Gli studenti inglesi di scuole superiori e secondarie riceveranno i voti stimati dai loro insegnanti, piuttosto che da un algoritmo ritenuto ingiusto dalle istituzioni scolastiche.

Secondo le ultime statistiche il nuovo sistema di valutazione esami aveva declassato il 40% 40% dei risultati degli A-levels (l’equivalente degli esami di stato in Italia). Roger Taylor, il presidente di Ofqual (regolatore degli esami) per il disguido causato mettendo in pericolo il futuro di molti studenti.

Ad unirsi alle scuse, Gavin Williamson che, in un comunicato stampa, confessa di aver riconosciuto quanto il 2020 sia stato un anno particolarmente difficile per gli studenti a causa della pandemia.

Ha poi aggiunto che aveva lavorato con il governo affinchè il sistema potesse funzionare in modo equo ma è diventato poi chiaro che l’algoritmo aveva recato più incongruenze che un modello meritocratico.

Intanto i voti dei GCSE verranno annunciati ufficialmente il prossimo giovedì.