Settimana della cucina italiana nel mondo le iniziative dell’Ambasciata

0
87

Londra – Per celebrare la settimana della cucina italiana nel mondo, dal 23 al 29 novembre, l’Ambasciata d’Italia a Londra ha realizzato un ricco calendario di eventi e iniziative digitali, con protagonisti diversi chef italiani stellati.

L’iniziativa, coordinata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, giunge quest’anno alla sua quinta edizione e offre l’occasione di celebrare il 200° anniversario della nascita di Pellegrino Artusi, uno dei padri della cultura gastronomica italiana.

Attraverso live cooking shows e video ricette su Instagram, gli chef Enrico e Roberto Cerea, Giorgio Locatelli, Cristina Bowerman, Francesco Mazzei e Danilo Cortellini, in conversazione con altrettante food influencers britanniche, proporranno ricette ispirate alle tradizioni regionali e alla stagionalità.

Il pubblico britannico sarà invitato ad un appuntamento quotidiano, ogni sera alle 18.30, per seguire gli chef nelle loro preparazioni e replicare le ricette dalle loro case.

La serie di live shows includerà una puntata dedicata alla collaborazione tra l’Ambasciata e FoodCycle, organizzazione no-profit impegnata nella distribuzione di pasti a Londra.

Nel corso della settimana l’Ambasciata distribuirà in diversi punti di raccolta della città circa 400 pasti con piatti da nove diverse Regioni italiane, cucinati dallo Chef Danilo Cortellini e confezionati in contenitori compostabili, forniti da Novamont; lo chef replicherà una delle ricette proposte in un Instagram live show, sabato 28 novembre, con un’influencer britannica impegnata nella lotta agli sprechi alimentari.
“In questo momento non semplice – ha commentato l’Ambasciatore d’Italia, Raffaele Trombetta –
desideriamo continuare a promuovere il meglio del mondo enogastronomico italiano, portando nelle case britanniche ingredienti, ricette, tradizioni regionali e la possibilità di interagire con alcuni fra i più brillanti interpreti della cucina italiana contemporanea. Ricordando che mangiare italiano fa bene non solo allo spirito, ma anche alla salute e all’ambiente.

Inoltre, ho tenuto in modo particolare a dedicare il nostro impegno a un’iniziativa dal forte valore sociale, come la collaborazione con FoodCycle. Siamo felici di questa opportunità, e di poter così dare il nostro contributo all’opera di FoodCycle a sostegno delle comunità”.

La sostenibilità ambientale sarà uno dei temi prioritari di questa edizione, anche in vista della copresidenza italo-britannica della CoP26, la conferenza ONU sul clima, nel 2021.

Le tecnologie verdi nell’agroalimentare, l’agricoltura biologica e le innovazioni italiane in tema di produzione e confezionamento sostenibile dei cibi riceveranno ampio spazio attraverso primarie fonti di informazione.

La settimana della cucina offrirà poi l’occasione per promuovere nel Regno Unito i benefici della dieta mediterranea, ideale sintesi di gusto e proprietà nutritive, fondamentali per proteggere l’organismo e il sistema immunitario nelle situazioni di stress: sarà questo il tema di un webinar organizzato dall’Accademia della cucina italiana, l’ufficio scientifico dell’Ambasciata e l’Istituto Italiano di Cultura a Londra.

Il Sistema Italia a Edimburgo ha organizzato diverse iniziative dedicate ai sapori della Sicilia, mentre ENIT, in collaborazione con National Geographic Traveller, ospiterà un live cooking show dello Chef Aldo Zilli; l’Ufficio dell’Agenzia ICE proporrà una masterclass e un webinar con lo Chef Francesco Mazzei.

Infine, per favorire il consumo di prodotti e piatti italiani di qualità, diversi ristoranti, gastronomie, laboratori artigianali e distributori offriranno per tutta la settimana, sui loro profili Deliveroo, siti web e nei negozi fisici per asporto, piatti speciali e sconti: maggiori informazioni saranno disponibili sul profilo Instagram dell’Ambasciata.