Roberta Chiatti (Londra) – Se stai tornando in Regno Unito da qualsiasi Paese estero, incluso l’Italia, dovrai sottoporti a due test di coronavirus durante la quarantena di 10 giorni che eseguirai presso il tuo indirizzo o in hotel.

Ad annunciarlo è stato il PM Boris Johnson dopo la pubblicazione di dati ufficiali che dimostrano la pericolosità delle varianti Covid.  Per evitare un’ulteriore diffusione delle varianti, il governo ha pensato di irrigidire le restrizioni ai confini.

Il Ministro della sanità Matt Hancock fornirà maggiori dettagli quest’oggi nella House of Commons.

Quando eseguire i due test? 

Il primo test deve essere eseguito durante il secondo giorno di quarantena e l’altro test durante l’ottavo giorno di auto-isolamento. Tale restrizione si aggiunge al test richiesto una volta atterrati – via nave, treno o aereo –  in Regno Unito. Quest’ultimo test deve essere eseguito entro le 72 ore che precedono il tuo imbarco. Chiunque arrivi in UK senza il test subisce una multa di £ 500. Inoltre, una volta arrivati in UK, saranno richiesti i tuoi  contatti, incluso l’indirizzo del luogo in cui si condurrà la quarantena.

Perché la necessità di altri due test?

La necessità di introdurre 2 test da eseguire in quarantena nasce dalla preoccupazione per le nuove varianti che possono diffondersi maggiormente con l’arrivo di cittadini provenienti da altri Paesi e dopo aver scoperto che il vaccino Oxford-AstraZeneca  offre una “protezione minima” contro la variante del Sud Africa che finora ha contagiato 147 persone in UK.

Inoltre dal 15 febbraio, i residenti nel Regno Unito e i cittadini irlandesi in arrivo da alcuni paesi dovranno auto-isolarsi in hotel a proprie spese. In Inghilterra tale restrizione viene applicate solo ai 33 Paesi ritenuti a rischio e indicati nella “red list” e coinvolgono località del Sud America, Brasile e Sud Africa. La regola cambia in Scozia, dove anche chi rientra da qualsiasi altro Paese estero dovrebbe auto-isolarsi in albergo. Nicola Sturgeon, primi ministro scozzese, dovrebbe fornire maggiori dettagli entro questa sera.

Il “test to release scheme” – in cui i viaggiatori provenienti da paesi non inclusi nella lista rossa possono lasciare l’isolamento domestico dopo un test negativo emesso il quinto giorno – saranno sottoposti alle nuove regole di test.