Tragedia sul set, Alec Baldwin spara e uccide la direttrice della fotografi. L’arma doveva essere a salve.

0
171

Londra (Paolo Pace) Una di quelle tragedie che non dovrebbero mai succedere. L’attore Alec Baldwin ha sparato con la pistola di scena che ha ucciso la direttrice della fotografia, Halyna Hutchins, e ferito il regista, Joel Souza, sul set del film western ‘Rust’, girato in New Mexico.

L’attore noto per i tanti film che ha interpretato magistralmente, dopo l’accaduto e’ entrato in uno stato di confusione, ha pianto ed e’ sconvolto secondo le fonti vicino al set.

Tmz scrive che a premere il grilletto è stato proprio l’attore, che è anche produttore della pellicola. Secondo Vanity Fair, è il regista del film Joel Souza. L’ufficio dello sceriffo di Santa Fe ha confermato la notizia. Baldwin è stato descritto come «sconvolto e in lacrime» dopo la tragedia.

Non e’ la prima volta che succede una cosa del genere su di un set Cinematografico, il ricordo di Brandon Bruce Lee, primogenito di Bruce Lee,ricordato soprattutto per aver interpretato Eric Draven nel film Il corvo, e’ morendo a causa di un tragico incidente durante le riprese a soli ventotto anni, proprio da uno sparo con una pistola che doveva essere caricata a salve.

La triste vicenda scrivono i gionali americani, segnera’ a vita l’attore Alec Baldwin, le indagini sono in corso. In una prima analisi, l’attore non ha colpa, sul set c’e’ un responsabile che deve controllare fino alla noia, le armi di scena le quali devono essere caricate a salve.

Una pistola a salve è una pistola, spesso costruita in lega di zama, che spara solo cartucce a salve prive di ogiva, emettendo solo un suono del tutto simile a quello di un’arma reale.