COP26 figuraccia: la ministra israeliana in carrozzella lasciata fuori dal summit

0
164

Londra (Luca Pastori) Ma come si fa, come si fa nel 2021, in un incontro di capi di stato, in un summit importante per il nostro pianeta, lasciare furi dalla porta un ministro, perche’ ancora ci sono troppe barriere architettoniche!

E’ successo veramente a Glasgow durante la COP26 dove i capiti di stato si fregiano di aver fatto bene e di aver, forse, trovato una soluzione ai disastri ambientali.

La ministra dell’Ambiente Karine Elharrar membro del governo di Idraele e persona affetta da distrofia muscolare e che per questo si sposta in carrozzina, e’ stata lasciata fuori dal summit, perche’ era difficile farla entrare.

Le è stato quindi offerto di usufruire di una navetta ma si è scoperto che questa non era idonea al trasporto delle persone in sedia a rotelle. A quel punto alla ministra non è rimasto che tornare nel suo albergo ad Edimburgo senza poter partecipare al summit: “È stata una condotta scandalosa e non sarebbe dovuta avvenire”, ha denunciato aggiungendo di non aver potuto raggiungere gli obiettivi della sua trasferta a Glasgow.

E’ incredibile che si dia importanza a questo summit “inutile” dove alcuni capi di stato sonnecchiavano, e non si faccia luce su questa vicenda. Un Ministro al pari degli altri Ministri che erano li, una persona al pari di tante persone che erano li, lasciata isolata, sola, e fuori dall’evento solo perche’ non erano attrezzati per i disabili.

Pensiamo a quanto deve essere stato difficile per la ministra, spostarsi da Istraele, prepararsi, impegnarsi ad essere presente e poi vedersi riportare indietro, in una stanza di hotel. Ma ci rendiamo conto?

Boris, il capo di casa, si e’ detto dispiaciuto, ha cercato di porre rimedio, concordando sulla partecipazione della ministra al loro incontro di oggi. Troppo tardi, ora e’ tardi, oggi non e’ ieri, l’appuntamento di oggi non ha il portamento e l’importanza di quello di ieri.

Insomma una pezza, per aquietare la stampa, cercando di strammatizzare su di un fatto grave. Episodi come questi ci fanno capire di quanto ancora siamo lontani ad una evera e propria civilizzazione e siamo sempre portati a far apparire che tutto va bene, che tutto e’ andato bene e che la Cop26 e’ stata utile. Utile ma a chi?

Ha ragione Greta, ” quelli non sono i veri leaders, i liders veri sono altri….”