Roberta Chiatti (Londra) – In Regno Unito nasce la prima pillola contro il Covid ed è ora disponibile grazie all’approvazione dell’ente regolatore dei medicinali del Regno Unito.

La compressa – molnupiravir – sarà somministrata due volte al giorno a pazienti vulnerabili a cui è stata recentemente diagnosticata la malattia.

Secondo gli studi, la pillola – originariamente sviluppata per curare l’influenza – ha ridotto di circa la metà il rischio di ospedalizzazione o morte.

Cosa è Molnupiravir e come funziona? 

Sviluppato dalle società farmaceutiche statunitensi Merck, Sharp e Dohme (MSD) e Ridgeback Biotherapeutics, è il primo farmaco antivirale orale per il Covid che può essere assunto sotto forma di pillola anziché somministrato per via endovenosa.

La pillola non elimina la malattia ma ne riduce la gravità grazie a un enzima, che il virus usa per creare copie di se stesso, introducendo errori nel suo codice genetico.

L’amministratore delegato dell’organizzazione, June Raine, ha dichiarato:

“È il primo antivirale approvato al mondo per questa malattia che può essere assunto per via orale anziché somministrato per via endovenosa”, ha affermato.

“Questo è importante, perché significa che può essere somministrato al di fuori di un ambiente ospedaliero, prima che il Covid-19 raggiunga uno stadio grave”.

Il Regno Unito ha inizialmente ordinato 480.000 molnupiravir entro la fine dell’anno, insieme a 250.000 dosi di un farmaco sperimentale simile, attualmente in fase di sviluppo dalla società farmaceutica statunitense Pfizer.

ATTENZIONE : Solo per i pazienti ad alto rischio di complicazioni! Ed è meno efficace degli anticorpi monoclonali.