Londra – La situazione non migliora. I negoziati non fanno nulla. Le sanzioni contro la Russia sembrano solletticare il nemico. Missili russi contro la torre della TV di Kiev. Molti canali hanno smesso di funzionare. Poco tempo prima il ministero della difesa russo aveva preannunciato attacchi ‘mirati’ contro obiettivi nella capitale ucraina.

Putin dichiara che non ci saranno vincitori in questa guerra, ma la Russia e’ forte con il nucleare e non solo.

Intanto preoccupano i 500mila sfollati, ma potrebbero arrivare secondo stime ONU a 7 milioni:  L’italia e’ pronta. Fontana ha messo a disposizione gli ex Covid hotel. Allertate anche le ong e le associazioni di volontariato del territorio. Una giovane coppia con una bambina sono i primi profughi provenienti dall’Ucraina ospitati nell’ex Covid residence dell’Ospedale del Mare a Napoli.

Intanto in Ucraina ‘ambasciata italiana si sposta da Kiev a Leopoli e  L’ambasciatore Zazo salva 20 bambini, tra cui 6 neonati: “L’ambasciata ci ha dato rifugio” – L’ambasciatore italiano Pierfrancesco Zazo è stato l’ultimo rappresentante diplomatico europeo, in ordine di tempo, a trasferire l’ambasciata a Leopoli, una decisione dettata dalla necessità di assicurare la piena operatività della sede diplomatica a sostegno dei connazionali.

ambasciatore italiano Pierfrancesco Zazo
ambasciatore italiano Pierfrancesco Zazo

Anche la Gran Bretagna si prepara ad accogliere le persone, ma anche ad una guerra imminente, per prendere parte con la Nato alla decisione di un eventuale attacco.

Sventato tentativo di uccidere Zelensky grazie a “soffiata” russa

Ieri alle prime ore dell’alba e’ stato neutralizzato il commando ceceno legato al leader Ramzan Kadyrov a cui era stato dato il compito “di liquidare fisicamente la leadership dell’Ucraina, compreso il presidente”.

Kiev molti quartieri continuano ad essere sotto tiro: “Truppe hanno conquistato Kherson”. Onu: da inizio conflitto almeno 136 morti, 13 bambini.

Cremlino: Putin avrà oggi telefonate con leader internazionali

Il presidente russo Vladimir Putin ha in agenda oggi diverse telefonate con leader internazionali, ha detto il portavoce del capo di stato Dmitry Peskov. “Come ieri, ha oggi diverse telefonate internazionali: la mattina e stasera. Ve ne parleremo”, ha detto Peskov alla stampa.

Von der Leyen: chi fugge dalle bombe di Putin è benvenuto

“L’Europa è al fianco di coloro che hanno bisogno di protezione. Tutti coloro che fuggono dalle bombe di Putin sono i benvenuti in Europa. Offriremo protezione a chi cerca riparo e aiuteremo chi cerca un modo sicuro per tornare a casa”. Lo dice la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, presentando la proposta di Bruxelles per sostenere le persone in fuga dalla guerra in Ucraina.

Il Cremlino

Il Cremlinoannuncia che una delegazione russa è pronta a continuare i colloqui di pace con l’Ucraina mentre l’invasione di Mosca del paese filo-occidentale entra nel suo settimo giorno. Lo ha detto il portavoce del Cremlino Dimitri Peskov stando alla Tass. “La nostra delegazione sarà lì nel tardo pomeriggio e sarà pronta per continuare la conversazione stasera”, ha sottolineato. Il portavoce del Cremlino ha rifiutato di chiarire il luogo dell’incontro.

Ma intanto le sirene a kiev suonano, le bombe continuano ad arrviare su case, universita’, scuole e il confine tra guerra e pace sembra ancora lontano.