Londra (Roberta Chiatti) – Giacomo Gorini, immunologo italiano, ha da poco pubblicato il suo nuovo libro “Malattia Y”, edito Piemme. 

Giacomo Gorini è stato all’interno del team di ricerca e sviluppo del vaccino Oxford contro il covid durante la pandemia. Ai microfoni di London ONE Radio, l’immunologo spiega di aver tenuto segreto, fino a poco tempo fa, un diario personale che alla fine ha voluto rendere pubblico in forma di libro, ed è così nato “Malattia Y”.

Il libro, rivolto soprattutto ai giovani, percorre tutto quello che è successo durante la pandemia e narra esperienze vissute dall’autore in quei laboratori e spiega cosa è necessario fare nel futuro.

Per Gorini, attualmente in Italia per alcuni progetti in corso, il futuro deve basarsi sullo sviluppo tecnico-scientifico che possa permetterci di combattere eventuali e simili eventi, ma soprattutto, in Italia, sarebbe opportuno allentare il sistema burocratico.

Nonostante l’Italia, secondo Gorini, è ancora indietro su alcuni punti di vista, dichiara che attrae molti ricercatori di altre nazionalità che vorrebbero andare nel nostro Paese e perchè no, fare anche la differenza. Ma a causa di alcune dinamiche burocratiche, sono ancora in pochi a scegliere l’Italia come Paese di esperienza lavorativa nel campo di ricerca scientifica.

“Malattia Y” è anche un libro che, oltre a ripercorre gli eventi accaduti durante  la prima fase del Covid, condivide le attuali ricerche in corso che professori e colleghi di Gorini stanno seguendo per contrastare le attuali e future mutazioni del virus. 

E oggi cosa possiamo dire sul Covid, quale sarà il suo futuro? Per saperlo ascolta di seguito l’intervista integrale: