Londra (Roberta Chiatt) – Il tasso d’inflazione in Regno Unito ha raggiunto il 10,1%, rispetto al 9,4% registrato a giugno,lo dichiara l’Office for National Statistics (ONS). 

L’inflazione ha raggiunto il 10,1% nei 12 mesi fino a luglio, rispetto al 9,4% di giugno, ha affermato l’Ufficio di statistica nazionale (ONS).

L’aumento vertiginoso del costo della vita sta consumando i bilanci delle famiglie, con prezzi che crescono più velocemente dei salari e una simile tendenza non si registrava da circa 40 anni.

La Banca d’Inghilterra ha affermato che l’inflazione potrebbe raggiungere un picco di oltre il 13% quest’anno. Anche i costi dell’energia, della benzina e del diesel stanno contribuendo all’inflazione. Ma secondo l’ONS, il cibo e le bevande analcoliche hanno contribuito maggiormente all’aumento dei prezzi a luglio.

Il prezzo del pane, dei cereali, del latte, del formaggio e delle uova è aumentato più rapidamente, mentre anche quello di verdure, carne e cioccolato.

I costi dei trasporti sono stati un altro grande fattore che ha contribuito, soprattutto quando si parla di biglietti aerei e ferroviari.